Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Ammissione al Corso di Studi

2-set-2014

Per essere ammessi al Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni occorre essere in possesso di un diploma di Scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo (DM 270/04, art. 6 comma 1).

È prevista una prova di selezione, mediante test con domande a risposta multipla, al fine di redigere una graduatoria finalizzata a scegliere un numero di studenti pari al numero di posti disponibili. Il test mira a verificare: le conoscenze scientifiche di base; la capacità di comprensione verbale; l’attitudine ad un approccio metodologico; la conoscenza della lingua inglese.

Gli studenti che, sulla base dei risultati del test, sono rientrati nel numero programmato previsto ma non hanno una preparazione iniziale adeguata potranno immatricolarsi ma avranno un obbligo formativo aggiuntivo (OFA).

La Facoltà provvederà ad organizzare, prima dell’inizio dei corsi ufficiali del primo anno, un “corso zero”, della durata di quattro settimane, aperto a tutti e fortemente consigliato per gli studenti con OFA da assolvere.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione “Immatricolazioni e Iscrizioni” sul sito di Facoltà.

 

Prerequisiti consigliati/obbligatori:

 

Il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni è a numero programmato con una numerosità massima ammissibile pari a 145 posti + 3 posti aggiuntivi riservati a studenti non comunitari residenti all’estero + 2 posti aggiuntivi riservati a studenti cinesi aderenti al programma “Marco Polo”. Al Corso di Laurea si accede mediante concorso pubblico consistente in un test di ingresso. Alla prova possono partecipare tutti coloro i quali siano in possesso di un titolo di studio di scuola media superiore, anche straniero, purché equipollente.

 

La partecipazione al concorso è obbligatoria per gli studenti delle seguenti tipologie:

 

a) neo-immatricolati;

b) studenti che intendano trasferirsi da un altro Ateneo;

c) studenti che intendano trasferirsi da altri Corsi di Studio dell’Università di Palermo, sia della Facoltà di Ingegneria che di altre Facoltà;

d) laureati in Ingegneria o presso altre Facoltà.

 

I partecipanti verranno assegnati al Corso di Laurea, sino al numero massimo previsto. In caso di parità di punteggio prevale, nella graduatoria, il candidato più giovane di età.

 

La Commissione per i test di ingresso stabilisce i criteri per l’eventuale assegnazione di Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA). Gli studenti, ammessi al corso di Laurea, che avessero riportato degli OFA possono, prima dell’inizio dei corsi ufficiali, seguire un “corso zero” al cui termine sarà effettuata una prova di recupero degli OFA.

 

Prove di ammissione e/o orientamento

 

La prova di ammissione è quella predisposta dal CISIA e comune a molte Facoltà di Ingegneria italiane. Essa consiste di 80 quesiti a risposta multipla riguardanti argomenti relativi seguenti aree:

 

- Logica (15 quesiti)

- Comprensione verbale (15 quesiti)

- Matematica I (20 quesiti)

- Scienze fisiche e chimiche (20 quesiti)

- Matematica II (10 quesiti).

 

Per rispondere ai quesiti di ciascuna area sono assegnati trenta minuti, pertanto la prova dura due ore e trenta minuti.

 

Le risposte saranno valutate nel seguente modo:

 

* risposta esatta, punti +1,00;

* risposta errata, punti -0,25;

* risposta omessa, punti 0,00.

 

La prova di concorso prevede lo svolgimento successivo di un test di Abilità Linguistiche (15 quesiti), con contenuti corrispondenti al livello di competenza linguistica previsto dal Corso di Laurea, che non produce Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA) e che serve, solo in caso di superamento, ad accreditare l’abilità linguistica stabilita dall’ordinamento didattico del Corso di Laurea senza la frequenza dello specifico corso organizzato dal Centro Linguistico d’Ateneo per conto della Facoltà.

Allo studente che supera il test di Abilità Linguistiche verranno pertanto accreditati, nella sua carriera universitaria e nella forma di “idoneità”, i Crediti Formativi Universitari (CFU) previsti nel Manifesto degli Studi del Corso di Laurea.