Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Allo Steri Convegno nel decennale della Neurochirurgia a Palermo

27-mag-2016

In occasione del decennale della neurochirurgia universitaria di Palermo, venerdì 27 e sabato 28 maggio, allo Steri, si terrà il convegno: “Nuove frontiere in neurochirurgia, efficacia e sicurezza al servizio delle funzioni neurologiche: 10 anni di attività presso l’Università di Palermo” di cui è responsabile scientifico il Direttore dell’UOC di Neurochirurgia dell’AOU “Paolo Giaccone” di Palermo prof. Gerardo Iacopino. Durante la cerimonia inaugurale di venerdì pomeriggio, alle ore 14, verrà trasmesso un breve film realizzato per questa specifica occasione del decennale.
All’evento contribuiranno oltre 50 relatori, per lo più neurochirurghi  provenienti da tutto il paese, che in 2 giorni di lavoro affronteranno le tematiche più attuali della neurochirurgia come le patologie oncologiche e vascolari dell’encefalo, le malattie vertebro-midollari, le nuove tecnologie in grado di incidere e curare disturbi neurologici come il tremore, l’epilessia, il morbo di Parkinson e i disturbi psichiatrici. Saranno previste anche delle sessioni scientifiche “non neurochirurgiche” che affronteranno i nuovi modelli organizzativi assistenziali, didattici e di ricerca oltre che problematiche inerenti l’Etica e l’innovazione. Hanno assicurato la loro presenza numerose autorità oltre ai più autorevoli neurochirurghi Italiani. Sarà un evento molto frequentato oltre che da neurochirurghi, da medici di altre specialità, infermieri e studenti. Sono infatti assegnati per chi parteciperà 12 crediti ECM per le seguenti figure professionali Medico Chirurgo, (Neurologia, Neurochirurgia, Anestesia e Rianimazione, Medicina e Chirurgia di accettazione e di Urgenza, Medicina Generale (MMG), Oncologia, Ortopedia e Traumatologia, Radiologia), Infermiere Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’età evolutiva. Per gli studenti di medicina e delle professioni sanitarie verrà rilasciato attestato di partecipazione e l’attività potrà essere inserito nel “libretto rosso” come attività didattica.
“La partecipazione di una faculty così prestigiosa – dichiara il prof. Gerardo Iacopino - ci onora e onora una realtà che ha richiesto, in questi anni, il contributo di tanti attori. Ci inorgoglisce pensare che anni fa l'Università di Palermo non aveva una neurochirurgia e adesso c'è, è una realtà pronta a continuare a crescere, esattamente come ha fatto in passato, mantenendo dritto il timone su valori, prassi e obiettivi condivisi”.
La neurochirurgia universitaria di Palermo si è caratterizzata dalla sua nascita e in tutti questi anni per una particolare vocazione per la formazione e innovazione. Vi sono delle "unicità" quale ad esempio la possibilità di trattare in maniera non invasiva pazienti affetti da tremore di varia natura come quella parkinsoniana e praticare particolari tipologie di interventi chirurgici rivoluzionari mini invasivi sulla colonna vertebrale (primi in Europa). La neurochirurgia è un patrimonio dell'Università e della città di Palermo oltre che della realtà sanitaria siciliana e in questo momento culturale scientifico in cui ci confrontiamo con la realtà nazionale, vi saranno sicuramente ulteriori stimoli che oltre a confortare e confermare la strada percorsa, permetterà di ricevere quella necessaria motivazione e consapevolezza che assicurerà la sicurezza dei passi.