Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MAURIZIO VITELLA

Il restauro della lunetta dipinta: "Cristo e l'Eterno ai lati del mondo"

  • Autori: Candela, S.; Caramanna, S.; Vitella, M.; Megna, B.
  • Anno di pubblicazione: 2015
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/155219

Abstract

Oggetto del nostro contributo è lo studio ed il restauro della lunetta dipinta raffigurante “Cristo e l’Eterno ai lati del mondo” realizzata da Simone de Wobreck nel 1562. L’intervento è stato realizzato come prova abilitante alla professione nell’ambito delle attività laboratoriali del Cdl in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali, dell’Università di Palermo, con la direzione della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis [1]. Di particolare interesse è stato lo studio dell’opera in relazione alla tecnica esecutiva utilizzata dall’autore, allo stato di conservazione ed ai precedenti interventi che l’opera ha subito negli anni. La tavola dipinta raffigura Cristo e l’Eterno ai lati del mondo, affiancati rispettivamente da una coppia di putti immersi tra le nuvole su uno sfondo luminoso ed etereo. Il dipinto è stato realizzato insieme alla pala raffigurante la Pentecoste, per l’altare marmoreo dell’Ospedale Grande e Nuovo di Palermo, presso Palazzo Sclafani [2].