Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

GIACOMO TAGLIANI

L’immaginario audiovisivo di Daesh: estetiche e pratiche transmediali del terrore

Abstract

La comunicazione di Daesh ha definito un nuovo orizzonte iconologico nella Guerra al terrore, mostrando l’efficacia delle immagini nel diffondere la paura ben oltre l’effettivo potenziale militare. Questo intervento presenta una ricognizione delle principali traiettorie estetiche sviluppate dall’al-Hayāt Media Center delineando una tassonomia discorsiva basata su alcuni esempi salienti in grado di mostrare la complessità di questa strategia propagandistica. Il caso Daesh sembra assumere infatti un valore paradigmatico all’interno dello scenario mediale contemporaneo, interrogando gli spettatori sulle forme di negoziazione del senso tra chiusure immunitarie e prospettive comunitarie.