Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MASSIMO PRIVITERA

‘Guilbert juge de Jean-Jacques’ ovvero Yvette interpreta Rousseau

Abstract

Nell'articolo vengono presi in esame i due arrangiamenti di arie di Jean-Jacques Rousseau che il musicista ginevrino Gustave Ferrari ha fatto per la cantante parigina Yvette Guilbert, nei primi anni dieci del Novecento. Nella prima parte viene presentata la personalità di Yvette Guilbert, e come questa sia pervenuta alle musiche di Rousseau. Nella seconda parte vengono proposte analisi comparate delle composizioni originali di Rousseau e degli arrangiamenti di Ferrari: in questi ultimi le melodie originali sono rispettate (pur con qualche manipolazione nella distribuzione dei testi fra le strofe) e invece sono modificati gli accompagnamenti, che rispettano un certo gusto dell'originale, rivisitato però alla luce del gusto musicale parigino di inizio secolo.