Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

GASPARE CUCINELLA

IL vaccino quadrivalente anti-HPV: efficacia e sicurezza.

  • Autori: Perino, A.; Venezia, R.; Cucinella, G.; Alimondi, P.; Forlani, F.; Piazza, A.; Scozzaro, A.; Faraci, M.; Petronio, P.
  • Anno di pubblicazione: 2007
  • Tipologia: Articolo in rivista
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/25537

Abstract

La prevalenza globale del Papillomavirus (HPV) nelle neoplasie cervicali è maggiore del 90%. Il 70% delle donne si espone all'infezione da HPV almeno una volta nella vita: una su cinque può sviluppare il cancro. Il vaccino quadrivalente anti HPV 16, 18, 6 e 11 Sanofi Pasteur MSD (GARDASIL) ad azione profilattica ha come target il 70% dei casi di CIN 2/3 e di cancro cervicale, il 90% dei casi di condilomi genitali, il 30-35% dei casi di CIN. L'efficacia del vaccino è stata valutata in 4 studi clinici di fase II e III, randomizzati, in doppio cieco, verso placebo, che hanno coinvolto un totale di 20.583 donne dai 16 ai 26 anni d'età. I risultati di questo studio a 3 anni dalla sommministrazione del vaccino, hanno mostrato come il vaccino quadrivalente anti-HPV sia realmente efficace nell'impedire la formazione di CIN2/3 o AIS HPV-16/18 correlate, dimostrando quindi un'efficacia profilattica contro il cancro cervicale HPV-16/18 correlato, che rappresenta il 70% dei casi di cancro cervicale.