Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche

7. RISORSE UMANE

Come evidenziato in precedenza, il Dipartimento STEBICEF è fortemente coinvolto nell’erogazione dell’offerta formativa anche attraverso insegnamenti di base presso corsi di laurea incardinati su altri dipartimenti. Tuttavia, la componente principale in termini di unità di personale docente è quella dei ricercatori a tempo indeterminato i quali, negli anni, si sono sempre resi disponibili a coprire le esigenze didattiche, consentendo all’Ateneo di garantire agli studenti la qualità didattica, ricevendone significativi ristori economici. È di tutta evidenza che uno dei principali rischi riguardanti l’offerta formativa è il “dropout” dall’impegno didattico non obbligatorio da parte dei ricercatori che non vedano riconosciuto l’impegno profuso negli anni nell’ambito dell’attività didattica frontale. È quindi necessario consolidare e rendere stabile l’offerta formativa prevedendo una progressiva politica di avanzamento nella carriera dei ricercatori a tempo indeterminato, anche avvantaggiandosi delle possibilità offerte dalle eventuali procedure di chiamata diretta, possibili a normativa vigente fino al 31.12.2017.

Altro dato emergente, anche dalla tabella sotto riportata sulla situazione del personale, è quello delle cessazioni che rischiano di impoverire significativamente il dipartimento non solo in termini numerici ma anche in termini culturali, in funzione dei settori coinvolti. Per questo motivo è necessario provvedere ad una opportuna politica di reclutamento in termini di Ricercatori a tempo determinato, prevedendone nel medio lungo termine le posizioni lungo tutta la filiera RTDA, proroga, RTDB, anche stabilendone a priori il raggiungimento di obiettivi scientifici (ad es. parametri ASN) ed il coinvolgimento in corsi di laurea strategici per il dipartimento e l’Ateneo.

Infine, il Dipartimento STEBICEF per la sua elevata interdisciplinarietà ed il pieno coinvolgimento nell’offerta formativa propria e di altri dipartimenti, necessita di figure gestionali in grado di impostare, coordinare ed implementare tutte le azioni proposte per il raggiungimento degli obiettivi. Infatti, proprio la differenziazione dei settori rappresenta un punto di forza del dipartimento che necessita di consolidare la propria struttura facendo fronte alle numerose cessazioni occorse e previste nel triennio (vedi tabella), riguardanti principalmente figure gestionali nel ruolo di professori ordinari, dando al contempo spazio alle meritevoli aspettative di progressione di carriera dei giovani ricercatori che rappresentano il futuro del Dipartimento.

Pertanto, alla luce di quanto spora esposto, il Dipartimento prevede e auspica nel triennio 2016-2019 il reclutamento di:

  • 10        Professori ordinari
  • 20        Professori associati
  • 10        Ricercatori TDB
  • 10        Ricercatori TDA

Inoltre a supporto della didattica, dei progetti di ricerca e delle grandi attrezzature richiederà all’Ateneo l’assegnazione di:

  • 5          Unità di personale tecnico

Il reclutamento sarà programmato annualmente sulla base delle risorse messe a disposizione dall’Ateneo e rivolto a tutti i SSD rappresentati nel Dipartimento:

BIO/01 - Botanica Generale; BIO/02 - Botanica Sistematica; BIO/03 - Botanica Ambientale Applicata; BIO/04 - Fisiologia Vegetale; BIO/05 Zoologia; BIO/06 - Anatomia Comparata e Citologia;BIO/08 Antropologia; BIO/09 Fisiologia; BIO/10 Biochimica; BIO/11 - Biologia Molecolare; BIO/13 – Biologia Applicata; BIO/14 - Farmacologia; BIO/15 Biologia Farmaceutica; BIO/18 Genetica; BIO/19 -Microbiologia Generale; CHIM/01 - Chimica Analitica; CHIM/02 – Chimica Fisica; CHIM/03 - Chimica Generale e Inorganica; CHIM/06 - Chimica Organica; CHIM/08 - Chimica Farmaceutica;CHIM/09 - Farmaceutico Tecnologico Applicativo; CHIM/10 - Chimica degli Alimenti; CHIM/12 – Chimica dell’Ambiente e dei Beni Culturali; MED/04 - Patologia Generale.

Il reclutamento verrà orientato sulla base delle necessità espresse dai singoli corsi di studio per la loro attivazione, la loro sostenibilità ed il loro miglioramento, anche in funzione del carico in termini di CFU sostenuto da ogni settore scientifico disciplinare nei corsi di studio del dipartimento, nonché sui valori della VQR espressi dagli stessi.