Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scienze della Terra e del Mare

TERZA MISSIONE

Delegato alla TERZA MISSIONE – Prof. Gianluca Sarà

 

Le attività di Terza Missione del DiSTeM sono coerenti con le linee di indirizzo dell’Università degli Studi di Palermo. Il DiSTeM svolge un ruolo essenziale sul territorio che è caratterizzato da dinamiche complesse dal punto di vista ambientale, sociale ed economico; per tale motivo, quotidianamente, si interfaccia (e compete) con altre importanti realtà accademiche e di ricerca istituzionale regionali, nazionali e del Bacino del Mediterraneo.

L’ambiente, la sua gestione e le possibili azioni per il raggiungimento del “Good Environmental Status” (GES) in tutti gli habitat della Regione Sicilia - terrestri, dulciacquicoli (fluviali e lacustri) e marini - saranno l’obiettivo principale della ricerca del decennio 2020-2030. I ricercatori DiSTeM sono consapevoli che un tassello cruciale - tra gli altri - per raggiungere il GES sono la disseminazione e il trasferimento dei risultati della ricerca scientifica verso tutti gli strati sociali.

Il DiSTeM raccoglie il nucleo più folto di ricercatori UNIPA dei settori GEO e BIO che si occupa di ambiente oltre a molte altre competenze che trasversalmente toccano i temi ambientali. In DiSTeM, lo studio dell’ambiente è quindi il fil rouge ed è espresso attraverso tutte le possibili declinazioni disciplinari, dalla geofisica alla geochimica e alla mineralogia, dalla chimica alla biologia, botanica, zoologia ed ecologia. I ricercatori afferenti al DiSTeM operano con la promozione di interventi capaci di favorire la diffusione dei risultati dell’attività di ricerca, affinché contribuiscano allo sviluppo socio-economico del territorio, coinvolgendo attori esterni quali imprese, associazioni, organizzazioni nonchè il decision-making dell’ambito territoriale nel quale l'Università di Palermo si colloca.

Parecchie attività costituiscono preziosi fiori all’occhiello del Dipartimento e di UNIPA. Tra esse sicuramente è da annoverare la Collezione di Mineralogia che trasporta i visitatori in un mondo passato che ha avuto un forte impatto socio-economico-ambientale sul territorio siciliano. Essi sono esempi della forte propensione dei ricercatori del DiSTeM alla proiezione verso la società e si manifesta attraverso una intensa attività di trasferimento espletata con congressi scientifici, seminari, manifestazioni culturali, orientamento scolastico e percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento e formazione continua. Si diffondono altresì “saperi”, prospettive e competenze attraverso la comunicazione istituzionale, il Public Engagement (PE), le start up, gli spin off, i brevetti e le consulenze.

La presenza dei ricercatori del Dipartimento in un elevato numero di network scientifici regionali, nazionali ed internazionali facilita la disseminazione che è essenziale per raggiungere l’accettabilità territoriale della ricerca scientifica e degli aspetti innovativi ad essa correlati. Numerose sono, inoltre, le interazioni e il supporto scientifico con i tecnici che lavorano sul territorio e che nelle attività del DiSTeM e nei prodotti della ricerca trovano un punto di riferimento fondamentale per le azioni di management e sviluppo del territorio, soprattutto attraverso la continua comunicazione con gli ordini professionali.

Il DiSTeM promuove e attua svariate azioni destinate alla valorizzazione della ricerca per trasferire i risultati della ricerca al tessuto produttivo, e più in generale al territorio, per generare sviluppo e crescita sociale. Quest'attività si basa sulla forte propensione dei ricercatori del DiSTeM alla Blue Sky Research con la quale il Dipartimento alimenta le fasi di sviluppo pre-industriale (TRL 4-6) ed in qualche caso anche le fasi di applicazione (TRL ≥ 7). In tale contesto, il DiSTeM oltre ad essere stato promotore di attività di imprenditorialità accademica di spinoff, indirizza le proprie attività di ricerca scientifica al supporto, al servizio ed all’assistenza nei campi della vulcanologia, della geofisica, della geomorfologia, della geologia tecnica, della geologia, biologia ed ecologia marina, e della pianificazione territoriale sia marina che terrestre per la mitigazione dei rischi e dei conflitti negli ecosistemi terrestri e marini, con l’obiettivo di rendere l’azione umana più sostenibile.

Con il preciso obiettivo che scaturisce dalla formazione dei suoi ricercatori e che fa del DiSTeM un unicum in UNIPA, molti ricercatori del DiSTeM indirizzano la propria attività di ricerca al GES, e questo fa del DiSTeM il punto di riferimento territoriale per gli Enti Pubblici (Regione, Provincia, Assessorati, Riserve, Comuni) per informare il decision-making e per le PMI offrendo servizi di supporto e consulenza. Così l’offerta di indagini diagnostiche ed esplorative, di analisi geochimiche, geologiche, biologiche ed ecologiche, di analisi d'impatto ambientale, di studi, ricerche e consulenze per la progettazione e la gestione delle risorse naturali a terra e a mare – è divenuta il core di una ricca attività di conto terzi e di svariate collaborazioni-convenzioni con intermediari territoriali.