Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

D014 - ONCOLOGIA E CHIRURGIA SPERIMENTALI

Tematiche di ricerca e obiettivi formativi Ciclo XXXVI

Tematiche di ricerca



Argomenti principali

(Tematiche di ricerca in collaborazione con Antwerp University, KU Leuven, l’Università di Malta, Temple University)


Main Topics

(Topics in collaboration with Antwerp University, KU Leuven, University of Malta and Temple University)

- Fattori prognostici, predittivi ed endpoint surrogati di efficacia in Oncologia: nei tumori solidi la scelta del trattamento può essere condizionata in prima istanza dai fattori prognostici, che indicano l’evoluzione della malattia neoplastica indipendentemente dal trattamento e consentono una stratificazione dei pazienti in base all’utilità del trattamento; i fattori predittivi servono a selezionare quei pazienti che hanno maggiore probabilità di beneficiare del trattamento; gli endpoint surrogati dell’efficacia sono utili a identificare più precocemente i risultati del trattamento. Tutti questi fattori possono essere identificati su campioni biologici sia di tessuto tumorale che di sangue periferico o altri liquidi corporei. Vengono poi analizzati mediante tecniche di biologia molecolare capaci d’identificare modificazioni dell’espressione genica o mutazioni genetiche somatiche o germinali.

- Prognostic and predictive factors and surrogate endpoints of efficacy in Oncology: The decision-making in solid tumors could first be guided by prognostic factors, which provide information about the potential cancer evolution regardless to treatment and allow a cancer patients’ stratification according to the usefulness of cancer treatment; predictive factors are useful to select those patients who show higher probability for benefit from treatment; surrogate endpoints of efficacy are useful to identify earlier treatment outcomes. All these factors could be identified in biological samples including both tumor tissue and peripheral blood or other body fluids. Then these samples are analysed by molecular biology techniques to reveal gene expression changes or somatic and germinal gene mutations. 

- Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti”.

- Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target terapie: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments.

- Chirurgia Plastica e Ricostruttiva: i temi di ricerca, sia sperimentale che clinica, riguardano i diversi ambiti della chirurgia plastica, quali ad esempio, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano e degli arti, la chirurgia dei nervi, la microchirurgia e la supermicrochirurgia, la chirurgia dei genitali e della riassegnazione chirurgica del sesso. Rientrano, inoltre, in questa linea di ricerca, le sperimentazioni riguardanti il linfedema, gli allotrapianti di tessuti composti, la chirurgia robotica, i tumori cutanei e dei tessuti molli, la medicina e la chirurgia rigenerativa, l’anatomia chirurgica.

- Plastic and Reconstructive Surgery: research fields, both experimental and clinical, interest different aspect of plastic surgery, as breast surgery, hand and limbs surgery, microsurgery and supermicrosurgery, surgery of the genital area and gender reassignment surgery. This research line also includes lymphedema, composite tissue allotransplantation, robotic surgery, skin and soft tissue tumors, regenerative medicine and surgery, surgical anatomy.

- Ruolo dei microRNA nella carcinogenesi dei tumori solidi: I miRNA sono piccoli segmenti di RNA non codificanti di circa 21 nucleotidi che agiscono nella regolazione post-trascrizionale dell’espressione genica. La deregolazione dei miRNA è stata associata allo sviluppo e alla progressione tumorale. Pertanto la valutazione dei profili di espressione dei miRNA nel cancro può fornirci importanti mezzi per la comprensione dei meccanismi carcinogenetici. - Role of microRNA in carcinogenesis of solid tumors: miRNAs are small segments of noncoding RNAs of about 21 nucleotides that act in the post-transcriptional regulation of gene expression. The deregulation of miRNAs has been associated with the development and progression of tumors. Therefore the evaluation of miRNAs expression profile of modification in cancer can provide important tools for understanding carcinogenetic mechanisms.
- Chemiosensibilità e chemioresistenza: studi in vitro e su pazienti con patologia tumorale (pazienti inseriti nei protocolli Europei della Organizzazione Europea per la Ricerca e la Terapia del cancro, EORTC), cui il nostro Dipartimento collabora. Chemosensitivity and Chemoresistance: clinical and in vitro studies on cancer patient (patients included in the protocols of the European Organization for Research and Treatment of Cancer - EORTC), on which our Dept. is still working.
 - Oncologia dell’apparato genito-urinario: con particolare riferimento ad argomenti riguardanti eziopatogenesi, epidemiologia, prevenzione, marcatori, elaborazione statistica dei risultati ed impatto delle malattie neoplastiche e delle terapie sulla qualità della vita  - Urogenital oncology: paying attention to specific issues concerning etiology, epidemiology, prevention, markers, statistical analysis of outcomes and impact of cancer and treatment on quality of life.
   
Chirurgie sperimentali Experimental Surgeries
 - La medicina rigenerativa di tessuti attraverso l’azione delle cellule staminali mesenchimali emopoietiche o di origine adipose con fase di sperimentazione in vitro e in vivo su modello animale così come la crescita tridimensionale su scaffold. Anche utilizzo in vitro delle cellule staminali mesenchimali di origine pulpare e di origine gengivale nella rigenerazione ossea del distretto maxillo-facciale mediante le cellule staminali mesenchimali umane di origine pulpare e di origine gengivale.  - Regenerative medicine of tissues through the action of mesenchymal stem cells or hematopoietic origin adipose over that of a phase of experimentation in vitro and through in vivo studies in animal models as well as the growth of three-dimensional scaffolds. Also using in vitro mesenchymal stem cells from the pulp and gingivae in oral bone regeneration, in particular dental pulp stem cells and gingivae stem cells.
- Carcinoma squamo cellulare del cavo orale: Il carcinoma orale a cellule squamose costituisce circa il 90% di tutte le neoplasie maligne del cavo orale. Nonostante i progressi in campo diagnostico e terapeutico, la sua prognosi rimane scarsa a causa del ritardo diagnostico. E’ sempre più evidente l’importanza della multidisciplinareità sulla prognosi di tale neoplasia. Inoltre, la saliva potrebbe rappresentare un potenziale fluido per la diagnosi precoce mediante biomarcatori in essa presenti. - Squamous cell carcinoma of the oral cavity: constitutes about ninety percent of all oral malignancies. Despite of progress of diagnostic and therapeutic protocols, prognosis of oral squamous cell carcinoma (OSCC) remains poor, mainly owing to the diagnostic delay. It is always more evident that multidisciplinary approach is crucial for a better prognosis of oral cancer. Moreover, saliva It has been proposed saliva as a potential diagnostic fluid with useful biomarkers for early oral cancer detection.
- Utilizzo della tecnologia Optical Coherence Tomography (OCT) in fase diagnostica e di follow-up per lesioni (benigne e maligne) del cavo orale: L’OCT è una innovativa tecnologia ottica non invasiva in grado di fornire, in tempo reale, immagini tomografiche ad alta risoluzione dei tessuti molli. La sua applicazione in vivo metterà a confronto dati relativi ai rilievi effettuati con la metodica OCT vs quelli istopatologici di lesioni orali. - Optical Coherence Tomography (OCT): OCT is an innovative non-invasive optical technology that can provide, in real time, high-resolution tomographic images of oral lesions. Its in vivo application will compare OCT vs histopathology data.
- Osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) da farmaci o da radioterapia: L'osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) è una rara e grave patologia del distretto maxillo-facciale, strettamente correlata alla somministrazione di alcuni farmaci con attività anti-angiogenetica e/o anti-riassorbitiva (e.g. bifosfonati, denosumab, bevacizumab). Molti fattori di rischio sono stati già indagati sebbene ancora i meccanismi etiopatogenetici non siano del tutto chiari; è sempre più evidente la necessità di corretti protocolli di prevenzione I e II. Studi statistici di associazione retrospettivi e longitudinali sono di cruciale importanza nel valutare la robustezza dei dati, dei fattori di rischio e delle misure preventive. - Osteonecrosis of the jaw (ONJ) associated to drugs or radiotherapy: Osteonecrosis of the jaws (ONJ) is a rare and severe condition of the maxillo-facial district, related to administration of some antiangiogenic and/or anti-resorptive drugs (e.g. bisphosphonates, denosumab, bevacizumab). Many risk factors have been already investigated but not all is clear in terms of pathogenesis; the need for correct prevention protocols I and II is increasingly evident. Retrospective and longitudinal association statistics are of crucial importance in assessing the robustness of data, risk factors and preventive measures.
- Telemedicina Odontostomatologica: La telemedicina consiste nell'erogazione dell'assistenza sanitaria a distanza mediante l’utilizzo di tecnologie ICT (Information and Communication Technology) per lo scambio di dati corretti per la diagnosi, la terapia e la prevenzione di patologie (WHO, 1997). L’applicazione in campo odontostomatologico garantirebbe l’assistenza in prevenzione primaria dei pazienti neoplastici candidati a radioterapia/chemioterapia, a rischio di mucositi e sovrainfezioni, o di altri eventi avversi (e.g. ONJ) oppure già in corso delle suindicate terapia (prevenzione primaria e secondaria). L’analisi statistica risulta indispensabile nella valutazione dell’efficacia dell’intervento. - Teledentistry: Telemedicine warrants access to care and medical information by ICT (Information and Communication Technology technologies) to improve patient outcomes and to exchange correct information for the diagnosis, therapy and prevention of diseases. Teledentistry could guarantee assistance for primary prevention of cancer patients candidates for radiotherapy /chemotherapy, at risk often of mucositis and superinfection, or of other adverse events (e.g. ONJ) or in current chemo/radio-therapy (primary and secondary prevention).
Statistical analysis is crucial in assessing the effectiveness of the intervention.
- Studi sull’assorbimento dei farmaci attraverso la cavità orale: Ricerche mediante l’uso di modelli in vitro ed ex vivo rappresentano il razionale scientifico fondamentale per lo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici da applicare nella cavità orale ed includono i metodi chimici e fisici che promuovono l’assorbimento attraverso la mucosa. La formulazione e la caratterizzazione di sistemi innovativi bioadesivi a rilascio controllato di farmaco (compresse matriciali, film) possono costituire un beneficio non solo per il trattamento loco-regionale delle lesioni orali, ma anche, essendo un mezzo per migliorare l’assorbimento del farmaco, per ottenere effetti sistemici con la possibilità di un rilascio mirato del farmaco e della riduzione delle dosi da somministrare evitando un assorbimento aspecifico e gli effetti indesiderati dose-dipendenti. - Studies on drug absorption from the oral cavity: Researches by ex vivo and in vitro models represent the fundamental scientific rationale for the development of new pharmaceutical products to apply in the oral cavity, including chemical and physical methods to assist the mucosal drug absorption. Formulation and characterization of innovative bioadhesive drug delivery systems (matrix tablets, films) could be beneficial not only for the loco-regional treatment of oral lesions, but also, as enhancement tool for drug absorption, to give systemic effects with the opportunity of targeted drug delivery and in reducing doses of active avoiding unspecific absorption and dose-dependent unwanted effects.
- Profilazione genomica di nuova generazione basata sul sequenziamento del carcinoma ovarico sieroso di alta qualità. Storia naturale e risposta agli agenti chemioterapici: Analisi del singolo genoma del cancro in pazienti di cancro ovarico sieroso di alto grado dalla diagnosi primaria alla recidiva: tracciare la strada verso la medicina personalizzata e la terapia mirata. - Next generation sequencing-based genomic profiling in high-grade serous ovarian cancer. Natural history and response to chemotherapeutic agents: Analysis of the individual cancer genome in high-grade serous ovarian cancer patients from primary diagnosis to relapse: tracing the way to personalized medicine and targeted therapy.
- Fattori locali (microambientali) di prognosi nel carcinoma del cavo orale: Valutare l’effetto di alcune componenti del microambiente tumorale nel condizionare la prognosi dei pazienti affetti da tumori del cavo orale. In particolare verrà investigato il ruolo specifico del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze post-chirurgiche e/o post-chemioterapiche. I pazienti affetti da carcinoma del cavo orale afferenti a questa struttura universitaria vengono routinariamente inseriti all’interno del percorso clinico multidisciplinare GOTEC (gruppo oncologico testa e collo). Grazie alla collaborazione clinica e scientifica già avviata da anni tra oncologia, medicina orale e chirurgia plastica ricostruttiva la linea di ricerca mira a indagare il ruolo del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze post-chirurgiche e/o post-chemioterapiche, inoltre da valutare l’effetto della dieta nella modulazione del microbiota orale. - Local (micro-environmental) factors for prognosis in the oral carcinoma: To evaluate the effect of some components of the tumor microenvironment in conditioning the prognosis of patients with oral cancers. In particular, the specific role of the oral microbiota and of the exosomes on the onset of post-surgical and / or post-chemotherapeutic complications will be investigated. Patients with oral cancer are routinely inserted into the multidisciplinary clinical course GOTEC (head and neck cancer group). Thanks to the clinical and scientific collaboration already started for years between oncology, oral medicine and reconstructive plastic surgery, this line of research aims to investigate the role of the oral microbiota and exosomes on the onset of post-surgical and / or post-chemotherapeutic complications, in addition to evaluate the effect of diet in the modulation of oral microbiota.
 - COVID-19 e odontoiatria: Protocolli di sicurezza in odontoiatria e medicina orale per tutti gli agenti infettivi trasmissibili sulla poltrona del dentista. Tematiche volte a studiare le relazioni tra COVID e le variabili dentali/parodontali, investire risorse finanziarie adeguate ed evitare di esporre sia il team odontoiatrico che i pazienti a rischi prevenibili.  - COVID-19 and dentistry: Safety protocols in dentistry and oral medicine for all infectious agents transmittable at the dental chair.
To investigate relationships between COVID and dental/periodontal variables, to invest adequate financial resources and to avoid exposing both the dental team and patients to preventable risks.
- Disordini della Coagulazione: Correlazione tra test globali dell’emostasi e fenotipo emorragico in pazienti affetti da malattie emorragiche congenite e neoplasie ematologiche e/o solide (tematica per borsa co-finanziata da Takeda) - Clotting disorders: Correlation between global hemostasis tests and hemorrhagic phenotype in patients with congenital hemorrhagic diseases and hematological and/or solid malignancies (topic for scholarship co-financed byTakeda)

Tematiche di ricerca e obiettivi formativi Ciclo XXXV

Tematiche di ricerca



Argomenti principali

(Tematiche di Oncologia in collaborazione con Antwerp University e Temple University)

(Tematiche di Odontoiatria in collaborazione con Antwerp University, Temple University e l’Università di Malta)


Main Topics

(Oncological topics in collaboration with Antwerp University and Temple University)

(Dentistry topics in collaboration with Antwerp University, Temple University and the University of Malta)

Fattori prognostici, predittivi ed endpoint surrogati di efficacia in Oncologianei tumori solidi la scelta del trattamento può essere condizionata in prima istanza dai fattori prognostici, che indicano l’evoluzione della malattia neoplastica indipendentemente dal trattamento e consentono una stratificazione dei pazienti in base all’utilità del trattamento; i fattori predittivi servono a selezionare quei pazienti che hanno maggiore probabilità di beneficiare del trattamento; gli endpoint surrogati dell’efficacia sono utili a identificare più precocemente i risultati del trattamento. Tutti questi fattori possono essere identificati su campioni biologici sia di tessuto tumorale che di sangue periferico o altri liquidi corporei. Vengono poi analizzati mediante tecniche di biologia molecolare capaci d’identificare modificazioni dell’espressione genica o mutazioni genetiche somatiche o germinali.

Prognostic and predictive factors and surrogate endpoints of efficacy in Oncology: The decision-making in solid tumors could first be guided by prognostic factors, which provide information about the potential cancer evolution regardless to treatment and allow a cancer patients’ stratification according to the usefulness of cancer treatment; predictive factors are useful to select those patients who show higher probability for benefit from treatment; surrogate endpoints of efficacy are useful to identify earlier treatment outcomes. All these factors could be identified in biological samples including both tumor tissue and peripheral blood or other body fluids. Then these samples are analysed by molecular biology techniques to reveal gene expression changes or somatic and germinal gene mutations.

Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti”. Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target therapies: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments.

Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti”.

Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target terapie: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments.
Chirurgia Plastica e Ricostruttiva: i temi di ricerca, sia sperimentale che clinica, riguardano i diversi ambiti della chirurgia plastica, quali ad esempio, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano e degli arti, la chirurgia dei nervi, la microchirurgia e la supermicrochirurgia, la chirurgia dei genitali e della riassegnazione chirurgica del sesso. Rientrano, inoltre, in questa linea di ricerca, le sperimentazioni riguardanti il linfedema, gli allotrapianti di tessuti composti, la chirurgia robotica, i tumori cutanei e dei tessuti molli, la medicina e la chirurgia rigenerativa, l’anatomia chirurgica. Plastic and Reconstructive Surgery: research fields, both experimental and clinical, interest different aspect of plastic surgery, as breast surgery, hand and limbs surgery, microsurgery and supermicrosurgery, surgery of the genital area and gender reassignment surgery. This research line also includes lymphedema, composite tissue allotransplantation, robotic surgery, skin and soft tissue tumors, regenerative medicine and surgery, surgical anatomy.
Ruolo dei microRNA nella carcinogenesi dei tumori solidi: I miRNA sono piccoli segmenti di RNA non codificanti di circa 21 nucleotidi che agiscono nella regolazione post-trascrizionale dell’espressione genica. La deregolazione dei miRNA è stata associata allo sviluppo e alla progressione tumorale. Pertanto la valutazione dei profili di espressione dei miRNA nel cancro può fornirci importanti mezzi per la comprensione dei meccanismi carcinogenetici.

Role of microRNA in carcinogenesis of solid tumors: miRNAs are small segments of noncoding RNAs of about 21 nucleotides that act in the post-transcriptional regulation of gene expression. The deregulation of miRNAs has been associated with the development and progression of tumors. Therefore the evaluation of miRNAs expression profile of modification in cancer can provide important tools for understanding carcinogenetic mechanisms.

Chemiosensibilità e chemioresistenza: studi in vitro e su pazienti con patologia tumorale (pazienti inseriti nei protocolli Europei della Organizzazione Europea per la Ricerca e la Terapia del cancro, EORTC), cui il nostro Dipartimento collabora. Chemosensitivity and Chemoresistance: clinical and in vitro studies on cancer patient (patients included in the protocols of the European Organization for Research and Treatment of Cancer - EORTC), on which our Dept. is still working.
Oncologia dell’apparato genito-urinario: con particolare riferimento ad argomenti riguardanti eziopatogenesi, epidemiologia, prevenzione, marcatori, elaborazione statistica dei risultati ed impatto delle malattie neoplastiche e delle terapie sulla qualità della vita. Urogenital oncology: paying attention to specific issues concerning etiology, epidemiology, prevention, markers, statistical analysis of outcomes and impact of cancer and treatment on quality of life.


Chirurgie sperimentali


Experimental Surgeries

La medicina rigenerativa di tessuti attraverso l’azione delle cellule staminali mesenchimali emopoietiche o di origine adipose con fase di sperimentazione in vitro e in vivo su modello animale così come la crescita tridimensionale su scaffold. Anche utilizzo in vitro delle cellule staminali mesenchimali di origine pulpare e di origine gengivale nella rigenerazione ossea del distretto maxillo-facciale mediante le cellule staminali mesenchimali umane di origine pulpare e di origine gengivale. Regenerative medicine of tissues through the action of mesenchymal stem cells or hematopoietic origin adipose over that of a phase of experimentation in vitro and through in vivo studies in animal models as well as the growth of three-dimensional scaffolds. Also using in vitro mesenchymal stem cells from the pulp and gingivae in oral bone regeneration, in particular dental pulp stem cells and gingivae stem cells.
Carcinoma squamo cellulare del cavo orale: Il carcinoma orale a cellule squamose costituisce circa il 90% di tutte le neoplasie maligne del cavo orale. Nonostante i progressi in campo diagnostico e terapeutico, la sua prognosi rimane scarsa a causa del ritardo diagnostico. E’ sempre più evidente l’importanza della multidisciplinareità sulla prognosi di tale neoplasia. Inoltre, la saliva potrebbe rappresentare un potenziale fluido per la diagnosi precoce mediante biomarcatori in essa presenti.

Squamous cell carcinoma of the oral cavity: constitutes about ninety percent of all oral malignancies. Despite of progress of diagnostic and therapeutic protocols, prognosis of oral squamous cell carcinoma (OSCC) remains poor, mainly owing to the diagnostic delay. It is always more evident that multidisciplinary approach is crucial for a better prognosis of oral cancer. Moreover, saliva It has been proposed saliva as a potential diagnostic fluid with useful biomarkers for early oral cancer detection.

Utilizzo della tecnologia Optical Coherence Tomography (OCT) in fase diagnostica e di follow-up per lesioni (benigne e maligne) del cavo orale: l’OCT è una innovativa tecnologia ottica non invasiva in grado di fornire, in tempo reale, immagini tomografiche ad alta risoluzione dei tessuti molli. La sua applicazione in vivo metterà a confronto dati relativi ai rilievi effettuati con la metodica OCT vs quelli istopatologici di lesioni orali.

Optical Coherence Tomography (OCT): OCT is an innovative non-invasive optical technology that can provide, in real time, high-resolution tomographic images of oral lesions. Its in vivo application will compare OCT vs histopathology data.

Osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) da farmaci o da radioterapia: l'osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) è una rara e grave patologia del distretto maxillo-facciale, strettamente correlata alla somministrazione di alcuni farmaci con attività anti-angiogenetica e/o anti-riassorbitiva (e.g. bifosfonati, denosumab, bevacizumab). Molti fattori di rischio sono stati già indagati sebbene ancora i meccanismi etiopatogenetici non siano del tutto chiari; è sempre più evidente la necessità di corretti protocolli di prevenzione I e II. Studi statistici di associazione retrospettivi e longitudinali sono di cruciale importanza nel valutare la robustezza dei dati, dei fattori di rischio e delle misure preventive.

Osteonecrosis of the jaw (ONJ) associated to drugs or radiotherapy: Osteonecrosis of the jaws (ONJ) is a rare and severe condition of the maxillo-facial district, related to administration of some antiangiogenic and/or anti-resorptive drugs (e.g. bisphosphonates, denosumab, bevacizumab). Many risk factors have been already investigated but not all is clear in terms of pathogenesis; the need for correct prevention protocols I and II is increasingly evident. Retrospective and longitudinal association statistics are of crucial importance in assessing the robustness of data, risk factors and preventive measures.

Telemedicina Odontostomatologica: la telemedicina consiste nell'erogazione dell'assistenza sanitaria a distanza mediante l’utilizzo di tecnologie ICT (Information and Communication Technology) per lo scambio di dati corretti per la diagnosi, la terapia e la prevenzione di patologie (WHO, 1997). L’applicazione in campo odontostomatologico garantirebbe l’assistenza in prevenzione primaria dei pazienti neoplastici candidati a radioterapia/chemioterapia, a rischio di mucositi e sovrainfezioni, o di altri eventi avversi (e.g. ONJ) oppure già in corso delle suindicate terapia (prevenzione primaria e secondaria). L’analisi statistica risulta indispensabile nella valutazione dell’efficacia dell’intervento.

Teledentistry: telemedicine warrants access to care and medical information by ICT (Information and Communication Technology technologies) to improve patient outcomes and to exchange correct information for the diagnosis, therapy and prevention of diseases. Teledentistry could guarantee assistance for primary prevention of cancer patients candidates for radiotherapy /chemotherapy, at risk often of mucositis and superinfection, or of other adverse events (e.g. ONJ) or in current chemo/radio-therapy (primary and secondary prevention). Statistical analysis is crucial in assessing the effectiveness of the intervention.

Studi sull’assorbimento dei farmaci attraverso la cavità orale: Ricerche mediante l’uso di modelli in vitro ed ex vivo rappresentano il razionale scientifico fondamentale per lo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici da applicare nella cavità orale ed includono i metodi chimici e fisici che promuovono l’assorbimento attraverso la mucosa. La formulazione e la caratterizzazione di sistemi innovativi bioadesivi a rilascio controllato di farmaco (compresse matriciali, film) possono costituire un beneficio non solo per il trattamento locoregionale delle lesioni orali, ma anche, essendo un mezzo per migliorare l’assorbimento del farmaco, per ottenere effetti sistemici con la possibilità di un rilascio mirato del farmaco e della riduzione delle dosi da somministrare evitando un assorbimento aspecifico e gli effetti indesiderati dose-dipendenti.

Studies on drug absorption from the oral cavity: Researches by ex vivo and in vitro models represent the fundamental scientific rationale for the development of new pharmaceutical products to apply in the oral cavity, including chemical and physical methods to assist the mucosal drug absorption. Formulation and characterization of innovative bioadhesive drug delivery systems (matrix tablets, films) could be beneficial not only for the loco-regional treatment of oral lesions, but also, as enhancement tool for drug absorption, to give systemic effects with the opportunity of targeted drug delivery and in reducing doses of active avoiding unspecific absorption and dose-dependent unwanted effects.

Profilazione genomica di nuova generazione basata sul sequenziamento del carcinoma ovarico sieroso di alta qualità. Storia naturale e risposta agli agenti chemioterapici.

Analisi del singolo genoma del cancro in pazienti di cancro ovarico sieroso di alto grado dalla diagnosi primaria alla recidiva: tracciare la strada verso la medicina personalizzata e la terapia mirata.

Next generation sequencing-based genomic profiling in high-grade serous ovarian cancer. Natural history and response to chemotherapeutic agents.

Analysis of the individual cancer genome in high-grade serous ovarian cancer patients from primary diagnosis to relapse: tracing the way to personalized medicine and targeted therapy.

Fattori locali (microambientali) di prognosi nel carcinoma del cavo orale.

Valutare l’effetto di alcune componenti del microambiente tumorale nel condizionare la prognosi dei pazienti affetti da tumori del cavo orale. In particolare verrà investigato il ruolo specifico del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze postchirurgiche e/o post-chemioterapiche. I pazienti affetti da carcinoma del cavo orale afferenti a questa struttura universitaria vengono routinariamente inseriti all’interno del percorso clinico multidisciplinare GOTEC (gruppo oncologico testa e collo). Grazie alla collaborazione clinica e scientifica già avviata da anni tra oncologia, medicina orale e chirurgia plastica ricostruttiva la linea di ricerca mira a indagare il ruolo del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze post-chirurgiche e/o post-chemioterapiche, inoltre da valutare l’effetto della dieta nella modulazione del microbiota orale.

Local (micro-environmental) factors for prognosis in the oral carcinoma.

To evaluate the effect of some components of the tumor microenvironment in conditioning the prognosis of patients with oral cancers. In particular, the specific role of the oral microbiota and of the exosomes on the onset of post-surgical and / or postchemotherapeutic complications will be investigated. Patients with oral cancer are routinely inserted into the multidisciplinary clinical course GOTEC (head and neck cancer group). Thanks to the clinical and scientific collaboration already started for years between oncology, oral medicine and reconstructive plastic surgery, this line of research aims to investigate the role of the oral microbiota and exosomes on the onset of post-surgical and / or post-chemotherapeutic complications, in addition to evaluate the effect of diet in the modulation of oral microbiota.

 

Progetto dottorato - Oncologia e chirurgia sperimentali - XXXV ciclo

Tematiche di ricerca e obiettivi formativi Ciclo XXXIV

Tematiche di ricerca



Argomenti principali

(Tematiche di Oncologia in collaborazione con Antwerp University e Temple University)

(Tematiche di Odontoiatria in collaborazione con Antwerp University, Temple University e l’Università di Malta)


Main Topics

(Oncological topics in collaboration with Antwerp University and Temple University)

(Dentistry topics in collaboration with Antwerp University, Temple University and the University of Malta)

Fattori prognostici, predittivi ed endpoint surrogati di efficacia in Oncologia: nei tumori solidi la scelta del trattamento può essere condizionata in prima istanza dai fattori prognostici, che indicano l’evoluzione della malattia neoplastica indipendentemente dal trattamento e consentono una stratificazione dei pazienti in base all’utilità del trattamento; i fattori predittivi servono a selezionare quei pazienti che hanno maggiore probabilità di beneficiare del trattamento; gli endpoint surrogati dell’efficacia sono utili a identificare più precocemente i risultati del trattamento. Tutti questi fattori possono essere identificati su campioni biologici sia di tessuto tumorale che di sangue periferico o altri liquidi corporei. Vengono poi analizzati mediante tecniche di biologia molecolare capaci d’identificare modificazioni dell’espressione genica o mutazioni genetiche somatiche o germinali.

Prognostic and predictive factors and surrogate endpoints of efficacy in Oncology: The decision-making in solid tumors could first be guided by prognostic factors, which provide information about the potential cancer evolution regardless to treatment and allow a cancer patients’ stratification according to the usefulness of cancer treatment; predictive factors are useful to select those patients who show higher probability for benefit from treatment; surrogate endpoints of efficacy are useful to identify earlier treatment outcomes. All these factors could be identified in biological samples including both tumor tissue and peripheral blood or other body fluids. Then these samples are analysed by molecular biology techniques to reveal gene expression changes or somatic and germinal gene mutations.

Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti”. Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target therapies: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments.
Chirurgia Plastica e Ricostruttiva: i temi di ricerca, sia sperimentale che clinica, riguardano i diversi ambiti della chirurgia plastica, quali ad esempio, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano e degli arti, la chirurgia dei nervi, la microchirurgia e la supermicrochirurgia, la chirurgia dei genitali e della riassegnazione chirurgica del sesso. Rientrano, inoltre, in questa linea di ricerca, le sperimentazioni riguardanti il linfedema, gli allotrapianti di tessuti composti, la chirurgia robotica, i tumori cutanei e dei tessuti molli, la medicina e la chirurgia rigenerativa, l’anatomia chirurgica. Plastic and Reconstructive Surgery: research fields, both experimental and clinical, interest different aspect of plastic surgery, as breast surgery, hand and limbs surgery, microsurgery and supermicrosurgery, surgery of the genital area and gender reassignment surgery. This research line also includes lymphedema, composite tissue allotransplantation, robotic surgery, skin and soft tissue tumors, regenerative medicine and surgery, surgical anatomy.
Ruolo dei microRNA nella carcinogenesi dei tumori solidi: I miRNA sono piccoli segmenti di RNA non codificanti di circa 21 nucleotidi che agiscono nella regolazione post-trascrizionale dell’espressione genica. La deregolazione dei miRNA è stata associata allo sviluppo e alla progressione tumorale. Pertanto la valutazione dei profili di espressione dei miRNA nel cancro può fornirci importanti mezzi per la comprensione dei meccanismi carcinogenetici.

Role of microRNA in carcinogenesis of solid tumors: miRNAs are small segments of noncoding RNAs of about 21 nucleotides that act in the post-transcriptional regulation of gene expression. The deregulation of miRNAs has been associated with the development and progression of tumors. Therefore the evaluation of miRNAs expression profile of modification in cancer can provide important tools for understanding carcinogenetic mechanisms.

Chemiosensibilità e chemioresistenza: studi in vitro e su pazienti con patologia tumorale (pazienti inseriti nei protocolli Europei della Organizzazione Europea per la Ricerca e la Terapia del cancro, EORTC), cui il nostro Dipartimento collabora. Chemosensitivity and Chemoresistance: clinical and in vitro studies on cancer patient (patients included in the protocols of the European Organization for Research and Treatment of Cancer - EORTC), on which our Dept. is still working.
Oncologia dell’apparato genito-urinario: con particolare riferimento ad argomenti riguardanti eziopatogenesi, epidemiologia, prevenzione, marcatori, elaborazione statistica dei risultati ed impatto delle malattie neoplastiche e delle terapie sulla qualità della vita. Urogenital oncology: paying attention to specific issues concerning etiology, epidemiology, prevention, markers, statistical analysis of outcomes and impact of cancer and treatment on quality of life.


Chirurgie sperimentali


Experimental Surgeries

La medicina rigenerativa di tessuti attraverso l’azione delle cellule staminali mesenchimali emopoietiche o di origine adipose con fase di sperimentazione in vitro e in vivo su modello animale così come la crescita tridimensionale su scaffold. Anche utilizzo in vitro delle cellule staminali mesenchimali di origine pulpare e di origine gengivale nella rigenerazione ossea del distretto maxillo-facciale mediante le cellule staminali mesenchimali umane di origine pulpare e di origine gengivale. Regenerative medicine of tissues through the action of mesenchymal stem cells or hematopoietic origin adipose over that of a phase of experimentation in vitro and through in vivo studies in animal models as well as the growth of three-dimensional scaffolds. Also using in vitro mesenchymal stem cells from the pulp and gingivae in oral bone regeneration, in particular dental pulp stem cells and gingivae stem cells.
Carcinoma squamo cellulare del cavo orale: Il carcinoma orale a cellule squamose costituisce circa il 90% di tutte le neoplasie maligne del cavo orale. Nonostante i progressi in campo diagnostico e terapeutico, la sua prognosi rimane scarsa a causa del ritardo diagnostico. E’ sempre più evidente l’importanza della multidisciplinareità sulla prognosi di tale neoplasia. Inoltre, la saliva potrebbe rappresentare un potenziale fluido per la diagnosi precoce mediante biomarcatori in essa presenti.

Squamous cell carcinoma of the oral cavity: constitutes about ninety percent of all oral malignancies. Despite of progress of diagnostic and therapeutic protocols, prognosis of oral squamous cell carcinoma (OSCC) remains poor, mainly owing to the diagnostic delay. It is always more evident that multidisciplinary approach is crucial for a better prognosis of oral cancer. Moreover, saliva It has been proposed saliva as a potential diagnostic fluid with useful biomarkers for early oral cancer detection.

Utilizzo della tecnologia Optical Coherence Tomography (OCT) in fase diagnostica e di follow-up per lesioni (benigne e maligne) del cavo orale: l’OCT è una innovativa tecnologia ottica non invasiva in grado di fornire, in tempo reale, immagini tomografiche ad alta risoluzione dei tessuti molli. La sua applicazione in vivo metterà a confronto dati relativi ai rilievi effettuati con la metodica OCT vs quelli istopatologici di lesioni orali.

Optical Coherence Tomography (OCT): OCT is an innovative non-invasive optical technology that can provide, in real time, high-resolution tomographic images of oral lesions. Its in vivo application will compare OCT vs histopathology data.

Osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) da farmaci o da radioterapia: l'osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) è una rara e grave patologia del distretto maxillo-facciale, strettamente correlata alla somministrazione di alcuni farmaci con attività anti-angiogenetica e/o anti-riassorbitiva (e.g. bifosfonati, denosumab, bevacizumab). Molti fattori di rischio sono stati già indagati sebbene ancora i meccanismi etiopatogenetici non siano del tutto chiari; è sempre più evidente la necessità di corretti protocolli di prevenzione I e II. Studi statistici di associazione retrospettivi e longitudinali sono di cruciale importanza nel valutare la robustezza dei dati, dei fattori di rischio e delle misure preventive.

Osteonecrosis of the jaw (ONJ) associated to drugs or radiotherapy: Osteonecrosis of the jaws (ONJ) is a rare and severe condition of the maxillo-facial district, related to administration of some antiangiogenic and/or anti-resorptive drugs (e.g. bisphosphonates, denosumab, bevacizumab). Many risk factors have been already investigated but not all is clear in terms of pathogenesis; the need for correct prevention protocols I and II is increasingly evident. Retrospective and longitudinal association statistics are of crucial importance in assessing the robustness of data, risk factors and preventive measures.

Telemedicina Odontostomatologica: la telemedicina consiste nell'erogazione dell'assistenza sanitaria a distanza mediante l’utilizzo di tecnologie ICT (Information and Communication Technology) per lo scambio di dati corretti per la diagnosi, la terapia e la prevenzione di patologie (WHO, 1997). L’applicazione in campo odontostomatologico garantirebbe l’assistenza in prevenzione primaria dei pazienti neoplastici candidati a radioterapia/chemioterapia, a rischio di mucositi e sovrainfezioni, o di altri eventi avversi (e.g. ONJ) oppure già in corso delle suindicate terapia (prevenzione primaria e secondaria). L’analisi statistica risulta indispensabile nella valutazione dell’efficacia dell’intervento.

Teledentistry: telemedicine warrants access to care and medical information by ICT (Information and Communication Technology technologies) to improve patient outcomes and to exchange correct information for the diagnosis, therapy and prevention of diseases. Teledentistry could guarantee assistance for primary prevention of cancer patients candidates for radiotherapy /chemotherapy, at risk often of mucositis and superinfection, or of other adverse events (e.g. ONJ) or in current chemo/radio-therapy (primary and secondary prevention). Statistical analysis is crucial in assessing the effectiveness of the intervention.

Studi sull’assorbimento dei farmaci attraverso la cavità orale: Ricerche mediante l’uso di modelli in vitro ed ex vivo rappresentano il razionale scientifico fondamentale per lo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici da applicare nella cavità orale ed includono i metodi chimici e fisici che promuovono l’assorbimento attraverso la mucosa. La formulazione e la caratterizzazione di sistemi innovativi bioadesivi a rilascio controllato di farmaco (compresse matriciali, film) possono costituire un beneficio non solo per il trattamento locoregionale delle lesioni orali, ma anche, essendo un mezzo per migliorare l’assorbimento del farmaco, per ottenere effetti sistemici con la possibilità di un rilascio mirato del farmaco e della riduzione delle dosi da somministrare evitando un assorbimento aspecifico e gli effetti indesiderati dose-dipendenti.

Studies on drug absorption from the oral cavity: Researches by ex vivo and in vitro models represent the fundamental scientific rationale for the development of new pharmaceutical products to apply in the oral cavity, including chemical and physical methods to assist the mucosal drug absorption. Formulation and characterization of innovative bioadhesive drug delivery systems (matrix tablets, films) could be beneficial not only for the loco-regional treatment of oral lesions, but also, as enhancement tool for drug absorption, to give systemic effects with the opportunity of targeted drug delivery and in reducing doses of active avoiding unspecific absorption and dose-dependent unwanted effects.

Profilazione genomica di nuova generazione basata sul sequenziamento del carcinoma ovarico sieroso di alta qualità. Storia naturale e risposta agli agenti chemioterapici.

Analisi del singolo genoma del cancro in pazienti di cancro ovarico sieroso di alto grado dalla diagnosi primaria alla recidiva: tracciare la strada verso la medicina personalizzata e la terapia mirata.

Next generation sequencing-based genomic profiling in high-grade serous ovarian cancer. Natural history and response to chemotherapeutic agents.

Analysis of the individual cancer genome in high-grade serous ovarian cancer patients from primary diagnosis to relapse: tracing the way to personalized medicine and targeted therapy.

Variazioni del fenotipo emorragico in pazienti oncologici affetti da malattie emorragiche congenite: correlazione tra fenotipo e genotipo.

La aspettativa di vita di pazienti affetti da malattie emorragiche congenite (IBDs), sta aumentando e con essa anche il rischio di malattie correlate ad invecchiamento incluso il cancro. Le specifiche alterazione del sistema emostatico correlate a neoplasia potrebbero condizionare il fenotipo clinico emorragico di pazienti affetti da IBDs.

Changes in haemorrhagic phenotype in cancer patients affected by congenital hemorrhagic disease: correlation between phenotype and genotype. 

Patients with inherited bleeding disorders (IBDs) are ageing and they suffer from agerelated comorbidities including cancer. The peculiar coagulation derangements related to cancer may affect the bleeding phenotype of patients with IBDs.

Fattori locali (microambientali) di prognosi nel carcinoma del cavo orale.

Valutare l’effetto di alcune componenti del microambiente tumorale nel condizionare la prognosi dei pazienti affetti da tumori del cavo orale. In particolare verrà investigato il ruolo specifico del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze postchirurgiche e/o post-chemioterapiche. I pazienti affetti da carcinoma del cavo orale afferenti a questa struttura universitaria vengono routinariamente inseriti all’interno del percorso clinico multidisciplinare GOTEC (gruppo oncologico testa e collo). Grazie alla collaborazione clinica e scientifica già avviata da anni tra oncologia, medicina orale e chirurgia plastica ricostruttiva la linea di ricerca mira a indagare il ruolo del microbiota orale e degli esosomi sull’insorgenza di complicanze post-chirurgiche e/o post-chemioterapiche, inoltre da valutare l’effetto della dieta nella modulazione del microbiota orale.

Local (micro-environmental) factors for prognosis in the oral carcinoma.

To evaluate the effect of some components of the tumor microenvironment in conditioning the prognosis of patients with oral cancers. In particular, the specific role of the oral microbiota and of the exosomes on the onset of post-surgical and / or postchemotherapeutic complications will be investigated. Patients with oral cancer are routinely inserted into the multidisciplinary clinical course GOTEC (head and neck cancer group). Thanks to the clinical and scientific collaboration already started for years between oncology, oral medicine and reconstructive plastic surgery, this line of research aims to investigate the role of the oral microbiota and exosomes on the onset of post-surgical and / or post-chemotherapeutic complications, in addition to evaluate the effect of diet in the modulation of oral microbiota.

 

Progetto dottorato - Oncologia e chirurgia sperimentali - XXXIV ciclo

Tematiche di ricerca e obiettivi formativi Ciclo XXXIII

Tematiche di ricerca



Argomenti principali


Main Topics

Fattori prognostici, predittivi ed endpoint surrogati di efficacia in Oncologia: nei tumori solidi la scelta del trattamento può essere condizionata in prima istanza dai fattori prognostici, che indicano l’evoluzione della malattia neoplastica indipendentemente dal trattamento e consentono una stratificazione dei pazienti in base all’utilità del trattamento; i fattori predittivi servono a selezionare quei pazienti che hanno maggiore probabilità di beneficiare del trattamento; gli endpoint surrogati dell’efficacia sono utili a identificare più precocemente i risultati del trattamento. Tutti questi fattori possono essere identificati su campioni biologici sia di tessuto tumorale che di sangue periferico o altri liquidi corporei. Vengono poi analizzati mediante tecniche di biologia molecolare capaci d’identificare modificazioni dell’espressione genica o mutazioni genetiche somatiche o germinali. Prognostic and predictive factors and surrogate endpoints of efficacy in Oncology: The decision-making in solid tumors could first be guided by prognostic factors, which provide information about the potential cancer evolution regardless to treatment and allow a cancer patients’ stratification according to the usefulness of cancer treatment; predictive factors are useful to select those patients who show higher probability for benefit from treatment; surrogate endpoints of efficacy are useful to identify earlier treatment outcomes. All these factors could be identified in biological samples including both tumor tissue and peripheral blood or other body fluids. Then these samples are analysed by molecular biology techniques to reveal gene expression changes or somatic and germinal gene mutations.
Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti”. Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target terapie: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments.
Chirurgia Plastica e Ricostruttiva: i temi di ricerca, sia sperimentale che clinica, riguardano i diversi ambiti della chirurgia plastica, quali ad esempio, la chirurgia della mammella, la chirurgia della mano e degli arti, la chirurgia dei nervi, la microchirurgia e la supermicrochirurgia, la chirurgia dei genitali e della riassegnazione chirurgica del sesso. Rientrano, inoltre, in questa linea di ricerca, le sperimentazioni riguardanti il linfedema, gli allotrapianti di tessuti composti, la chirurgia robotica, i tumori cutanei e dei tessuti molli, la medicina e la chirurgia rigenerativa, l’anatomia chirurgica. Plastic and Reconstructive Surgery: research fields, both experimental and clinical, interest different aspect of plastic surgery, as breast surgery, hand and limbs surgery, microsurgery and supermicrosurgery, surgery of the genital area and gender reassignment surgery. This research line also includes lymphedema, composite tissue allotransplantation, robotic surgery, skin and soft tissue tumors, regenerative medicine and surgery, surgical anatomy.
Ruolo dei microRNA nella carcinogenesi dei tumori solidi: I miRNA sono piccoli segmenti di RNA non codificanti di circa 21 nucleotidi che agiscono nella regolazione post-trascrizionale dell’espressione genica. La deregolazione dei miRNA è stata associata allo sviluppo e alla progressione tumorale. Pertanto la valutazione dei profili di espressione dei miRNA nel cancro può fornirci importanti mezzi per la comprensione dei meccanismi carcinogenetici. Role of microRNA in carcinogenesis of solid tumors: miRNAs are small segments of noncoding RNAs of about 21 nucleotides that act in the post-transcriptional regulation of gene expression. The deregulation of miRNAs has been associated with the development and progression of tumors. Therefore the evaluation of miRNAs expression profile of modification in cancer can provide important tools for understanding carcinogenetic mechanisms.
Chemiosensibilità e chemioresistenza: studi in vitro e su pazienti con patologia tumorale (pazienti inseriti nei protocolli Europei della Organizzazione Europea per la Ricerca e la Terapia del cancro, EORTC), cui il nostro Dipartimento collabora. Chemosensitivity and Chemoresistance: clinical and in vitro studies on cancer patient (patients included in the protocols of the European Organization for Research and Treatment of Cancer - EORTC), on which our Dept. is still working.
Oncologia dell’apparato genito-urinario: con particolare riferimento ad argomenti riguardanti eziopatogenesi, epidemiologia, prevenzione, marcatori, elaborazione statistica dei risultati ed impatto delle malattie neoplastiche e delle terapie sulla qualità della vita. Urogenital oncology: paying attention to specific issues concerning etiology, epidemiology, prevention, markers, statistical analysis of outcomes and impact of cancer and treatment on quality of life.


Chirurgie sperimentali


Experimental Surgeries

La medicina rigenerativa di tessuti attraverso l’azione delle cellule staminali mesenchimali emopoietiche o di origine adipose con fase di sperimentazione in vitro e  in vivo su modello animale così come la crescita tridimensionale su scaffold.  Anche utilizzo in vitro delle cellule staminali mesenchimali di origine pulpare e di origine gengivale nella rigenerazione ossea del distretto maxillo-facciale mediante  le cellule staminali mesenchimali umane di origine pulpare e di origine gengivale. Regenerative medicine of tissues through the action of mesenchymal stem cells or hematopoietic origin adipose over that of a phase of experimentation in vitro and through in vivo studies in animal models as well as the growth of three-dimensional scaffolds. Also using in vitro mesenchymal stem cells from the pulp and gingivae in oral bone regeneration, in particular dental pulp stem cells and gingivae stem cells.
Carcinoma squamo cellulare del cavo orale: Il carcinoma orale a cellule squamose costituisce circa il 90% di tutte le neoplasie maligne del cavo orale. Nonostante i progressi in campo diagnostico e terapeutico, la sua prognosi rimane scarsa a causa del ritardo diagnostico. E’ sempre più evidente l’importanza della multidisciplinareità sulla prognosi di tale neoplasia. Inoltre, la saliva potrebbe rappresentare un potenziale fluido per la diagnosi precoce mediante biomarcatori in essa presenti. Squamous cell carcinoma of the oral cavity: constitutes about ninety percent of all oral malignancies. Despite of progress of diagnostic and therapeutic protocols,  prognosis of oral squamous cell carcinoma (OSCC) remains poor, mainly owing to the diagnostic delay. It is always more evident that multidisciplinary approach is crucial for a better prognosis of oral cancer. Moreover, saliva It has been proposed saliva as a potential diagnostic fluid with useful biomarkers for early oral cancer detection.

Utilizzo della tecnologia Optical Coherence Tomography (OCT) in fase diagnostica e di follow-up per lesioni (benigne e maligne) del cavo orale.
L’OCT è una innovativa tecnologia ottica non invasiva in grado di fornire, in tempo reale, immagini tomografiche ad alta risoluzione dei tessuti molli. La sua applicazione in vivo metterà a confronto dati relativi ai rilievi effettuati con la metodica OCT vs quelli istopatologici di lesioni orali.

Optical Coherence Tomography (OCT): OCT is an innovative non-invasive optical technology that can provide, in real time, high-resolution tomographic images of oral lesions. Its in vivo application will compare OCT vs histopathology data.
Osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ): L'osteonecrosi delle ossa mascellari (ONJ) è una rara e grave patologia del distretto maxillo-facciale, strettamente correlata alla somministrazione di alcuni farmaci con attività antiangiogenetica e/o antiriassorbitiva (e.g. bifosfonati, denosumab, bevacizumab). Molti fattori di rischio sono stati già indagati sebbene ancora i meccanismi etiopatogenetici non siano del tutto chiari. Pharmacogenetics of drugs related to Osteonecrosis of the jaw (ONJ)Osteonecrosis of the jaws (ONJ) is a rare and severe condition of the maxillo-facial district, related to administration of some antiangiogenic and/or antiresorptive drugs (e.g. bisphosphonates, denosumab, bevacizumab). Many risk factors have been already investigated but not all is clear in terms of etiopathogenesis.

Telemedicina Odontostomatologica: La telemedicina consiste nell'erogazione dell'assistenza sanitaria a distanza mediante l’utilizzo di tecnologie ICT (Information and Communication Technology) per lo scambio di dati corretti per la diagnosi, la terapia e la prevenzione di patologie (WHO, 1997). L’applicazione in campo odontostomatologico garantirebbe l’assistenza in prevenzione primaria dei pazienti neoplastici candidati a radioterapia/chemioterapia, a rischio di mucositi e sovrainfezioni, o di altri eventi avversi (e.g. ONJ) oppure già in corso delle suindicate terapia (prevenzione primaria e secondaria).

Teledentistry: Telemedicine warrants access to care and medical information by ICT (Information and Communication Technology technologies) to improve patient outcomes and to exchange correct information for the diagnosis, therapy and prevention of diseases. Teledentistry could guarantee assistance for primary prevention of cancer patients candidates for radiotherapy /chemotherapy, at risk often of mucositis and superinfection, or of other adverse events (e.g. ONJ) or in current chemo/radio-therapy (primary and secondary prevention).

Ricerche in tema di psico-oncologia: ruolo delle metodiche di psico-oncologia nel percorso educazionale del personale sanitario che ha in cura pazienti affetti da neoplasie ematologiche. La Psico-oncologia svolge un ruolo crescente nella accettazione della patologia tumorale da parte del paziente, considerando che, in campo ematologico, la maggior parte delle patologie tumorali hanno acquisito andamento cronico grazie alle innovazioni terapeutiche. La ricerca di percorsi di psico-oncologia, basate su metodiche educazionali e di metodologia applicata all’identificazione del rischio clinico, costituisce l'elemento cardine dell'acquisizione di adeguata competenza alla gestione delle problematiche “non organiche” del paziente oncologico.

Researches on Psycho-Oncology: role of Psycho-Oncology Methods in the Educational Perspective of Healthcare Personnel in Treatment of Patients with Hematopoietic Neoplasms. Psycho-oncology plays an increasing role in the acceptance of tumor diagnosis by the patient, considering that in the field of hematology most cancers have gained chronic progression through therapeutic innovations. The research of educational methods, clinical risk identification and clinical methodology, provides the appropriate expertise in managing the "non-organic" problems of the cancer patient.
Patologie emorragiche acquisite in pazienti affetti da neoplasie ematologiche: il trattamento delle patologie emorragiche acquisite della coagulazione nei pazienti affetti da neoplasie ematologiche rappresenta un elemento essenziale di grande rilievo rispetto alla complessità dei quadri clinici e alla necessità di controllare complicanze potenzialmente fatali. La prevalenza di deficit emorragici acquisiti nei pazienti affetti da neoplasie ematologiche è infatti non trascurabile, le caratteristiche di presentazione clinica possono infatti essere di non univoca interpretazione rispetto alla frequente coesistenza di piastrinopenia secondaria a chemioterapia. Obiettivo della linea di ricreca sarà definire le caratteristiche e modalità di presentazione clinica delle patologie emorragiche acquisite, ottimizzarne la diagnosi e definire tempi e modalità di trattamento associate a miglior outcome clinico. Acquired bleeding disorders in hematological malignancies: acquired bleeding disorders frequently complicate clinical course of hematological malignacies, their prevalence is not negligible. Diagnosis and treatment of acquired bleeding disorders  in hematological patients is challenged by many variables including severe thromcytopenia secondary to chemotherapy. Aim of the current study will be to optimize diagnosis and treatment modalities of bleeding in patients with hematological malignancies.
Ruolo antineoplastico della inibizione di STAT5 nelle cellule BCR-ABL1 positive, in presenza e in assenza di concomitante esposizione a DASATINIB e/o POMATINIB: II trattamento della leucemia mieloide cronica con tali molecole ha mostrato negli ultimi decenni la potenzialità delle cellule neoplastiche BCR-ABL positive di evadere tale inibizione, sviluppando mutazioni che alterano il dominio di legame della molecola inibente. L’utilizzo di molecole in grado di inibire la via di STAT5 potrebbe avere azione antineoplastica indipendente o sinergica ad altri farmaci. Antineoplastic role of STAT5 inhibition in BCR-ABL1-positive cells, alone and/or in association with DASATINIB e/o POMATINIB:The use of these molecules for the treatment of chronic myelogenous leukemia has revealed in the last decades neoplastic BCR-ABL1 cells potency to escape their mechanism of action developing mutations that causes alterations of the domain for the inhibitor molecule. STAT5 inhibitors may have an important antineoplastic role in single use or association with other molecules (synergism).
Studi sull’assorbimento dei farmaci attraverso la cavità orale: Ricerche mediante l’uso di modelli in vitro ed ex vivo rappresentano il razionale scientifico fondamentale per lo sviluppo di nuovi prodotti farmaceutici da applicare nella cavità orale ed includono i metodi chimici e fisici che promuovono l’assorbimento attraverso la mucosa. La formulazione e la caratterizzazione di sistemi innovativi bioadesivi a rilascio controllato di farmaco (compresse matriciali, film)  possono costituire un beneficio non solo per il trattamento loco-regionale delle lesioni orali, ma anche, essendo un mezzo per migliorare l’assorbimento del farmaco, per ottenere effetti sistemici con la possibilità di un rilascio mirato del farmaco e della riduzione delle dosi da somministrare evitando un assorbimento aspecifico e gli effetti indesiderati dose-dipendenti. Studies on drug absorption from the oral cavity: Researches by ex vivo and in vitro models represent the fundamental scientific rationale for the development of new pharmaceutical products to apply in the oral cavity, including chemical and physical methods to assist the mucosal drug absorption. Formulation and characterization of  innovative bioadhesive drug delivery systems (matrix tablets, films) could be beneficial not only for the loco-regional treatment of oral lesions, but also, as enhancement tool for drug absorption, to give systemic effects with  the opportunity of targeted drug delivery and in reducing doses of active avoiding unspecific absorption and dose-dependent unwanted effects.

Tematiche di ricerca e obiettivi formativi Cicli XXXII, XXXI, XXX e XXIX

 

 

 

TEMATICHE CURRICULUM 1: Oncologia e Chirurgia sperimentali

Fattori prognostici, predittivi ed endpoint surrogati di efficacia: nei tumori solidi la scelta del trattamento può essere condizionata in prima istanza dai fattori prognostici, che indicano l’evoluzione della malattia neoplastica indipendentemente dal trattamento e consentono una stratificazione dei pazienti in base all’utilità del trattamento; i fattori predittivi servono a selezionare quei pazienti che hanno maggiore probabilità di beneficiare del trattamento; gli endpoint surrogati dell’efficacia sono utili a identificare più precocemente i risultati del trattamento. Tutti questi fattori possono essere identificati su campioni biologici sia di tessuto tumorale che di sangue periferico o altri liquidi corporei. Vengono poi analizzati mediante tecniche di biologia molecolare capaci d’identificare modificazioni dell’espressione genica o mutazioni genetiche somatiche o germinali Prognostic and predictive factors and surrogate endpoints of efficacy: The decision-making in solid tumors could first be guided by prognostic factors, which provide information about the potential cancer evolution regardless to treatment and allow a cancer patients’ stratification according to the usefulness of cancer treatment; predictive factors are useful to select those patients who show higher probability for benefit from treatment; surrogate endpoints of efficacy are useful to identify earlier treatment outcomes. All these factors could be identified in biological samples including both tumor tissue and peripheral blood or other body fluids. Then these samples are analysed by molecular biology techniques to reveal gene expression changes or somatic and germinal gene mutations
Meccanismi di oncogene addiction nello sviluppo e progressione dei tumori solidi ed identificazione di nuovi bersagli molecolari per le target therapies: Le cellule tumorali contengono molteplici alterazioni genetiche ed epigenetiche; nonostante questa complessità la loro crescita può essere compromessa dall’inattivazione di un singolo oncogene. Questo fenomeno, chiamato “Oncogene Addiction”, fornisce una spiegazione razionale per la terapia molecolare mirata. L’identificazione di nuovi geni implicati nell’oncogene addiction fornisce un importante strumento per lo studio dello sviluppo e della progressione dei tumori solidi. Inoltre l’identificazione di tali geni potrebbe portare alla scoperta di nuovi bersagli molecolari per lo sviluppo di nuovi trattamenti “intelligenti” Mechanisms of oncogene addiction involved in the development and progression of solid tumors and identification of new molecular targets for the development of new target terapie: Cancer cells contain multiple genetic and epigenetic alterations, despite this complexity, their growth can be compromised by inactivation of a single oncogene. This phenomenon, called "Oncogene Addiction", provides a rationale for molecular targeted therapy. The identification of new genes involved in oncogene addiction provides an important tool for the study of development and progression of solid tumors. Moreover, the identification of such genes could lead to the discovery of new molecular targets that coul be used for the development of new treatments
Ruolo dei microRNA nella carcinogenesi dei tumori solidi: I miRNA sono piccoli segmenti di RNA non codificanti di circa 21 nucleotidi che agiscono nella regolazione post-trascrizionale dell’espressione genica. La deregolazione dei miRNA è stata associata allo sviluppo e alla progressione tumorale. Pertanto la valutazione dei profili di espressione dei miRNA nel cancro può fornirci importanti mezzi per la comprensione dei meccanismi carcinogenetici Role of microRNA in carcinogenesis of solid tumors: miRNAs are small segments of noncoding RNAs of about 21 nucleotides that act in the post-transcriptional regulation of gene expression. The deregulation of miRNAs has been associated with the development and progression of tumors. Therefore the evaluation of miRNAs expression profile of modification in cancer can provide important tools for understanding carcinogenetic mechanisms
Chemiosensibilità e chemio resistenza del carcinoma vescicale: pazienti con tumore vescicale saranno seguiti per almeno 15 anni (pazienti inseriti nei protocolli Europei della Organizzazione Europea per la Ricerca e la Terapia del cancro, EORTC), cui la sezione del nostro Dipartimento collabora Chemoresistance and Chemosensitivity of bladder tumors: patient with bladder cancer will be followed for 15 years (patients included in the protocols of the European Organization for Research and Treatment of Cancer - EORTC), on which our section of Urology is still working
Urologia e Oncologia, con particolare riferimento ad argomenti riguardanti eziopatogenesi, epidemiologia, prevenzione, marcatori, elaborazione statistica dei risultati ed impatto delle malattie neoplastiche e delle terapie sulla qualità della vita Urological Oncology, paying attention to specific issues concerning etiology, epidemiology, prevention, markers, statistical analysis of outcomes and impact of cancer and treatment on quality of life
Il sistema di sutura meccanica: sono una realtà le suturatrici meccaniche intestinali per la chirurgia open mentre sono ancora in evoluzione di studio le suturatrici intestinali utilizzate in laparoscopia così come sono iniziali gli studi nel campo delle suturatrici vascolari utilizzate nei trapianti d’organo The system of mechanical suture: a reality are the intestinal staplers for open surgery while there are still evolving study of the intestinal staplers used in laparoscopy as well as initial studies in the field of vascular staplers used in organ transplants
La medicina rigenerativa di organi (rene, fegato, pancreas) e tessuti (cute, muscolo, fasce aponeurotiche) attraverso l’azione plastica-ricostruttiva delle cellule staminali mesenchimali emopoietiche o di origine adipose oltre che di una fase di sperimentazione in vitro deve necessariamente passare attraverso uno studio in vivo su modello animale così come la crescita tridimensionale su scaffold. Una tappa facilmente raggiungibile in tempi brevi protrebbe essere quella di costituire contenitori biologici tubulari per la sostituzione di vasi sanguigni, vie biliari, e vie escretrici urinarie. Molto più lontana è la meta degli organi artificiali su crescita tridimensionale su scaffold Regenerative medicine of organs (kidney, liver, pancreas) and tissues (skin, muscle, aponeurotic bands) through the action of plastic-reconstructive of mesenchymal stem cells or hematopoietic origin adipose over that of a phase of experimentation in vitro must necessarily pass through an in vivo study in animal models as well as the growth of three-dimensional scaffolds. A stage easily reached in short times starch could be that of constituting biological tubular containers for the replacement of blood vessels, biliary tract, urinary tract and urinary. Much more distant is the goal of artificial organs on growth of three-dimensional scaffolds

 

 

TEMATICHE CURRICULUM 2: Scienze stomatologiche e Chirurgia cervico-facciale

 
La mucosa orale: istologia, fisiopatologia e habitat microbiologico. Il cavo orale è rivestito da un epitelio squamoso pluristratificato che poggia sul corion (o lamina propria) che a sua volta si adagia sulla sottomucosa senza l’interposizione di una muscolaris mucosae.
Distinguiamo una mucosa di rivestimento,una cheratinizzata (detta masticatoria) e una specializzata (dorso lingua). L’ecologia microbica del cavo orale è composta essenzialmente da GRAM +, aerobi facoltativi e alcuni anaerobi GRAM –
The oral cavity is lined by a stratified squamous epithelium that rests on the corium (or lamina propria) which is rested on the submucosa without the interposition of a muscularis mucosae. We distinguish the lining mucosa, keratinized mucosa (called masticatory mucosa) and specialized mucosa (tongue back).The microbial ecology of the oral cavity is characterized by facultative GRAM +, aerobic and some anaerobic Gram –
Le lesioni elementari del cavo orale. Le lesioni elementari del cavo orale sono reperti macro e microscopici riconducibili a patologie che possono interessare esclusivamente il distretto orale o rappresentare manifestazioni orali di patologie sistemiche. Queste sono: vescicole, bolle, macule, macchie, erosione, ulcere, papule, placche e neoformazioni. Le vescicole e le bolle sono cavità a contenuto sieroso che possono trovarsi all’interno del contesto epiteliale o al di sotto di esso. Le macule e le macchie sono alterazioni cromatiche non rilevate. Le erosioni costituiscono una perdita di tessuto a livello epiteliale mentre le ulcere interessano anche il connettivo. Papule e placca sono lesioni rilevate rispetto alla mucosa sana circostante The elementary lesions of the oral cavity macro-and microscopic findings are due to diseases that can affect only the oral district or represent oral manifestations of systemic diseases. These are:blister, bubble, macula, stain, erosion, ulcer, papule, plaque and lesion. The vesicles and bullae are serous cavities to content that may be within the context epithelial or below it. The cotton wool spots and stains are discolorations were not detected. The erosion in the loss of epithelial tissue at while ulcers also affect the connective. Papules and plaque lesions are detected with respect to the surrounding normal mucosa
Lesioni bianche, rosse e pigmentate del cavo orale. Le lesioni bianche del cavo orale possono essere congenite o acquisite. Queste sono possono essere dovute ad alterazioni epiteliali (acantosi e ipercheratosi) ad esempio leucoplachia e cheratosi frizionale, alla presenza di materiali sull’epitelio (pseudomembrana) ad esempio la candidosi pseudomembranosa e alterazioni del connettivo ad esempio granuli del Fordyce. Le lesioni rosse possono essere dovute ad alterazioni a carico dell’epitelio o a carico del connettivo. L’epitelio può essere interessato da atrofia mentre il connettivo per neoangiogenesi. Le lesioni pigmentate possono essere focali o diffuse, piane o rilevate. Possono essere blu, grigie e nere attribuibili a tatuaggi da amalgama o melanina. Le pigmentazioni marroni sono di solito causate da emosiderina o melanina The white lesions of the oral cavity may be congenital or acquired. These are may be due to epithelial alterations (acanthosis and hyperkeratosis) eg leukoplakia and frictional keratosis , to presence of materials on the epithelium (pseudomembrane) such as pseudomembranous candidiasis and to connective alterations eg granules of Fordyce. Red lesions may be due to epithelial or connective alterations . The epithelium may be affected by atrophy while the connective may be Involved by angiogenesis. Pigmented lesions may be focal or diffuse, flat or nodular. Blue, black and gray pigmented lesions are usually attributable to exogenous tattoos or melanin. The brown pigmentations are represented by either hemosiderin or melanin
Lesioni vescicolo-bollose immunomediate. Il pemfigo e il pemfigoide rappresentano due grandi gruppi di patologie autoimmunitarie che causano lesioni vescicolo-bollose a carico della mucosa orale e non solo. Il Pemfigo è una delle malattie più gravi tra le malattie autoimmuni che possono interessare il cavo orale poiché è potenzialmente letale.Il pemfigoide comprende un gruppo di patologie autoimmuni che mimano il pemfigo ma queste se ne differenziano per la localizzazione delle lesioni vescicolo bollose sottoepiteliale Pemphigus and pemphigoid are two groups of autoimmune diseases that cause vescicles and blisters in oral mucosa and beyond. Pemphigus is one of the most serious of autoimmune disease that can affect the oral cavity since it is potentially lethal. Pemphigoid is a group of autoimmune disorders which clinically mimic pemphigus but these vescicles-bullous lesions are subepithelial
Le Ulcere orali. Le ulcere orali sono caratterizzate da una perdita di sostanza della mucosa. Queste possono essere acute o croniche, localizzate o diffuse, sintomatiche o non sintomatiche. La maggior parte delle ulcere ha sintomatologia dolorosa e questa si presenta sin da subito; fa eccezione l’ulcera da carcinoma nelle sue fasi iniziali. Importante è anche da quanto tempo è presente l’ulcera e indagare riguardo cause locali, sistemiche e fattori di rischio che possono averla causata. Queste lesioni infatti possono essere dovute sia a cause locali che sistemiche. Le due più frequenti ulcere orali sono quelle traumatiche e le stomatiti aftose Oral ulcers are characterised by a loss of the mucosal layer. This loss may be acute or chronic, localised or diffuse. Most ulcers which present are painful and therefore present early; the notable exception is that of oral carcinoma in its early stages. A note should be made of the duration of the ulcer, associated local and systemic problems and risk factors. These lesions can arise as a result of a number of (sometimes overlapping) disorders as local as systemic.The two most common causes of oral ulcers are local trauma and aphthous stomatitis
Carcinoma orale e chirurgia cervico-facciale. Il carcinoma orale a cellule squamose costituisce circa il 90% di tutte le neoplasie maligne del cavo orale. Può affliggere ogni sito della mucosa orale, ma più comunemente interessa la lingua e il pavimento. Nonostante I progressi in campo diagnostico e terapeutico la sua prognosi rimane scarsa a causa del ritardo diagnostico. La principale terapia rimane quella chirurgica con o senza radio-terapia Squamous cell carcinoma of the oral cavity constitutes about ninety percent of all oral malignancies. It can affect any site of the oral mucosa, but most commonly the tongue and the floor of the mouth. Despite advances in diagnostic techniques and improvement in treatment modalities, the prognosis of oral squamous cell carcinoma (OSCC) remains poor, mainly owing to the diagnostic delay. The first approach to this tumour is surgery with or without radiotherapy