Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2114 - SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE PER LE CULTURE E LE ARTI

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO La comunicazione verbale e visuale, i processi comunicativi interni ed esterni alle istituzioni culturali e alla grande industria culturale, le nuove tecnologie della comunicazione e dell'informazione, il rapporto tra comunicazione e internazionalizzazione, la capacità di esprimersi efficacemente in lingua italiana e in due lingue straniere (una delle quali obbligatoriamente inglese) sono il focus del CdS in Scienze della Comunicazione per le Culture e le Arti. A partire da un'adeguata conoscenza di base delle Discipline semiotiche, linguistiche e informatiche e delle Discipline sociali e mediologiche, il percorso di studi assume, attraverso attività formative caratterizzanti obbligatorie relative alle Metodologie, analisi e tecniche della comunicazione, alle Scienze umane ed economico-socialied alle Discipline giuridiche, storico-politiche e filosofiche, un taglio più metodologico ed operativo. Affiancano questi insegnamenti ulteriori attività formative affini ed integrative appartenenti all'ambito della critica letteraria e delle letterature comparate, delle lingue e delle letterature straniere, e all'ambito filologico e storico-filosofico-artistico e geografico, finalizzate a comparare le discipline sociali e mediologiche con gli ambiti disciplinari confinanti, in cui la comunicazione trova applicazione, coerentemente con le esigenze espresse dal mercato del lavoro. Durante il corso lo studente sperimenta in prima persona l'osservazione ravvicinata di aspetti e di nodi cruciali del proprio futuro ruolo professionale seguendo, in una logica di empowerment e secondo gli orientamenti che saranno proposti in sede di programmazione didattica o in base agli interessi ed alle competenze personali, un percorso alternativamente tagliato in senso professionalizzante o di prosecuzione degli studi attraverso i CdS magistrali. Sono inoltre destinati 12 CFU ad ulteriori attività formative a scelta dello studente. La più coerente prosecuzione del Corso di Laurea in "Scienze della Comunicazione per le Culture e le Arti", nell'ambito dell'offerta formativa del Dipartimento Culture e Società dell'Università degli Studi di Palermo, è rappresentata dal CdLM in "Comunicazione del patrimonio culturale" (Classe LM92) secondo le modalità ed i criteri normati dal regolamento didattico del CdS. OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI DEL CORSO Il CdS in Scienze della Comunicazione per le Culture e le Arti vuole preparare gli studenti ad agire professionalmente negli ambiti della comunicazione verbale e visuale offrendo competenze spendibili nel campo della comunicazione internazionale, dei processi comunicativi interni ed esterni alle istituzioni culturali e all'industria culturale in genere. A questo scopo sono forniti agli studenti i principali strumenti di comprensione dei processi comunicativi; una buona base di competenze semiotiche, delle scienze umane e sociali, come pure di metodologie e tecniche della comunicazione, delle scienze umane; conoscenze di base di discipline giuridiche e storico-politiche; conoscenze di base per lo studio delle culture;conoscenze di base per lo studio delle arti e dei media;conoscenze di base dei rapporti tra mercato e imprese culturali; capacità di esprimersi efficacemente in lingua italiana;conoscenza della lingua inglese e di almeno un'altra lingua straniera in forma scritta e orale;ce tecniche tradizionali e multimediali di trasmissione delle informazioni. Il CdS intende fornire agli studenti adeguati strumenti di analisi critica dei processi comunicativi e autonomia di giudizio sul ruolo della comunicazione nella società contemporanea, con particolare riferimento al rapporto tra comunicazione e internazionalizzazione, tra testo scritto ed altri media. Il laureato in Scienze della Comunicazione per le Culture e le Arti dovrà inoltre acquisire sufficienti conoscenze per orientarsi in diversi contesti culturali e in contesti multiculturali.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: 3.4.3.2.0 - Tecnici dell'organizzazione della produzione radiotelevisiva, cinematografica e teatrale Funzioni: Progettazione e creazione di eventi nell'àmbito delle culture e delle arti in generale (radio, televisione, teatro, cinema, multimedialità); predisposizione di palinsesti, scelte di musiche e immagini, ideazione e realizzazione di spot pubblicitari; presentazione di informazioni; gestione di spettacoli; performances artistiche e ricreative in teatri e altri luoghi pubblici. Competenze: Il laureato è in grado di elaborare specifici contenuti culturali per le infrastrutture di comunicazione nei media e nella rete e sa operare nei principali settori di attività (radio, televisione, editoria digitale e non, cinema, teatro, video, web), applicando le tecnologie a specifici scopi comunicativi elaborati per l'utenza. Applica le conoscenze teoriche e metodologiche alla gestione di eventi, alla verifica dei risultati attesi e ad eventuali rimodulazioni di progetti avviati. e' in grado di svolgere ruoli di coordinamento. Sa redigere in buon italiano testi argomentativi ed espositivi anche di media lunghezza, può usare efficacemente la lingua inglese e possiede una buona conoscenza di almeno un'altra lingua. Sbocchi: Enti pubblici e privati di produzione radiofonica, televisiva, cinematografica e teatrale; organizzazione di iniziative culturali; istituzioni artistiche, musicali, multimediali; festival culturali; siti web. Profilo: 3.4.1.2.1 - Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali Funzioni: Progettazione e creazione di eventi nell'àmbito delle culture e delle arti in generale (fiere, mostre, esposizioni, eventi musicali, teatro, multimedialità); fornitura di servizi per l'organizzazione e la gestione di fiere; ideazione e realizzazione degli spazi e degli ambienti espositivi, organizzazione della fruizione da parte del pubblico e degli espositori. Competenze: Il laureato è in grado di elaborare specifici contenuti culturali nei principali settori di attività (fiere, mostre, esposizioni, festival, gestione siti web), applicando metodologie e tecnologie a specifici scopi comunicativi elaborati per l'utenza. Applica le conoscenze teoriche e metodologiche alla gestione di eventi, alla verifica dei risultati attesi e ad eventuali rimodulazioni di progetti avviati. e' in grado di svolgere ruoli di coordinamento. Sa redigere in buon italiano testi argomentativi ed espositivi anche di media lunghezza, può usare efficacemente la lingua inglese e possiede una buona conoscenza di almeno un'altra lingua. Sbocchi: Enti pubblici e privati di produzione e organizzazione di iniziative culturali; fiere, mostre, esposizioni, vernissage, festival culturali; spettacoli multimediali; siti web.

Caratteristiche della Prova Finale

Per conseguire la laurea lo/a studente/ssa deve avere acquisito 180 crediti formativi compresi quelli relativi alla prova finale (3 cfu) La prova finale ha l'obiettivo di verificare il livello di maturità e la capacità critica del laureando con riferimento agli apprendimenti ed alle conoscenze acquisite a completamento delle attività previste dall'ordinamento didattico. La prova consiste in una prova scritta o orale secondo modalità definite dal regolamento sulla prova finale del Corso di Laurea per ogni a.a., nel rispetto ed in coerenza della tempistica, delle prescrizioni ministeriali e delle inerenti linee guida di Ateneo.