Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Comunicazione Istituzionale

RICERCA/Riconoscimento al gruppo di lavoro di Franco Vaccina

24-nov-2014

Imporre all'attenzione della comunità scientifica un problema nuovo anche se solo nella formulazione, non è facile e richiede spesso tempo ed energie. Così si può forse sintetizzare l'excursus che ha caratterizzato l'idea nata oltre 12 anni fa da un'intuizione di Franco Vaccina sull'origine degli errori nella lettura del fenomeno turistico riconducibile non solo al paradigma epistemologico del “non tutto è come appare” ma anche del suo corollario, solo apparentemente ripetitivo “e ciò che appare non è tutto”. Con la definitiva accettazione e la prossima pubblicazione di un importante articolo dal titolo proprio "Unobserved tourism" (scaricabile gratuitamente sino al 21 dicembre al seguente indirizzo: http://authors.elsevier.com/a/1Pz8aaZ3E6viU) sulla prestigiosa rivista internazionale Annals of Tourism Research, a firma oltre che del già citato Franco Vaccina, di Stefano De Cantis, Associato di Statistica Sociale, Anna Maria Parroco, Ordinario di Statistica Sociale e Mauro Ferrante, Ricercatore a tempo determinato, si chiude almeno idealmente questa prima fase sancendo ufficialmente che la riflessione partita anni fa è oramai giunta ad un adeguato livello di approfondimento teorico ed empirico. L’intuizione circa l’inadeguatezza dell’attuale sistema statistico sul turismo, ha portato, in termini operativi, sia alla ricerca di errori in ciò che figurava come dato statistico sul turismo, sia al disvelamento di ciò che non appariva. Visto quest'ultimo come necessario complemento per identificare il dato “reale”. Il turismo sommerso viene così ad assumere una configurazione dipendente non solo dal contesto dell'apparenza ma anche dipendente dal dato ufficiale del quale esprime il completamento per una valutazione reale del fenomeno. Definizioni dei termini, entità degli errori nelle statistiche ufficiali del territorio osservato, contesto dell'apparenza e dimensionamento di un sommerso, oramai necessariamente distinto in ignorato e nascosto, hanno così orientato una ricerca che si è protratta per lunghi anni con decine di pubblicazioni e due collane di volumi sulle statistiche per il turismo (15 volumi dal 2004 al 2014). Riprendendo alcune battute finali di una breve intervista fatta a Franco Vaccina durante un convegno di presentazione dei risultati di alcune indagini condotte in Sicilia, ora la questione sarebbe quella di passare dalla riflessione scientifica ad una opportuna serie di risposte sul piano operativo. Ciò al fine di fornire adeguate informazioni a chi volesse guidare un qualche processo decisionale sul turismo, come necessario e anzi indispensabile presupposto di una qualunque decisione politica, di una qualche strategia di marketing, e più in generale di sviluppo del turismo di una destinazione.