Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Il tirocinio

20-gen-2021

Il tirocinio formativo è uno strumento di politica attiva del lavoro che si realizza nel rapporto che s’instaura tra un datore di lavoro e un soggetto (tirocinante) per consentire a quest’ultimo di realizzare un’esperienza lavorativa, a scopi formativi e di orientamento.

Nello svolgimento di un percorso orientativo-formativo in un reale contesto lavorativo risiede il valore autentico del tirocinio. L’esclusivo obiettivo di formazione e di orientamento, rende, infatti, tale misura non configurabile come rapporto di lavoro subordinato.

I tirocini hanno l’obiettivo di:

  • preparare il tirocinante ad applicare nella realtà operativa le conoscenze e le competenze acquisite nei corsi di studio universitari
  • sviluppare la socializzazione tra tirocinanti ed imprese
  • favorire l’inserimento lavorativo dei tirocinanti
  • rendere flessibile l’offerta formativa in ragione delle esigenze degli utenti
  • consentire alle aziende di acquisire informazioni e impressioni sui tirocinanti in vista di una eventuale futura assunzione


Esistono due diverse tipologie di tirocinio: curriculari ed extra-curriculari

Il tirocinio curriculare – anche detto tirocinio formativo e di orientamento – può essere realizzato esclusivamente da studenti iscritti a uno dei corsi di studio dell’Università degli Studi di Palermo.

Il tirocinio extra-Curriculare – anche detto Stage – è un periodo di formazione rivolto ai neolaureati entro 12 mesi dal conseguimento del titolo. In questo caso gli studenti dovranno rivolgersi al C.O.T. dell’Ateneo


Cos'è il Tirocinio
Il Tirocinio Curriculare – anche detto tirocinio formativo e di orientamento – è disciplinato dal D.M. 25 marzo 1998, n. 142 recante norme di attuazione dei principi e dei criteri di cui all’art. 18 della Legge196/1997, nonché dalla circolare n. 22 dell’Assessorato Regionale del Lavoro pubblicata nella G.U.R.S. n. 57 del 13/12/2002.

L’Università degli Studi di Palermo ha adottato un proprio Regolamento di Ateneo (D.R. n. 708/2017) in tema di tirocini. Specifici Regolamenti di Tirocinio sono adottati anche dai Dipartimenti e dai Corsi di Studio dell’Ateneo.

Il tirocinio curriculare può essere realizzato esclusivamente da studenti iscritti a uno dei corsi di studio dell’Università degli Studi di Palermo.

Il Dipartimento DEMS ha approvato un Regolamento Tirocini che si applica a tutti i tirocini effettuati presso i Corsi di Laurea del Dipartimento DEMS.

Ciascuno dei consigli di Corso di Studi ha approvato un regolamento tirocini che si applica a tutti i suoi Corsi di Laurea:


Il tirocinio curriculare può essere:

  • obbligatorio, cioè svolto durante il corso degli studi universitari e comporta l’acquisizione di CFU in quanto già inserito all’interno del piano di studi
  • facoltativo, anche in questo caso svolto durante il corso degli studi universitari ma non soggetto a alle comunicazioni obbligatorie in quanto esperienza prevista all’interno del percorso formale di istruzione o di formazione e che non comporta l’acquisizione di CFU. Lo studente che porta a termine un tirocinio facoltativo può chiedere al proprio corso di studi che esso sia inserito nel proprio piano di studi come attività integrativa.


Chi può svolgerlo
Tutti gli studenti per i quali il tirocinio sia stato inserito all’interno del piano di studi (tirocinio obbligatorio).
Anche gli studenti già laureati possono svolgere un tirocinio (extra-curriculare). In questo caso dovranno rivolgersi al C.O.T. dell’Ateneo

Sede dello svolgimento
Il tirocinio può essere svolto esclusivamente presso enti convenzionati con l’Università degli Studi di Palermo (tirocinio esterno) o presso strutture dell’Università (tirocinio interno). Gli enti intenzionati a convenzionarsi o a rinnovare la propria convenzione con l'Università degli Studi di Palermo devono seguire la procedura illustrata al link http://aziende.unipa.it/