Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Settore biblioteca digitale e sistemi di gestione delle biblioteche

Funzioni e servizi

 

Il Settore Biblioteca digitale (Sett. 11) cura la gestione dell’omonimo servizio, con riferimento particolare all’organizzazione delle risorse elettroniche di Ateneo acquisite in abbonamento centrale e alla loro promozione per favorirne la massima fruizione presso gli utenti istituzionali, e sostiene e diffonde i principi dell’open access (accesso libero ai risultati della ricerca scientifica) con il fine di coinvolgere tutte le componenti accademiche verso un obiettivo comune mirato al raggiungimento di una politica istituzionale open access.


La biblioteca digitale dell’Università di Palermo

 

La Biblioteca digitale di Ateneo, realizzata a partire dal 2001, è oggi un valore  irrinunciabile per la nostra comunità accademica perché offre un punto di accesso unico ad una vasta collezione di risorse digitali selezionate e di qualità per lo studio e la ricerca scientifica

Il nucleo iniziale, costituito dalle collezioni (acquisite in abbonamento consortile) dei maggiori editori internazionali, che coprono buona parte della migliore letteratura periodica scientifica contemporanea, nel tempo si è considerevolmente ampliato grazie all’acquisizione di nuovi strumenti per il recupero delle informazioni che hanno notevolmente allargato le prospettive di ricerca a una gran mole di contenuti aggiuntivi, per lo più ad accesso libero: il discovery tool UniPA Discovery Service e l’indice per soggetto Tracciarisorse, studiato e tarato sull’utenza universitaria.

 

Mission e valore del servizio. Attraverso la Biblioteca digitale l’Ateneo di Palermo offre ai suoi utenti istituzionali (studenti, docenti, ricercatori, dottorandi, etc.) un servizio di incomparabile valore e prestigio a supporto della ricerca e della didattica: la possibilità di cercare tra milioni di articoli full-text e documenti accademici accreditati e specialistici di ogni genere e disciplina per recuperare materiali utili per lo studio e per la ricerca scientifica (banche dati, periodici elettronici, motori di ricerca scientifici, materiali accademici open access, etc.). Consultando la biblioteca digitale lo studente troverà materiale bibliografico digitale accademico e specialistico di prima qualità per costruire bibliografie per tesi di laurea e ricerche, il docente e il ricercatore avranno a disposizione la documentazione più aggiornata e all’avanguardia relativa alla comunicazione scientifica di maggiore impatto prodotta a livello internazionale per ogni campo di ricerca.

Un servizio a distanza disponibile 24/7. In aggiunta alla qualità e alla reputazione dei materiali offerti (i maggiori pacchetti di periodici elettronici dei più importanti editori internazionali – Elsevier , Wiley, JSTOR per citarne alcuni – e le più importanti banche dati – Web of Science e Scopus tra le più prestigiose -) il grande valore aggiunto risiede nel fatto che quello offerto dalla biblioteca digitale è un servizio ‘immateriale’ disponibile a distanza in qualunque momento (24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana) e dovunque ci si trovi, perché grazie al servizio VPN e all'autenticazione federata la biblioteca digitale è fruibile per i suoi utenti istituzionali anche fuori dal campus di Ateneo, direttamente da casa.

Le collezioni

  • risorse elettroniche sottoscritte in abbonamento dall’ Ateneo (banche dati, periodici elettronici full-text, etc.) che possono consultare  gli utenti istituzionali dell’Università di Palermo (professori e ricercatori, borsisti, assegnisti, contrattisti, laureandi, dottorandi, personale tecnico-amministrativo, studenti UniPa) e gli utenti accreditati presso l’ateneo (utenti esterni autorizzati temporaneamente come visiting professors, collaboratori temporanei, studenti di altre università)
  • risorse elettroniche open access (accesso libero): risorse libere selezionate a cui chiunque può accedere (motori di ricerca, portali tematici, cataloghi, dizionari, enciclopedie, etc.)

 

I servizi. La biblioteca digitale non è solo un contenitore di risorse digitali accademiche di qualità (sia in abbonamento che ad accesso libero) ma anche un motore propulsivo di servizi che il suo staff costruisce intorno alle risorse ed eroga agli utenti, tenendo conto delle loro specifiche esigenze. La vetrina dei servizi è il sito web della Biblioteca digitale, punto di partenza per l’accesso alle risorse elettroniche della biblioteca digitale, curato e aggiornato quotidianamente dallo staff del Settore.

Principali servizi offerti dallo Staff della Biblioteca digitale di Ateneo:

  • servizi di accesso alle risorse: tutte le collezioni digitali sono corredate da schede informative che descrivono caratteristiche e consistenza di ogni risorsa e orientano l’utente all’uso tramite tutorial a distanza dedicati
  • servizi personalizzati: a partire dalle risorse della biblioteca digitale, lo staff costruisce percorsi personalizzati per particolari categorie di utenti: servizi specifici per gli studenti alle prese con la tesi di laurea come Tracciarisorse; servizi diretti a docenti e ricercatori dedicati agli strumenti di valutazione della ricerca; strumenti web 2.0 che supportano a costo zero la ricerca scientifica; informazioni partiche di ausilio all’avvio di progetti editoriali per la realizzazione di riviste scientifiche online ad accesso aperto
  • servizi formativi: il Settore organizza periodicamente sessioni di training di formazione in presenza indirizzati a tutti gli utenti dell’Ateneo per  migliorare le strategie di ricerca sulle banche dati e sulle piattaforme di riviste elettroniche, al fine di incentivare la fruizione delle risorse digitali.

 

I numeri

  • oltre 20.000 titoli di periodici elettronici accademico-scientifici full-text in abbonamento 
  • 16 banche dati in abbonamento
  • oltre 88.000 periodici di cui sono consultabili citazioni ed abstract
  • oltre 36.000 e-book
  • oltre 198.000 atti di convegno
  • oltre 3.400 standards
  • circa 7,7 milioni di working papers
  • circa 1.000 risorse digitali ad accesso gratuito disponibili su Tracciarisorse, valutate per ogni ambito disciplinare e particolarmente indicate per l’utenza accademica: banche dati bibliografiche,cataloghi online di biblioteche, dizionari, enciclopedie, motori di ricerca, virtual reference desk e portali tematici, biblioteche digitali, etc.
  • più di 2 miliardi di records bibliografici recuperabili interrogando l'Indice di UniPA Discovery ServiceAlla data di marzo 2017 il dettaglio di tali numeri è il seguente: 

Source Type

Hit Count

Academic Journals

285,882,148

Books

264,504,934

Magazines

241,935,550

News

157,417,924

Electronic Resources

71,318,452

Reports

51,483,900

Conference Materials

27,976,645

Non-Print Resources

26,265,668

Reviews

16,619,459

Patents

9,748,438

Trade Publications

9,123,555

Audio

6,506,294

eBooks

4,783,013

Videos

4,161,112

Dissertations/Theses

3,854,228

Primary Source Documents

3,138,583

Music Scores

3,127,225

Biographies

2,664,460

Maps

886,597

Standards

60,921

Audiobooks

13,236

 

(Numeri aggiornati a gennaio 2017)

 

 

Compiti specifici del Settore

 

Il Settore Biblioteca Digitale ha funzioni di coordinamento delle attività relative alla gestione delle risorse elettroniche (periodici, banche dati, ebooks, piattaforme editoriali, discovery tool) di interesse generale per l'Ateneo acquisite dall’Amministrazione centrale.

Coordina le procedure di valutazione e contrattazione con gli editori per la programmazione e lo sviluppo delle collezioni digitali di interesse generale per l'Ateneo.

Cura il monitoraggio, la rilevazione, l’omogeneizzazione e l’analisi dei dati statistici sull’uso delle risorse (periodici elettronici, banche dati, ebooks, piattaforme editoriali, discovery tool) e ne valuta l’utilizzo al fine di razionalizzarne la politica di sviluppo.

Rappresenta l’Ateneo nell'ambito dei Consorzi nazionali e della CRUI per la gestione dei contratti relativi alle risorse elettroniche di interesse generale per l’Ateneo.

Cura l’attivazione degli accessi alle risorse digitali acquisite centralmente (periodici, banche dati, ebooks, piattaforme editoriali, discovery tool) e controlla la correttezza dell’attivazione dei pacchetti.

Cura l’attivazione di trial di banche dati, piattaforme editoriali e l’analisi degli esiti degli stessi.

Cura la gestione del sito web della Biblioteca digitale.

Cura la gestione e l’aggiornamento del discovery tool UniPA Discovery Service per la parte di propria competenza.

Cura l’aggiornamento e la manutenzione del database"Tracciarisorse".

Cura la promozione dei servizi offerti dal Settore e la segnalazione delle novità attraverso mailing list, brochure, presentazioni, social media, guide, tutorial.

Cura l’organizzazione di incontri di presentazione e di training con gli editori.

Sviluppa servizi informativi personalizzati per l'utente, attinenti alla valorizzazione e alla promozione delle risorse della Biblioteca digitale di Ateneo, basati sull'uso delle tecnologie per l'informazione e la comunicazione.

Promuove strumenti 2.0 ad accesso gratuito di supporto allo studio, alla ricerca scientifica e alla didattica: piattaforme digitali per la scienza, social bookmarks, laboratori virtuali, social networks, blog e wiki scientifici, etc.

Fornisce assistenza tecnica alle strutture bibliotecarie di Ateneo e agli utenti autorizzati e supporto all'uso delle risorse elettroniche della Biblioteca digitale di Ateneo, tramite help desk telematico e telefonico. 

 

 Busta_indirizzi
Settore Biblioteca digitale e sistemi di gestione delle biblioteche – Università degli Studi di Palermo

 

Indirizzo: Piazza S. Antonino, 1 – 90134 Palermo

Numeri Telefonici: (+39) 091- 238 93334 - (+39) 091- 238 93341- (+39) 091- 238 95234 - (+39) 091- 238 95285

email: bibliotecadigitale@unipa.it

Posta elettronica certificata: pec@cert.unipa.it

URL  http://www.unipa.it/sistemabibliotecario/bibliotecadigitale/