Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Settore servizi per la ricerca e diffusione della conoscenza scientifica

L'accesso aperto alle pubblicazioni depositate

 

Nel nuovo Regolamento di Ateneo per il deposito dei prodotti della ricerca nell’Archivio istituzionale e l’accesso aperto alla letteratura scientifica, entrato in vigore il 17-05-2018, viene evidenziata l'opportunità per gli autori di permettere che almeno una versione full-text di ciascun contributo archiviato nel repository istituzionale sia resa accessibile in modalità open access: "L’Università degli Studi di Palermo raccomanda che il full-text di tutte le pubblicazioni depositate di cui al precedente comma possa essere reso pubblicamente accessibile con le modalità di cui al successivo articolo 8, salvo embargo motivato. A tale scopo, durante il processo di autoarchiviazione dei propri Contributi, al Ricercatore viene esplicitamente chiesto in apposita schermata se intende aderire alla policy di Ateneo per l’accesso aperto. L’eventuale rifiuto di adesione alla policy non fa venire meno il deposito ai sensi del precedente comma 2, bensì determina lo status "non consultabile" dei files caricati" (art. 7, comma 3).

Il Gruppo di lavoro per la gestione del repository istituzionale e per l'accesso aperto, costituito ai sensi dell'art. 6 del Regolamento, assiste gli autori di Ateneo che aderiscono alla policy con riguardo all'esposizione ad accesso aperto dei contributi nella versione consentita dall'editore. Il Gruppo infatti, tra i propri compiti, "vigila sulla correttezza delle modalità di deposito e autoarchiviazione dei Contributi della letteratura scientifica, curandone dove necessario la pubblicazione aperta e la gestione dei relativi metadati nell’Archivio istituzionale" (art. 6, comma 2, punto b). A tal fine, secondo quanto indicato all’art. 8, comma 6 del Regolamento: “a) se il Contributo è pubblicato dall’editore in modalità open access, sarà reso sempre disponibile il full-text editoriale; b) se l’editore è censito nel portale Sherpa-ROMEO, gli uffici seguiranno la policy editoriale comunicata nel portale, pertanto il file caricato sarà, a seconda dei casi, reso immediatamente consultabile, oppure consultabile dopo la durata fissata dall’editore per l’embargo, oppure non consultabile; c) se l’editore non è censito nel portale Sherpa-ROMEO, gli uffici seguiranno le clausole previste nel contratto stipulato con l’editore, opportunamente comunicate dall’Autore al momento del deposito”.

Particolari disposizioni, in ottemperanza alle direttive UE e alla normativa nazionale, sono state previste all'art. 7, comma 5: "Ai sensi dell’articolo 4 della Legge n. 112 del 7 ottobre 2013, per tutti i contributi scientifici che siano l’esito di ricerche sostenute finanziariamente – per intero o in parte – dall’Università degli Studi di Palermo, dal MIUR o Enti di ricerca vigilati dal MIUR, dall’Unione Europea o Enti di ricerca vigilati dall’Unione Europea, e per ogni altro lavoro scientifico ricompreso tra le categorie di pubblicazione ammesse a finanziamento, la versione editoriale del file archiviato di norma viene resa pubblicamente accessibile, rispettivamente entro 18 mesi dalla prima pubblicazione per le pubblicazioni delle aree disciplinari scientifico-tecnico-mediche, ed entro 24 mesi per le aree disciplinari umanistiche e delle scienze sociali con i relativi metadati (es.: titolo, autore, affiliazione, ente finanziatore, titolo della rivista, etc.) liberamente disponibili al momento del deposito". Per approfondire questi ultimi aspetti, si veda la seguente sezione del sito, dedicata agli obblighi di deposito e accessibilità per i prodotti scientifici derivanti da progetti di ricerca oggetto di finanziamenti pubblici.

 

Pubblicazioni finanziate da programmi nazionali ed europei

Indirizzi normativi nazionali
 

Per conoscere le disposizioni normative dell'Italia in materia di accesso aperto alle pubblicazioni scientifiche

Indirizzi normativi europei (FP7, Horizon 2020, OpenAIRE...)

Per saperne di più sui progetti finanziati dall'Unione Europea