Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Area Ricerca e Sviluppo

10-dic-2014

Altri 400 milioni alla Ricerca- nuovi bandi per progetti di R&S, settore ICT e industria sostenibile

Il Ministero per lo Sviluppo economico, nell’ambito delle tecnologie del Programma quadro Ue Horizon 2020, destina all’Agenda digitale e all’Information Technology una dotazione finanziaria di 150 milioni (Gazzetta 282 del 4 dicembre 2014) e altrettanti 250 milioni a progetti nel campo dell’Industria sostenibile (Gazzetta 283 del 5 dicembre).

Il bando Agenda digitale-Ict intende premiare alcune specifiche tecnologie abilitanti del programma Horizon 2020 sostenendo progetti in grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell’economia del Paese, grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili.

Invece, il bando su l’Industria sostenibile sostiene progetti di ricerca di notevoli dimensioni in alcune "tematiche rilevanti": impianti e processi industriali, trasporti, aeronautica, tlc, tecnologie energetiche, tecnologie ambientali,costruzioni.

Entrambi i bandi sono destinati ad imprese di qualsiasi dimensione ma la taglia degli investimenti richiesti sembra guardare soprattutto alle medie e grandi: tra 5 e 40 milioni, con durata non superiore a 36 mesi.

Si punta a un mix di agevolazioni: finanziamento agevolato e contributo diretto alla spesa.

Nel primo caso, è previsto un finanziamento fino a 8 anni – di cui fino a 3 di pre ammortamento, con tasso pari al 20% di quello di riferimento, nel limite minimo dello 0,8% – pari al 60% per le Pmi e al 50% per le grandi imprese.

Il contributo diretto invece può arrivare al 15% per le Pmi e al 10% per le grandi imprese, con una maggiorazione del 5% se c’è la partecipazione di un organismo di ricerca o una partnership internazionale.