Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2023 - INGEGNERIA CIVILE ED EDILE

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: Il Corso di Laurea interclasse L-7 (Ingegneria civile e ambientale) e L-23 (Scienze e tecniche dell'edilizia) si pone l'obiettivo specifico di formare figure professionali in grado di ricoprire ruoli tecnici e tecnico-organizzativi in contesti che richiedono la conoscenza degli aspetti metodologico-operativi delle scienze di base e dell'ingegneria civile ed edile. A tal fine sono particolarmente curate la preparazione fisico-matematica di base e la formazione scientifico-tecnica adeguate per interpretare, descrivere e risolvere i problemi di interesse, rendendo l'allievo capace di apprendere anche attraverso lo studio individuale e di aggiornare le proprie conoscenze in modo autonomo o seguendo corsi specifici. L'obiettivo e' quello di consentire al laureato l'ingresso nel mondo del lavoro con una capacita' autonoma di conversione e di adattamento alle diverse funzioni (tecnici preposti al rilascio di permessi, nulla-osta e simili nell'ambito di enti e amministrazioni pubbliche, tecnici di cantiere, collaboratori alla progettazione, etc.) senza essere vincolato ad ambiti ristretti da una preparazione eccessivamente settoriale. In particolare, si impartiranno le conoscenze fondamentali su: - i principi, le metodologie e gli strumenti per la modellazione ed il calcolo delle strutture, nonchE' sui criteri per la progettazione di elementi strutturali e strutture di media complessita' in calcestruzzo armato ed in acciaio, mediante l'applicazione di schemi ricorrenti. - i principi, le metodologie e gli strumenti per il calcolo delle variabili di progetto e la progettazione di opere idrauliche di media complessita' in ambito urbano e extraurbano, mediante l'applicazione di metodi di calcolo ricorrenti e consolidati. - i criteri ed i metodi per la progettazione geometrica delle infrastrutture stradali e della loro sicurezza, la loro gestione e costruzione, nonchE' le nozioni di base per la progettazione dei relativi elementi strutturali (muri di sostegno, pavimentazioni, etc.) e per la scelta dei materiali da costruzione. - l'ingegneria dei sistemi di trasporto (collettivo urbano, ferroviario, individuale stradale), con riferimento all'analisi della domanda e dell'offerta di trasporto. - l'ingegneria del rilevamento e sui criteri, le problematiche e le metodologie per il rilievo, il controllo, il monitoraggio e la rappresentazione delle strutture e del territorio, nonchE' i metodi di base nel trattamento dei dati relativi all'impianto ed alla realizzazione di rilievi topo-cartografici di media complessita' a varia scala ed estensione. - i principi riguardanti la caratterizzazione fisico-meccanica delle terre e le principali metodologie sperimentali per la determinazione dei relativi parametri. - i metodi per la conduzione di prove sperimentali di media difficolta' e l'interpretazione dei dati in vari settori dell'Ingegneria Civile. - l'ingegnerizzazione del progetto di architettura, per quanto riguarda agli aspetti tecnologici, impiantistici, strutturali, ambientali, di sicurezza, operativi e cantieristici; - l'ingegnerizzazione del processo edilizio che, a partire dal progetto, si sviluppa attraverso l'appalto, la costruzione, il collaudo, la gestione, la manutenzione, il recupero. L'iter formativo e' cosi' articolato: - nel primo anno vengono trasmesse le conoscenze di base atte a conseguire un linguaggio scientifico nel campo matematico, chimico, fisico e della rappresentazione, ritenute propedeutiche agli studi successivi, oltre alla prova di conoscenza di almeno una lingua straniera; - al secondo anno trovano collocazione alcune discipline dell'ambito matematico, fisico ed altre discipline dell'ingegneria civile ed edile, utili per approfondire la formazione scientifico-tecnica necessaria per interpretare, descrivere e risolvere i problemi di interesse del percorso formativo. Completano il secondo anno discipline ricadenti nei settori affini. - nel terzo anno vengono trasmesse le conoscenze applicative proprie della classe L-7 e della classe L-23, finalizzate alla formazione dell'allievo nei vari ambiti disciplinari caratteristici del percorso formativo ed al raggiungimento degli obiettivi specifici prima elencati. Le modalita' e gli strumenti didattici con cui i risultati di apprendimento attesi vengono conseguiti sono principalmente le lezioni ed esercitazioni in aula, cui vengono affiancate attivita' di laboratorio, visite tecniche, stage presso aziende, enti pubblici, studi professionali e societa' di ingegneria, seminari, partecipazione a Convegni. Completano il quadro le materie a scelta (almeno 12 CFU), le altre attivita' formative utili per l'inserimento nel mondo del lavoro (almeno 3 CFU) e la prova finale (almeno 3 CFU) al fine di verificare il raggiungimento dei risultati di apprendimento degli allievi e della loro autonomia di giudizio e abilita' comunicativa. Autonomia di giudizio: Il laureato, tramite il percorso formativo, viene condotto a formulare e sviluppare pensieri e riflessioni autonome e originali, partendo sia dalla elaborazione di concetti acquisiti sia dalla opportuna selezione dei dati utili per trovare soluzioni ingegneristiche ai problemi. Dovra' in particolare sapersi pronunciare sulle prestazioni degli edifici e delle opere infrastrutturali, in relazione alle varie fasi (programmazione, progettazione, esecuzione, gestione) e alle prescrizioni normative; saper valutare criticamente gli effetti di agenti atmosferici, azioni esterne, eventi catastrofici al fine di verificarne le ricadute progettuali in termini di sicurezza, comfort, agibilita, ecc.; saper sviluppare un atteggiamento consapevole e propositivo nell'affrontare i problemi della sicurezza degli operatori. La verifica dell'acquisizione dell'autonomia di giudizio avviene non soltanto tramite la valutazione della maturita' dimostrata in sede d'esame, ma anche soppesando l'atteggiamento dello studente in occasione di attivita' che consentono una piu' diretta interazione docente/discente, quali seminari, revisioni collegiali di elaborati individuali, esperienze di tirocinio. In tal senso ruolo privilegiato assume la predisposizione dell'elaborato finale, in cui lo studente puU' riversare, al meglio, il proprio contributo individuale. Abilita' comunicative: Il Laureato possiede una rigorosa conoscenza del linguaggio tecnico, generale e di settore, e ottime capacita' relazionali (conseguite mediante attivita' di gruppo in esperienze progettuali o di laboratorio svolte nel corso degli studi), atte a consentirgli di comunicare in modo competente, chiaro e efficace, sia in contesti prettamente tecnici (studi professionali, cantiere, etc.) che in quelli di diversa natura (Pubblica Amministrazione, Enti pubblici, libera professione, etc.) nei quali verra' chiamato ad espletare la professionalita' acquisita. Le abilita' comunicative scritte e orali sono particolarmente sviluppate e verificate in occasione di seminari, esercitazioni e, in generale, tramite attivita' formative che prevedono anche la preparazione di relazioni e documenti e l'esposizione orale dei medesimi e a fine corso tramite la redazione della prova finale e la relativa presentazione multimediale e la discussione della medesima. Capacita' di apprendimento: Il Laureato, avendo acquisito nel corso del triennio una metodologia di studio fondata sul rigore scientifico e tecnico delle discipline affrontate, sara' dotato di capacita' di continuo miglioramento e aggiornamento delle proprie conoscenze, sia in autonomia, mediante lo studio personale, sia nella scelta di ulteriore formazione (master universitari, corsi di formazione permanente, etc.). Le capacita' di apprendimento acquisite sono inoltre finalizzate a consentire un percorso di formazione continua durante tutta la vita professionale al fine di realizzare l'approfondimento dei temi specifici dell'Ingegneria civile/edile, un'assidua frequentazione dell'innovazione tecnologica attraverso la consultazione di testi tecnici e di stampa specializzata, l'aggiornamento normativo, tecnico e procedurale, la partecipazione a fiere di settore e convegni. Al raggiungimento delle capacita' di apprendimento contribuiscono, in varia misura, tutte le attivita' didattiche, nel cui ambito un ruolo rilevante viene ricoperto sia dalle ore di studio individuale per quanto concerne l'acquisizione intrinseca di tali capacita, sia dalle attivita' formative che implicano un confronto (tra studente e docente, di studenti tra loro, tra studenti ed esperti esterni) per quanto attiene ad una loro corretta estrinsecazione. Le capacita' di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio nel suo complesso, in particolare attraverso lo studio individuale previsto, la preparazione di progetti individuali e l'attivita' svolta per la preparazione della prova finale. Il raggiungimento delle capacita' di apprendimento e' verificata essenzialmente attraverso la valutazione degli esami previsti nei corsi e attraverso la prova finale.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: Ingegnere Civile e Edile Funzioni: Il laureato in Ingegneria Civile ed Edile in relazione al percorso formativo prescelto, potra' assumere i seguenti ruoli: 1) Tecnico delle costruzioni civili: svolge attivita' basate sull'applicazione delle scienze, finalizzate a forme di supporto e di collaborazione a: - attivita' di progettazione, di direzione dei lavori, di stima e collaudo delle opere pubbliche; - attivita' di contabilita' relative a costruzioni civili semplici, con l'uso di metodologie standardizzate; - rilievi diretti, strumentali e geometrici di varia natura. 2) Tecnico delle costruzioni edili: svolge attivita' basate sull'applicazione delle scienze, finalizzate a forme di supporto e di collaborazione a attivita' basate sull'applicazione delle scienze, volte al concorso e alla collaborazione a: - attivita' di progettazione, direzione dei lavori, stima e collaudo di opere edilizie; - attivita' di progettazione, direzione dei lavori, vigilanza, contabilita' e liquidazione relative a costruzioni edili, con l'uso di metodologie standardizzate; - attivita' di rilievo diretto e strumentale sull'edilizia attuale e storica e i rilievi geometrici di qualunque natura. Competenze: 1) Il Tecnico delle costruzioni civili ha adeguata conoscenza: - dei principi, dei metodi e degli strumenti di modellazione e calcolo delle strutture e dei criteri per la progettazione di elementi strutturali e strutture di media complessita, mediante lapplicazione di schemi ricorrenti; - dei principi, delle metodologie e degli strumenti per il calcolo delle variabili di progetto e per la progettazione di opere idrauliche di media complessita; - dei criteri e dei metodi per la progettazione geometrica delle infrastrutture stradali e della loro sicurezza; - dei criteri e delle metodologie per il rilievo, il controllo, il monitoraggio e la rappresentazione delle strutture e del territorio e dei metodi di base nel trattamento dei dati relativi allimpianto ed alla realizzazione di rilievi topo-cartografici di media complessita; - dei principi riguardanti la caratterizzazione fisico-meccanica delle terre e le principali metodologie per la determinazione dei relativi parametri; - dei metodi per la conduzione di prove sperimentali di media difficolta' e linterpretazione dei dati in vari settori dellIngegneria Civile. 2) Il Tecnico delle costruzioni edili ha adeguata conoscenza: - dei metodi di base e delle tecniche di progettazione di edifici, nelle componenti spaziali, strutturali e impiantistiche; - dei tipi edilizi, delle tecniche costruttive e dei materiali impiegati; - dei criteri di organizzazione della produzione edilizia e di tutela della sicurezza - dei metodi di rilievo e di rappresentazione degli edifici e del territorio; - dei metodi di valutazione economica utilizzati nel settore delledilizia Sbocchi: 1) Tecnico delle costruzioni civili Ambito della libera professione, Enti pubblici che prevedono uffici tecnici, aziende pubbliche e private, societa' di ingegneria, industrie del settore delle costruzioni civili. 2) Tecnico delle costruzioni edili Ambito della libera professione, Enti pubblici che prevedono uffici tecnici, aziende pubbliche e private, societa' di ingegneria, industrie del settore delle costruzioni edili.

Caratteristiche della Prova Finale

Per conseguire la Laurea lo/a Studente/ssa deve aver acquisito 180 crediti formativi compresi quelli relativi alla prova finale. La prova finale ha l'obiettivo di verificare il livello di maturita' e la capacita' critica del laureando, con riferimento agli apprendimenti e alle conoscenze acquisite, a completamento delle attivita' previste dall'ordinamento didattico. La prova finale consiste in una prova orale secondo modalita' definite dal regolamento sulla prova finale del corso di laurea per ogni anno accademico nel ripetto ed in coerenza della tempistica, delle prescrizioni ministeriali e delle inerenti linee guida di Ateneo.