Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Comunicazione Istituzionale

Seminario a Giurisprudenza di Jacqueline Morineau

29-ott-2016

"Restorative Justice e mediazione umanistica dei conflitti" è il tema del seminario che la prof.ssa Jacqueline Morineau, direttrice del Centre de Médiation et de Formation à la Médiation di Parigi, svolgerà, nella sala Carapezza del Complesso Monumentale dello Steri, Piazza Marina 61, Palermo, sabato 29 ottobre 2016 alle ore 9. L’iniziativa è organizzata dalla I Cattedra di Diritto processuale penale, diretta dal prof. Giuseppe Di Chiara e dall'Associazione Spondé. Introduce e modera Maria Pia Giuffrida Presidente dell’Associazione Spondé. Agli studenti partecipanti sarà riconosciuto un credito formativo.

Jacqueline Morineau è fondatrice del Centre de Médiation et de Formation à la Médiation di Parigi (C.M.F.M.). Le sue esperienze in tema di Restorative Justice e di mediazione, attingendo alla sua formazione classica e alla grande lezione della tragedia greca, l’hanno condotta a elaborare un metodo originale, che ha consentito di formare mediatori in vari Paesi del mondo (Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Belgio, Lussemburgo, Kossovo, Macedonia, Nuova Caledonia, Israele, Palestina, Brasile).

La mediazione, dapprima avviata in via sperimentale allo scopo di gestire conflitti interpersonali coinvolgenti giovani responsabili di violenze fisiche e verbali, attraverso la dimensione umanistica si è consolidata diffondendosi come metodo di lavoro. L’approccio umanistico pone al centro la persona e i suoi valori più profondi, quelli che vengono raggiunti e feriti dal conflitto, e agisce affinché tali valori emergano e vengano conosciuti e ri-conosciuti anche dall’altro confliggente. La mediazione diviene, così, uno spazio per accogliere il disordine, un luogo un cui è possibile esprimere le differenze personali e riconoscere quelle degli altri.

“La mediazione accoglie il disordine. È un momento, un luogo, in cui è possibile esprimere le nostre differenze e riconoscere quelle degli altri. È un incontro nel quale si scopre che i nostri conflitti non sono necessariamente distruttivi, ma possono essere anche generatori di un nuovo rapporto”. Jacqueline Morineau ha pubblicato, tra l’altro, Lo spirito della mediazione (trad. it., Franco Angeli, 2000); Il mediatore dell’anima (trad. it., Servitium, 2010); La médiation humaniste. Un autre regard sur l’avenir (Èrés, 2016).