Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Settore servizi per la ricerca e diffusione della conoscenza scientifica

Presentazione

 

Il Settore “Servizi per la ricerca e diffusione della conoscenza scientifica” è stato istituito nel contesto della riorganizzazione generale dell’Amministrazione dell’Università approvata dal CdA nella seduta del 30-11-2016; nell’organigramma attuale, ha trovato collocazione nell’Area “Qualità, programmazione e supporto strategico”, attivata con DDG n. 1435 del 27-04-2017.


Gli obiettivi generali del Settore sono da individuare principalmente nella disseminazione aperta della conoscenza in rete (anche attraverso l’adozione e l’attuazione di una specifica policy di Ateneo per l’accesso aperto e l’archivio istituzionale, e mediante iniziative mirate di diffusione della conoscenza scientifica nel territorio), e nel supporto tecnico, di natura bibliografica e bibliometrica (ma anche in materia di copyright e accordi editoriali) a beneficio degli autori del nostro Ateneo.


Per il raggiungimento di tali obiettivi, il Settore intende sviluppare le seguenti linee di attività specifiche:

  • definizione e proposizione delle finalità e dei contenuti di un Regolamento di Ateneo per l’accesso aperto e la gestione dell’archivio istituzionale delle pubblicazioni scientifiche, da adottarsi in conformità alle Linee guida CRUI in materia;
  • realizzazione di iniziative finalizzate alla disseminazione della conoscenza scientifica prodotta dal nostro Ateneo, attraverso la condivisione e l’esposizione dei materiali documentari della ricerca nel contesto nazionale e internazionale, allo scopo di contribuire a massimizzarne l’impatto;
  • analisi e consulenza bibliografica e bibliometrica rivolta agli autori di Ateneo, per una migliore profilazione degli stessi in rapporto ai database citazionali e agli altri strumenti bibliometrici esistenti;
  • promozione e coordinamento di iniziative di supporto alla diffusione della conoscenza scientifica e della cultura nel territorio (ad es.: organizzazione di eventi e laboratori formativi; elaborazione di progetti di cooperazione inter-istituzionale con partner territoriali), coerentemente con gli obiettivi dell’Ateneo con riguardo alla terza missione.


Nella gestione delle attività del Settore, particolare attenzione sarà rivolta all’individuazione delle strategie più opportune per migliorare la visibilità e il riconoscimento della qualità della produzione scientifica realizzata dalle strutture di ricerca dell’Ateneo, tenendo conto delle enormi opportunità offerte dai sistemi online di gestione della ricerca (soprattutto in modalità open source), ma anche della necessità di migliorare la qualità degli strumenti già esistenti, attraverso la configurazione ottimale e l’aggiornamento costante delle applicazioni per l’accesso aperto alla produzione scientifica. Si punterà all’integrazione dei diversi sistemi informativi di Ateneo per la gestione dei materiali documentari della ricerca, in stretta sinergia con gli altri ambiti dell’Amministrazione direttamente interessati, e attraverso le pagine del portale di Ateneo dedicate alla ricerca si riserverà spazio all’allestimento e alla pubblicazione di documentazione tecnica e promozionale utile al personale di ricerca. Partcolare cura sarà posta nella predisposizione di materiale di orientamento e di ausilio agli autori per l’autoarchiviazione dei lavori scientifici nelle diverse collezioni digitali di Ateneo.


L’attività di comunicazione e informazione svolta tramite il portale sarà affiancata costantemente da un servizio di consulenza per tutti gli autori di Ateneo, che avrà come oggetto in particolare:

  • la corretta gestione dell’accesso libero e gratuito ai documenti e ai dati della ricerca, in conformità alle leggi vigenti sul diritto d’autore e nel rispetto delle politiche editoriali e delle clausole previste da ciascun editore in merito ai diritti di autoarchiviazione dei contributi scientifici;
  • la correttezza della metadatazione dei materiali della ricerca, in rapporto alle diverse tipologie bibliografiche, ai fini dell’autoarchiviazione;
  • l’adozione, da parte degli autori dell’Ateneo, delle strategie di pubblicazione e profilazione bibliometrica più utili per incrementare visibilità e impatto dei propri lavori scientifici;
  • la gestione dei diritti d’autore in relazione alle differenti tipologie di materiale documentario della ricerca, attraverso una verifica puntuale delle politiche di copyright e dei contratti editoriali sottoscritti.