Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Studenti

Centro Universitario per le Disabilità

Il Centro Universitario per le Disabilità gestisce tutte le attività relative al supporto agli studenti diversamente abili (mobilità, tutor, gestione dell’aula informatica, ecc.).


Delegato del Rettore per la disabilità

Giulia Letizia Mauro

Professore Ordinario Discipline Chirurgiche, Oncologiche e Stomatologiche
Facoltà di Medicina e Chirurgia - Dipartimento delle Discipline Chirurgiche, Oncologiche e Stomatologiche - Cattedra di Medicina Fisica e Riabilitativa - 0916554105 - E-mail giulia.letiziamauro@unipa.it

Il ruolo del Delegato

Il delegato deve, in primo luogo, essere il costante punto di riferimento all’interno del proprio ateneo per tutte le questioni inerenti disabilità e DSA: è la figura alla quale tutte le componenti della comunità universitaria possono rivolgersi per evidenziare problematiche inerenti l’integrazione; è anche la figura preposta a dare precise indicazioni a gli Organi Accademici riguardo alle politiche generali dell’Ateneo in materia di disabilità e DSA.

Il delegato deve, allo stesso tempo, essere punto di riferimento verso tutte le realtà esterne all'Università che si occupano di disabilità e DSA, tra le quali: le agenzie regionali per il diritto allo studio, gli enti e gli organismi amministrativi territoriali, gli uffici scolastici decentrati e le scuole secondarie di secondo grado, le associazioni, le imprese e le agenzie per l'inserimento lavorativo.

Compito fondamentale del delegato è quello di promuovere la sensibilizzazione in tema di disabilità e DSA all’interno dell’ateneo, attraverso periodiche iniziative in tal senso rivolte a studenti, personale docente e non docente, quali, ad esempio, interventi mirati nei Consigli di Dipartimento/Scuola/Facoltà, ma anche campagne informative e divulgative sulle buone prassi già in atto.

Spetta al Delegato il coordinamento di tutte le attività del SDDA oltre che il controllo ed il monitoraggio dell’efficacia dei servizi offerti. Il coordinamento potrà riguardare anche i vari settori della ricerca scientifica, purché finalizzata all’innovazione e al miglioramento dei servizi. In quest’ottica il Delegato è il punto di riferimento e l’animatore di progettualità orientate a qualificare l’Ateneo in direzione sempre più inclusiva

Il Delegato è responsabile dei fondi assegnati ex lege 17/99 e assicura che vengano portate a termine nelle scadenze previste le procedure dettate dalle direttive ministeriali, in particolare la compilazione della scheda annuale di valutazione per l’attuazione di interventi a carico delle Università (miur.cineca.it/interventilegge17/).

Il Delegato è tenuto annualmente a predisporre una descrizione sintetica delle attività svolte, da sottoporre all’attenzione degli organi accademici e del Nucleo di Valutazione/Presidio di Qualità


Delegati dei Dipartimenti:

Prof.ssa Gianna Agrò Dip. SEAS

Prof.ssa Francesca S. Benanti Dip. Matematica e Informatica

Prof. ssa Tiziana Campisi Dip. Architettura

Prof.ssa Clara Celauro Dip. Ingegneria

Prof. Salvatore Di Piazza Dip. Scienze Umanistiche

Prof.ssa Tiziana Di Salvo Dip. Fisica e Chimica

Prof.ssa Emanuela Garofalo Dip. Architettura

Prof.ssa Paola Gianguzza Dip. DISTEM

Prof.ssa Giuliana Guggino Scuola di Medicina e Chirurgia

Prof.ssa Laura Lentini Dip. STEBICEF

Prof.ssa Agata Maltese Dip. Scienze Psicologiche Pedagogiche Eserc. Fisico e Formazione

Prof.ssa Eristanna Palazzolo Dip. SAAF

Prof.ssa Antonella Sciortino Dip. Giurisprudenza

Prof.ssa Santa G. Tumminelli Dip. Scienze Politiche e Relazioni Internazionali


SERVIZI PER STUDENTI DISABILI

Presso la sede dell'Unità operativa sono disponibili ausili tecnologici portatili adattatati alle diverse disabilità quali ingranditori ottici, software di sintesi vocale, stampanti braille, tastiere e caschi speciali.

Gli studenti interessati possono usufruire:

  • del servizio di tutorato
  • del servizio di assistenza alla persona
  • del servizio di trasporto e accompagnamento
  • del servizio di assistenza alla comunicazione e di interpretariato dei segni (LIS)
  • del servizio di assistenza per i test di ingresso ai corsi di Laurea a numero programmato
  • erogazione di borse di mobilità aggiuntive per studenti con disabilità che aderiscono ai progetti di mobilità Erasmus, in coordinamento con l’ufficio Relazioni Internazionali di Ateneo

L’accesso ai servizi può essere richiesto dagli interessati tramite apposito modulo reperibile presso l’U.O.  negli orari di ricevimento o scaricabile dal sito, allegando alla richiesta copia della certificazione di invalidità > 66%, copia del versamento per l’iscrizione all’Università e copia del piano di studi.

E’ necessario rinnovare l’iscrizione ai servizi ad inizio di ogni Anno Accademico.

 

Materiali didattici e supporti tecnologici

Negli ultimi anni si sono accresciute sensibilmente le opportunità per le persone con disabilità e con DSA di avvalersi di strumenti compensativi, sia hardware che software, grazie all’evoluzione delle tecnologie assistive e delle TIC (Tecnologie per l’informazione e la comunicazione), che consentono loro di acquisire sempre maggiore autonomia nello svolgimento delle proprie attività. In alcuni casi l’ausilio consente al soggetto con disabilità di fare ciò che altrimenti non potrebbe fare, in altri migliora le prestazioni in termini di sicurezza, velocità ed efficacia.

In un ambiente di apprendimento quale quello universitario assumono particolare rilievo gli ausili che supportano lo studente nell’attività quotidiana legata alla didattica (fruizione delle lezioni e studio individuale) nonché nell’accesso alle informazioni. Citiamo ad esempio, tra gli altri: i software di sintesi vocale, di riconoscimento del parlato, di interfaccia vocale, le tastiere allargate, i video ingranditori hardware e software.

Lo studente può far pervenire direttamente o tramite il referente della Scuola di Ateneo di appartenenza, al delegato del Rettore apposita richiesta di disporre ai fini formativi di un determinato ausilio.  Il Delegato del Rettore, di concerto con il Referente della Scuola, valutata la tipologia e l’idoneità del materiale richiesto, compatibilmente con la disponibilità dello stesso, propone alla struttura l’acquisto del supporto nel rispetto della normativa vigente.