Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

FRANCESCO VITALE

Epidemiologia della tubercolosi in Sicilia: attività del Laboratorio di Riferimento Regionale per la Sorveglianza e il Controllo della Tubercolosi in Sicilia

  • Autori: Maida, C.; Graziano, G.; Bonura, C.; Aleo, A.; Palermo, M.; Cernigliaro, A.; Pollina Addario, S.; Casuccio, A.; Vitale, F.
  • Anno di pubblicazione: 2019
  • Tipologia: Abstract in atti di convegno pubblicato in rivista
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/387320

Abstract

Introduzione In Sicilia dal 2014 è stato istituito dall’Assessorato Regionale alla Salute il Laboratorio di Riferimento Regionale per la Sorveglianza ed il Controllo della Tubercolosi (TB), per sviluppare e integrare strumenti epidemiologici tradizionali e molecolari in una regione in cui intensi flussi migratori, insediamenti stabili frutto di pregresse migrazioni ed evoluzione demografica della popolazione autoctona compongono un complesso quadro epidemiologico. Materiali e metodi Sono stati analizzati i flussi dei dati sanitari correnti del periodo 2010- 2017, in particolare le notifiche del Sistema Informativo delle Malattie Infettive e le Schede di Dimissione Ospedaliera. Dal 2014, il Laboratorio di Riferimento ha collezionato i ceppi di Mycobacterium tuberculosis (MTB) conferiti dalle strutture ospedaliere regionali, studiandone l’antibiotico-resistenza e l’epidemiologia molecolare, attraverso la tecnica MIRU/VNTR 24 loci. È stata valutata, inoltre, per il triennio 2014-2016, l’aderenza alla terapia antitubercolare dei casi confermati, incrociando i dati della farmaceutica territoriale, dei ceppi collezionati e dei flussi sanitari correnti. Risultati In Sicilia, la percentuale di notifica di TB è cresciuta dal 38,5%, nel 2010, al 67,3%, nel 2017, con un’ampio range tra le Aziende Sanitarie Provinciali. In questo periodo, la proporzione di casi confermati in soggetti non italiani è cresciuta dal 24,7% al 63,0%. Nel periodo 2014-2018 sono stati collezionati 487 ceppi di cui 26 MDR e 2 XDR, provenienti da pazienti di 5 diverse nazionalità. La tipizzazione molecolare degli isolati ha mostrato una grande eterogeneità dei principali lineages; tra questi sono emersi 42 clonal complexes di cui, nel 2017, un cluster composto da MDRO. Relativamente alla valutazione del follow up terapeutico e in accordo con le linee guida ministeriali sul trattamento della TB, il 28,6% dei 1.426 casi confermati del triennio 2014-2016 ha concluso correttamente il ciclo terapeutico, il 13,6% ha terminato la sola “fase di attacco” di 60 giorni di terapia, il 14,2% ha interrotto la terapia prima di 60 giorni, mentre nel 42,6% non è stato possibile valutare l’esito di trattamento. Dei 10 pazienti MDR analizzati solo 6 hanno effettuato una terapia continuativa di almeno un anno. Conclusioni In Sicilia il tasso di TB è diminuito dal 2010 al 2015 (-3,2/100.000) sia nella popolazione italiana che straniera, invertendo la tendenza dal 2016 con un tasso di + 1,4/100.000. La sotto-notifica è diminuita in valore assoluto, in particolare nella popolazione non italiana. La valutazione del follow up terapeutico va implementata alla luce della frammentarietà dei dati sanitari analizzati.