Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

VINCENZO PROVENZANO

TENDENZE REALI E FINANZIARIE DEL BACINO MARMIFERO DI CUSTONACI E I PROCESSI DI COLLABORAZIONE E COMPETIZIONE DELLE IMPRESE LOCALI

  • Autori: Provenzano, V.; Demma, C.
  • Anno di pubblicazione: 2009
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • Parole Chiave: Custonaci, marmo, PMI, network analysis
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/59803

Abstract

L’obiettivo che si intende perseguire è l’analisi del settore marmifero in Sicilia, con particolare riferimento al sistema di Custonaci, una delle realtà maggiormente rappresentative del comparto lapideo in Sicilia e che in letteratura è stato analizzato per verificarne elementi di natura distrettuale. Il comparto marmifero è insieme a quello agroalimentare, uno dei pochi settore orientati alla internazionalizzazione. Nell’ultimo decennio, tuttavia, a causa dell’influenza esercitata dai conflitti medio orientali e dal rafforzamento dell’euro nei confronti del dollaro, il comparto ha attraversato una profonda crisi, aggravata da fattori strutturali quali l’eccessiva frammentazione dell’offerta, la mancanza di programmazione e di coordinamento dell’attività da parte degli operatori, l’insufficienza di infrastrutture a supporto delle attività produttive, la bassa sensibilità nei confronti dell’innovazione tecnologica e il limitato livello di capitale umano impiegato nel settore. Il lavoro intende dimostrare la necessità della creazione di un sistema di rete consolidato tra le imprese al fine di superare le criticità che attualmente gravano su di esse. In particolare, nel bacino lapideo di Custonaci, il tessuto imprenditoriale appare caratterizzato da un’elevata frammentazione territoriale che determina un elevato grado di concorrenzialità e un basso grado di collaborazione, fattori che hanno ridotto significativamente la redditività del settore. Al fine di individuare possibili linee di intervento che consentano di superare le problematiche che gravano su questa realtà, la presente ricerca effettua un’analisi di carattere sia quantitativo che qualitativo delle principali caratteristiche strutturali, economiche e finanziarie di un campione rappresentativo di 25 imprese dell’area, localizzate nei comuni di Custonaci, Erice e Valderice. L’analisi quantitativa, effettuata a livello sia individuale che aggregato, si basa sull’esame dei dati di bilancio delle 25 imprese selezionate ed ha lo scopo di esaminare le loro performance economiche e finanziarie, unitamente al loro grado di capitalizzazione. L’analisi qualitativa è stata effettuata attraverso un’attività di ricerca sul campo e l’applicazione delle tecniche della social network analysis. L’attività di ricerca sul campo è stata realizzata, in particolare, attraverso interviste dirette e la somministrazione di un questionario costituito da 67 domande, volte ad esaminare le caratteristiche tecniche delle imprese locali, il grado di collaborazione interaziendale, il livello di capitale umano, il mercato di riferimento, il grado di internazionalizzazione, il rapporto con il sistema bancario, i fattori critici di successo e le principali problematiche del sistema. Tale analisi è volta, principalmente, a verificare l’esistenza di un network consolidato di imprese all’interno di questa realtà e il grado di integrazione verticale e/o orizzontale raggiunto dalle imprese locali. I risultati di questa indagine confermano la necessità, avvertita dalle stesse imprese, di instaurare forme di cooperazione solide e stabili all’interno del sistema, in un’ottica di collaborazione competitiva, unitamente ad una maggiore collaborazione con le Istituzione Pubbliche. Questi cambiamenti organizzativi potrebbero consentire un significativo miglioramento nella programmazione dell’attività, necessario per superare le problematiche che affliggono il settore. In tale ambito, il capitale sociale, inteso come “insieme delle relazioni, delle norme e dei valori condivisi che facilitano la cooperazione fra gruppi o persone” ‐ secondo la definizione elaborata dall’OCSE ‐, assume una valenza strategica per la sopravvivenza e la crescita di questo comparto.