Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

GIOVANNI PETRUCCI

Metodo automatici per l'analisi fotoelastica delle tensioni residue nel vetro

  • Autori: Ajovalasit, A.; Battaglia, S.; Petrucci, G.; Scafidi, M.
  • Anno di pubblicazione: 2010
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • Parole Chiave: meccanica sperimentale, vetri, tensioni residue, fotoelasticità RGB, fotoelasticità a variazione di fase
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/50895

Abstract

Nei manufatti in vetro sono generalmente presenti tensioni residue provocate dalle lavorazioni. In tali componenti, il controllo delle tensioni residue riveste grande importanza; a tal fine si impiegano diversi metodi di analisi, codificati anche dalla normativa internazionale. Poiché il vetro è un materiale birifrangente, le tecniche sviluppate per l’analisi delle tensioni residue sono basate principalmente sul metodo fotoelastico. In questo lavoro vengono proposti due metodi automatici di analisi delle tensioni residue di tipo membranale nei vetri basati rispettivamente sulla fotoelasticità RGB, in luce bianca, e sul metodo a variazione di fase, in luce monocromatica. I suddetti metodi possono efficacemente sostituire i metodi manuali di compensazione (compensazione goniometrica, compensatori di Babinet e di Babinet - Soleil) previsti dalle attuali norme tecniche.