Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

ELISA CHIARA PORTALE

Le fortificazioni di Akragas: il settore presso la cosiddetta Porta Aurea

Abstract

L’identificazione della porta ad mare ferens, ricordata da Livio per le vicende della conquista romana di Agrigento nel 211/0 a.C., ha costituito uno degli argomenti di maggior interesse per gli studiosi della topografia della città, in connessione con la localizzazione dell’agorà-foro e del non lontano tempio di Eracle/Ercole. Nel quindicennio scorso ha prevalso l’ipotesi, avanzata da G. Tripodi nel 2003, che la porta principale di collegamento con la costa sia da ubicare a Est (attuale giardino di Villa Aurea) e non già ad Ovest (sito della cosiddetta Porta Aurea) del Tempio A/ cosiddetto Tempio di Eracle; da ultimo, V. Caminneci e G. Cucchiara hanno invece rivalutato l’importanza anche del varco posto tra il Tempio di Eracle e la fascia a Sud dell’Olympieion, sede tradizionale della “Porta Aurea”, per il collegamento con il territorio e l’emporio. Sulla scorta delle indagini in corso da parte dell’Università di Palermo in questo settore della Collina dei Templi, viene qui proposta una revisione complessiva delle evidenze, che consente di definire le fasi principali di sviluppo e trasformazione di questa parte della città, in cui si inseriscono e si definiscono i connotati delle architetture militari, in relazione al contesto santuariale e, dopo la dismissione delle aree sacre a fine IV sec. a.C., alla preminente funzione assunta da questa zona nella difesa e quindi nella relazione tra la città ellenistico-romana, il territorio e il mare.