Skip to main content
Passa alla visualizzazione normale.

ANTONIO PALMA

EFFETTI DELLA TERAPIA MULTISISTEMICA IN ACQUA SULLE ABILITA’ GROSSOMOTORIE E COGNITIVE IN SOGGETTI CON DISTURBO DELLO SPETTRO AUTISTICO

  • Authors: Battaglia, G.; Alesi, M.; Agro', G.; Giulio, P.; Pepi, A.; Palma, A.
  • Publication year: 2015
  • Type: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/174732

Abstract

Lo scopo del presente studio è stato quello di studiare gli effetti della “terapia multisistemica in acqua” (TMA) sulle abilità grossomotorie e cognitive in bambini con disturbo dello spettro autistico. Le attività hanno coinvolto sei soggetti e si sono svolte attraverso la “pianificazione” di un intervento individualizzato e interpersonale volto a ridurre i sintomi e migliorare le capacità comunicative e relazionali del bambino avvalendosi degli ambienti strutturati delle piscine pubbliche. Dopo l’intervento terapeutico, i soggetti hanno mostrato un miglioramento del quoziente di sviluppo grosso-motorio e una modificazione degli schemi cognitivi, comportamentali, comunicativi ed emotivi. Il programma TMA svolto, nella stessa maniera di una regolare pratica motoria (Prupas, A & Reid, G, 2001), sembra ridurre le stereotipie per stanchezza muscolare o perché l’esercizio fisico produce sensazioni piacevoli interne fungendo da rinforzi automatici simili a quelli innescati dai movimenti stereotipati. La TMA, inoltre, come suggerito da Caputo e coll. (2008), promuovendo l’attivazione del sistema motivazionale dell’attaccamento, che permette agli operatori di diventare la base sicura in situazioni di stress e di pericolo, potrebbe intervenire nel tempo a migliorare l’interazione sociale reciproca.