Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

MASSIMO MIDIRI

Imaging con risonanza magnetica delle neuropatie da intrappolamento della spalla

  • Autori: Sutera, R.; PALERMO PATERA, G.; Peritore, G.; Iovane, A.; Midiri, M.; Faletti, C.
  • Anno di pubblicazione: 2010
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)
  • Parole Chiave: Risonanza magnetica, neuropatie, spalla
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/58945

Abstract

Obiettivi didattici: Descrivere e caratteristiche alla risonanza magnetica (RM) delle neuropatie da intrappolamento comuni della spalla: - sindrome di Parsonage-Turner - sindrome del quadrilatero (neuropatia ascellare) - sindrome del nervo soprascapolare Introduzione: Le neuropatie da intrappolamento sono caratterizzate da alterazione della funzionalità dei nervi secondaria alla compressione da parte di forze meccaniche o dinamiche. La compressione può essere acuta, cronica o intermittente. Non di rado neuropatie compressive sono dovute a lesioni occupanti spazio, come tumori, cisti, processi infiammatori, o condizioni post-traumatiche. Descrizione: L'aspetto RM della sindrome di Parsonage-Turner è abbastanza caratteristico, con edema marcato nei muscoli interessati della spalla, più comunemente quelli innervati dal nervo soprascapolare, anche se può essere compromesso pure il muscolo deltoide. L'imaging RM della sindrome dello spazio quadrilatero può rivelare un'atrofia adiposa o un edema isolato del muscolo piccolo rotondo. L'imaging RM della sindrome del nervo soprascapolare è caratterizzata da edema o degenerazione adiposa del muscolo sovraspinato e/o infraspinato insieme ad una cisti o ganglio dell'incisura spino-glenoidea o di quella soprascapolare. Conclusioni: La RM è fondamentale per la diagnosi delle neuropatie da intrappolamento della spalla e delle relative cause, escludendo così altre possibili cause di dolore alla spalla. Inoltre, la RM permette di distinguere una denervazione acuta da una cronica con atrofia adiposa.