Skip to main content
Passa alla visualizzazione normale.

MARZIA INGRASSIA

L'etichettatura dei prodotti agroalimentari nella percezione della qualità secondo i consumatori.

  • Authors: Bacarella, S.; Altamore, L.; Valdesi, V.; Ingrassia, M.
  • Publication year: 2014
  • Type: Altro
  • Key words: QR Code, Tracciabilità, Scaling Multidimensionale, Comportamento del consumatore
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/102929

Abstract

Le informazioni sulle certificazioni di qualità o sulla filiera di produzione, confezionamento e vendita sono, per i consumatori, elementi importanti per individuare prodotti ritenuti sicuri. Tali informazioni, se riportate in etichetta, sono determinanti nelle scelte d’acquisto di taluni segmenti di mercato. L’obiettivo di questo studio è conoscere in che misura la rintracciabilità dei prodotti alimentari, rivelata ai consumatori attraverso le etichette, possa essere considerata un elemento rappresentativo della qualità e della sicurezza, anche attraverso l’utilizzo di strumenti innovativi quale il QR code. Sono stati individuati due Capoluoghi italiani, sulla base della suddivisione ISTAT del Paese, rappresentativi del nord e del sud (Milano e Palermo). Considerata la numerosità della Popolazione ivi residente (ISTAT, 2011), è stato estratto un campione di consumatori (n=270, p=95%, ε=7%) mediante schema di campionamento stratificato-proporzionale, con estrazione casuale delle unità da ogni Strato. Le interviste, telefoniche, sono state effettuate mediante questionario, contenente domande sulle caratteristiche socio-demografiche dei rispondenti e 20 variabili (caratteristiche e contenuto delle etichette), alle quali attribuire un punteggio (da 1 a 10) sulla base dell’importanza percepita. Alla matrice dei dati è stato applicato il Multidimensional Scaling (ALSCAL), tecnica statistica esplorativa per la rappresentazione delle preferenze in uno spazio ridotto, sulla base della “similarità” tra gli oggetti. Dai risultati emergono otto profili specifici di consumatori con diverse abitudini d’acquisto di cui 4 più generali. Questi profili sono contraddistinti dai posizionamenti sul piano, delle variabili osservate, ottenuti al variare (simultaneo) delle 2 Dimensioni principali risultanti dell’applicazione dello Scaling multidimensionale. La prima Dimensione, in funzione della Qualità richiesta (da livello base a livello extra), la seconda in funzione del comportamento nella fase di acquisto (da classico ad innovativo). In particolare il consumatore che combina l’esigenza di prodotti di alta qualità ad un comportamento di acquisto più innovativo, ricerca nelle etichette molte altre informazioni aggiuntive quali origine, metodo di produzione, caratteristiche benefiche per l’organismo, attenzione del produttore verso l’ambiente ed i lavoratori, etc.. L’esigenza di queste informazioni trovano una risposta anche nell’utilizzo del QR code viste le innumerevoli quantità di informazioni a cui può condurre. Tali segmenti appaiono quelli su cui le imprese agroalimentari dovrebbero puntare.