Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

FRANCESCO CAPPELLO

Composti curcumin-like come agenti neuro-protettori. Interazione con HSP60

  • Autori: Giacalone, V; Marino Gammazza, A; Campanella, C; Buscemi, S; Caruso Bavisotto, C; Cappello, F; Palumbo Piccionello, A
  • Anno di pubblicazione: 2014
  • Tipologia: Proceedings

Abstract

La Malattia di Alzheimer rappresenta una sfida fondamentale del XXI secolo per la salute pubblica. Le terapie attualmente utilizzate per la cura dell’Alzheimer si basano sugli aspetti sintomatici della patologia [1]. Un importante ruolo nella malattia è rivestito dalle Heat shock proteins (HSPs), proteine che presiedono al controllo del ripiegamento proteico [2]. Recentemente, è stato dimostrato che HSP60 media la traslocazione del Precursore della Proteina Amiloide (APP) e del Peptide Beta Amiloide (Aβ) nei mitocondri, portando alla perdita della funzionalità dell’organulo [3]. Nel campo degli approcci delle terapie potenziali, la curcumina sta emergendo come lead compound per lo sviluppo di farmaci neuro-protettivi [4]. Qui presenteremo i nostri recenti studi sull’effetto della curcumina e di composti curcumin-like su un modello in vitro di cellule neuronali. In particolare, verranno presentati i risultati relativi alla sintesi di alcuni composti curcumin-like e all’abilità di interferire sull’espressione di HSP60.

Allegati