Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

CLELIA BARTOLI

Quattro domande sui respingimenti

  • Autori: Bartoli, C.
  • Anno di pubblicazione: 2011
  • Tipologia: Articolo in rivista (Articolo in rivista)
  • Parole Chiave: Immigrazione, diritti umani, respingimenti, Libia, razzismo istituzionale
  • OA Link: http://hdl.handle.net/10447/55081

Abstract

Dopo lo scoppio della rivolta libica e la conseguente guerra, in Italia molti sembrano rimpiangere la dittatura di Geddhafi, quantomeno perché gli accordi di amicizia italo-libici1 avevano evitato buona parte degli sbarchi sulle coste siciliane. Ritengo ora necessaria una valutazione più oculata di quei respingimenti, per comprendere se è opportuno rimpiangerli, ma soprattutto per ripensare criticamente la politica del Mediterraneo alla luce dei grandi mutamenti. Ci chiederemo allora se i respingimenti in Libia erano pienamente legali; se siano stati uno strumento efficace nel contrasto all’immigrazione clandestina; se fossero risultati convenienti in base a considerazioni economiche, e infine credo necessario raccogliere maggiori elementi per giudicare se si sia trattato di un provvedimento moralmente giusto.