Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2244 - MIGRAZIONI, DIRITTI, INTEGRAZIONE

Corso di Laurea Magistrale in “Migrazioni, diritti, integrazione”

13-lug-2020

Corso di Laurea Magistrale in “Migrazioni, diritti, integrazione” presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Palermo

Il nuovo Corso di studi magistrale in "Migrazioni, diritti, integrazione" offre un percorso formativo specialistico sul fenomeno delle migrazioni umane nel mondo contemporaneo e sui problemi dell’integrazione dei migranti nella società. Il Corso si propone di formare esperti dei fenomeni migratori e dei problemi dell’integrazione, con un elevato grado di conoscenza degli aspetti giuridici dei fenomeni stessi, in grado di collocare tali conoscenze nel più ampio contesto sociale, geo-storico ed economico.

Quali sono gli obiettivi del corso di studi?

Gli insegnamenti previsti nei due anni consentono allo studente di confrontarsi con le cause socio-economiche dei fenomeni migratori, grazie al coinvolgimento di insegnamenti di ambito storico, economico e geografico, per passare poi all’analisi del quadro giuridico generale di riferimento e concentrarsi quindi sui diritti dei migranti nei rapporti tra privati e nei confronti dell’autorità pubblica, così come sulla disciplina delle condizioni e modalità di accesso e permanenza e sulle politiche dell’integrazione in un quadro giuridico multilivello.

Il Corso prevede inoltre l’istituzione di laboratori, di tipo linguistico e di euro-progettazione. È previsto lo svolgimento di tirocini al fine di sviluppare le capacità degli studenti di mettere in pratica le conoscenze acquisite ed avviare rapporti con gli enti pubblici e privati che operano nel settore dell’integrazione e dell’accoglienza.

Quali sono gli sbocchi occupazionali?

Il corso mira a formare esperti ed operatori anche con ruoli di responsabilità nei settori pubblico, privato e dei servizi nel campo dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti. Il laureato può svolgere funzioni di coordinamento e gestione dell'accoglienza e dell'integrazione dei migranti, nel settore pubblico come in quello privato. Può inoltre contribuire, in ambito regionale, nazionale, europeo ed internazionale, alla definizione ed all'attuazione delle politiche multilivello da utilizzare per la governance dei fenomeni migratori.

Quali sono i requisiti per accedere al Corso di Laurea Magistrale in Migrazioni, diritti, integrazione?

Possono accedere automaticamente i laureati triennali nelle classi di seguito riportate:

  • Scienze dei servizi giuridici (L-14)
  • Scienze dell’amministrazione, dell’organizzazione e consulenza del lavoro (L-16)
  • Economia e amministrazione aziendale (L-18)
  • Economia (L-33)
  • Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36)
  • Sviluppo economico, cooperazione internazionale e migrazioni (L-37)
  • Servizio sociale (L-39)
  • Scienze della difesa e della sicurezza (L/DS)

Ogni altro laureato potrà accedere al Corso se già in possesso di almeno 18 CFU conseguiti nei seguenti SSD: 6 CFU Diritto privato (IUS/01); 6 CFU Diritto costituzionale (IUS/08) o Istituzioni di diritto pubblico (IUS/09); 6 CFU Diritto internazionale (IUS/13) o Diritto dell’Unione europea (IUS/14). Tali crediti possono essere acquisiti entro novembre 2020 secondo le modalità che saranno indicate sulla pagina del Corso. La verifica della preparazione personale, alla quale potranno accedere solo gli studenti in possesso dei requisiti appena indicati, avverrà mediante un colloquio con una commissione nominata dagli organi competenti. Le date dei colloqui, nonché il syllabus, con l’indicazione dei temi oggetto del colloquio e dei riferimenti bibliografici saranno disponibili a breve sulla pagina del Corso di Laurea. La verifica non è necessaria nel caso in cui lo studente abbia conseguito la laurea triennale con un voto pari o superiore a 105/110.

Ai fini dell’accesso al Corso occorre, inoltre, il possesso di competenze linguistiche in lingua inglese idonee a consentire lo studio di alcuni insegnamenti in tale lingua (livello B2), non necessaria in caso di esibizione di idonea attestazione.

Per informazioni

E-mail > ��cdlm.migrazioni@unipa.it