Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Presentazione del Polo Territoriale di Caltanissetta

30-nov-2020

L’Università degli studi di Palermo ha sviluppato una presenza diffusa sul territorio.

Il Polo Territoriale Universitario di Caltanissetta è una realtà particolarmente dinamica all’interno dell’Università degli studi di Palermo, un ateneo ricco di storia e tradizione. 

Consapevoli che la presenza di una università nel territorio provinciale deve favorire l’avvio di filiere di orientamento, formazione, ricerca e sviluppo funzionali alle vocazioni, alle risorse e alle opportunità del territorio, negli anni abbiamo curato sempre più la collaborazione con i Consorzi Universitari. Per questo motivo, oggi, la formazione è ancorata alla realtà produttiva del territorio e tutta l’offerta formativa dei corsi di studi attivati a Caltanissetta si distingue per la qualità della didattica.

I dipartimenti, attraverso i docenti, che operano presso il Polo di Caltanissetta vantano prestigiose e intense collaborazioni scientifiche a livello nazionale e internazionale.

Presso il Polo Universitario di Caltanissetta sono attivi i Corsi di Studio:

 

Medicina e Chirurgia (LM-41) con sede presso i padiglioni del CEFPAS in via Mulè

Ingegneria Biomedica (L-9) presso Palazzo Moncada in Corso V. Emanuele, 92

Scienze e Tecnologie Agrarie (L-25) presso Palazzo Moncada in Corso V. Emanuele, 92

 

Lo studente si accorgerà ben presto di vivere in una realtà universitaria vivace e accogliente, dove vivere e studiare con serenità.

Nel corso degli anni l’insediamento nisseno è numericamente cresciuto e di pari passo sono stati creati e potenziati servizi e spazi didattico-scientifici di supporto agli studenti: la biblioteca centralizzata, i laboratori informatici, la rete Wi-Fi, le sale-studio, i servizi a supporto dei progetti internazionali e di accoglienza e assistenza per gli studenti stranieri, il servizio di supporto psicologico, etc... e laboratori dedicati alla ricerca scientifica e tecnologica per i propri docenti.