Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Policlinico Giaccone: Chirurgia plastica riconosciuta centro di trattamento per i traumi e reimpianti della mano | Accreditamento ottenuto dalla FESSH (Federazione Europea delle Società di Chirurgia della Mano)

Un riconoscimento significativo che consente ai cittadini di poter contare su un centro di riferimento per il trattamento dei traumi e dei reimpianti della mano. La Chirurgia Plastica dell’AOU Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo - diretta dalla prof.ssa Adriana Cordova - ha, infatti, ottenuto l’accreditamento della FESSH (Federazione Europea delle Società di Chirurgia della Mano) quale centro per il trattamento dei traumi e dei reimpianti di arto superiore. 

Un’attribuzione, riconosciuta solo a 10 centri italiani, che valorizza un’attività già consolidata. L’accreditamento richiede alti standard assistenziali e di formazione del personale medico, tra cui la qualificazione con il diploma europeo in chirurgia della mano, ottenuta dalla prof.ssa Francesca Toia e dal dott. Pierfrancesco Pugliese. La chirurgia della mano, coordinata dal dott. Massimiliano Tripoli, è una delle specialità di punta del reparto. 

“La nostra realtà – sottolinea la prof.ssa Cordova – è l’unica a sud di Ancona a essere accreditata come centro europeo per i reimpianti e i traumi degli arti superiori. Lo ha stabilito la commissione preposta della FESSH. Il raggiungimento di questo traguardo consentirà di aumentare l’attrattività per i pazienti, ponendo Palermo al centro della rete traumi mano del centro e sud Italia. Si rafforza, inoltre, il nostro ruolo nella rete di formazione europea, contribuendo a far crescere l’interesse dei giovani chirurghi connazionali e stranieri che si specializzano in chirurgia della mano”.