Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Nuovo bando di attuazione della misura 1.26 "Innovazioni nel settore della pesca". Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca 2014-2010. Scadenza 19 dicembre 2016.

1-dic-2016

Nuovo bando di attuazione della misura 1.26 del P.O. - Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e per la Pesca (FEAMP).

Scadenza: 19 dicembre 2016. 

Link: http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_LaStrutturaRegionale/PIR_AssessoratoregionaledelleRisorseAgricoleeAlimentari/PIR_DipPesca/PIR_FondiUnioneEuropea/PIR_FEAMP20142020/PIR_Bandi/PIR_2016/PIR_Misura126

Il bando, lanciato dal Dipartimento Pesca della Regione Siciliana, promuove l’innovazione della pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze. 

In particolare, la misura 1.26 si propone l’obiettivo generale di promuovere l’innovazione attraverso la realizzazione di progetti idonei a sviluppare o introdurre prodotti e attrezzature nuovi o sostanzialmente migliorati, processi e tecniche nuovi o migliorati e sistemi di gestione e organizzativi nuovi o migliorati, compreso il livello della trasformazione e della commercializzazione. 

Tra le azioni ammissibili: 
•    interventi per lo sviluppo o l’introduzione di prodotti o attrezzature nuovi o migliorati per ridurre l’impatto dell’attività di pesca sulle risorse e migliorare la qualità del prodotto. 
•    Interventi per lo sviluppo di processi e tecniche nuovi o migliorati in tema di salute e sicurezza degli operatori della pesca marittima. 
•    Interventi per l’attuazione di sistemi gestionali innovativi della pesca marittima basati su misure volte a regolamentare l’attività ed a tutelare l’ecosistema marino 
•    sviluppo di nuove tecnologie digitali finalizzate alla misura; 
•    interventi di accompagnamento alle imprese del settore per la partecipazione a programmi europei di ricerca, sviluppo e innovazione, 
•    progetti volti a favorire la nascita e l’aggregazione di imprese; 
•    iniziative volte all’aumento del valore aggiunto anche attraverso l’ottenimento di marchi e/o brevetti; 
•    iniziative per il miglioramento dell’igiene e della qualità del prodotto. 

Dotazione finanziaria: € 1.200.000.
L’importo massimo ammissibile per ciascun progetto è pari a 60.000 euro. La Misura prevede un’intensità massima dell’aiuto pubblico pari al 50% delle spese. Quando il beneficiario è un Organismo di diritto pubblico, si applica un’intensità di aiuto pubblico pari al 100% della spesa ammissibile dell'intervento 

Beneficiari
possono promuovere proposte progettuali: 
- organismi scientifici o tecnici riconosciuti dallo Stato membro o dall'Unione; 
- Amministrazioni pubbliche, proprietari di imbarcazioni da pesca, associazioni del settore della pesca professionale, pescatori, armatori di imbarcazioni da pesca, in collaborazione con un organismo scientifico o tecnico riconosciuto dallo Stato Membro o dall'Unione; 
- Soggetti promotori dei piani di gestione locale della pesca (Cogepa).

All’art.4.1.3 del Bando (Soggetti diversi dai CO.GE.PA.) si specifica che non è ammessa la partecipazione ai soggetti che sono partner di una proposta progettuale, di cui ai punti 4.1.1 (Soggetti gestori di PGL approvati) e 4.1.2 (Soggetti gestori di PGL da approvare ) e contemporaneamente promotori di proposte autonome di cui al presente punto. 

Qualora siate interessati a partecipare al bando, vi preghiamo di darne tempestiva comunicazione per e-mail a
supporto.ricerca@unipa.it