Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Scuola di lingua italiana per stranieri

Itastra partecipa al Progetto Grundtvig

 

learning logo

Cos'è il progetto Grundtvig
“Learning for living - Apprendere per vivere”

Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), istituito dal Parlamento e dal Consiglio europei allo scopo di promuovere iniziative di cooperazione europea nell'ambito dell’istruzione e della formazione, si propone di promuovere scambicooperazione mobilità tra i sistemi d'istruzione e formazione in modo che essi diventino un punto di riferimento di qualità a livello mondiale. In particolare, ilprogramma settoriale Grundtvig risponde alle esigenze didattiche e di apprendimento delle persone coinvolte in ogni forma di istruzione degli adulti, nonchè degli istituti e delle organizzazioni che sono preposti a questo tipo di istruzione o lo agevolano.

Il progetto Learning for Living, di cui il Dipartimento di Studi filologici e linguistici dell'Università degli Studi di Palermo e la Scuola di Lingua italiana per Stranieri sono stati i beneficiari per l'Italia, ha previsto la partecipazione di altri tre Enti di formazione europei: il Southern Regional College (Irlanda del Nord), l'Helsinki Deaconess Institute (Finlandia) e il Cumbernauld College (Scozia), riuniti in occasione del primo incontro organizzativo a Portadown, Irlanda del Nord, il 5 e 6 dicembre in uno dei Campus del Southern Regional College, partner coordinatore del progetto. Il progetto, della durata complessiva di 2 anni, ha promosso lo scambio di buone pratiche nella formazione linguistica e culturale di migranti adulti, attraverso l'organizzazione di visite e seminari formativi a cui prenderanno parte docenti e studenti dei quattro partner. Ciò ha consentito la condivisione e l'arricchimento reciproco di approcci e metodi di apprendimento/insegnamento linguistico e interculturale praticati nei diversi Paesi coinvolti, con particolare riferimento alle comunità migranti. I contenuti e le iniziative promossi nel corso della realizzazione del progetto, sono stati opportunamente diffusi attraverso strumenti di comunicazione creati ad hoc.


 Le varie tappe a cui ha partecipato la Scuola 

"Learning for living", terza tappa in Scozia (leggi...)

A Palermo la seconda tappa del Progetto Grundtvig "Learnig for living" (leggi...)

Il progetto Grundtvig arriva in Finlandia (leggi)



Si conclude il progetto, pubblicati i risultati

Dopo due anni di attività e cinque incontri internazionali che hanno permesso a docenti e studenti della Scuola di Lingua italiana per Stranieri di condividere esperienze, materiali e idee innovative con docenti e studenti di altri tre istituti europei che si occupano di apprendimento di una lingua seconda da parte di migranti adulti, si è concluso il Partenariato di apprendimento Grundtvig “Learning for living - Apprendere per vivere” con la pubblicazione dei risultati sulla Banca Dati EST - European Shared Treasure (Tesoro Europeo Condiviso) che è possibile consultare attraverso il seguente link http://www.europeansharedtreasure.eu/detail.php?id_project_base=2011-1-GB2-GRU06-05288 (in inglese e italiano).

Quali sono le principali barriere all’integrazione con cui un/a migrante straniero/a deve confrontarsi all’arrivo nel Paese ospitante? Di quali servizi di supporto all’integrazione linguistica, sociale e professionale può disporre sul nuovo territorio? In particolare, quali sono i bisogni linguistici e le risorse formative e didattiche di cui può disporre un/a migrante neo-arrivato/a che non conosce la lingua e la cultura del Paese d’arrivo? A tutte queste domande, gli studenti e i docenti dei quattro istituti coinvolti provenienti da Irlanda del Nord, Scozia, Finlandia e Italia, hanno cercato di dare risposte concrete, sia indagando nella realtà dei rispettivi Paesi di provenienza, sia formulando proposte originali soprattutto sul versante dei bisogni linguistici di base.

Interessante a questo proposito è il cosiddetto “Sillabo di Palermo” elaborato in occasione dell’incontro internazionale organizzato dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Ateneo palermitano e che può essere consultato al seguente link http://www.programmallp.it/est/product_show.php?id_project=2011-1-GB2-GRU06-05288-2&id_product=4. Si tratta di un programma di studio per apprendenti stranieri con nessuna conoscenza dell’italiano (A1 - Principianti assoluti) da svolgersi nell’arco delle prime dieci settimane dall’arrivo in Italia. Il sillabo riflette il punto di vista degli stessi apprendenti ed è stato, infatti, elaborato da un gruppo di studenti stranieri della Scuola di Lingua italiana per Stranieri che hanno partecipato al progetto e che hanno vissuto in prima persona l’esperienza dell’apprendimento dell’italiano come lingua seconda nella condizione di neo-arrivati.

Altro importante risultato congiunto, nato dall’elaborazione di quattro diversi sillabi prodotti dagli studenti stranieri dei quattro istituti partner del progetto, è un corso completo in otto lezioni disponibile nella versione in lingua inglese sul sito del progetto http://www.src.ac.uk/international-affairs/grundtvig-projects/learning-for-living-project, di cui sono disponibili le due unità tematiche su Cibo e Acquisti elaborate dagli studenti di italiano del nostro Istituto. Anche in questo caso si tratta di un prodotto realizzato dagli stessi apprendenti che hanno quindi potuto esprimere il loro punto di vista sull’apprendimento di una lingua seconda sia in termini di bisogni linguistici che culturali.

Per maggiori informazioni sul progetto e sui materiali disponibili, scrivere a scuolaitalianostranieri@unipa.it

 

Risultati e prodotti del progetto

Sillabo di Palermo (scarica)

"Cibo e Acquisti": Shopping (scarica) - Cibo (scarica) - File audio (ascolta)

Resoconto completo del progetto - opuscolo (scarica)

Resoconto dell’incontro di Palermo del 28-29 maggio 2013 (scarica)

Apprendere l’italiano: le idee degli apprendenti su come imparare l’italiano (scarica)

foto gruppo grund

La Banca Dati EST European Shared Treasure

banca dati estLa Banca Dati EST European Shared Treasure (Tesoro Europeo Condiviso) è un sistema documentario comune e condiviso che conserva l’immenso patrimonio di esperienze didattico-pedagogiche e prodotti finali realizzati nell’ambito di progetti di cooperazione europea e risultati dall’iniziativa, dalla ricerca e dall’impegno di insegnanti, alunni, formatori: una ricchezza importante sia dal punto di vista quantitativo che da quello della capacità innovativa e di cui è indispensabile fare memoria. Per accedere ai risultati e ai prodotti scaturiti dal progetto “Learning for living”.

 

 

Per conoscere i risultati e i prodotti del progetto clicca sull'immagine sottostante

est 2