Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Activated sludge

Home - Activated sludge: 100 plus 1 years

Activated sludge: 100 plus  1 years - New trends and perspectives

banner activated sludge






 

Palermo, 11 maggio 2015

 

Aula Capitò

Presidenza della Scuola Politecnica di Palermo

Viale delle Scienze, Edificio 7

 

 

In England, during 1914, two chemists working at the Devyhulme sewage treatment plant in Manchester, Edward Ardern and William Lockett, invented and coined the term “activated sludge”. This term referred to a particulate material accumulating during their experiments with sewage aeration. The activated sludge process soon widespread outside England and in 1926 the first full scale plant was built in Essen-Rellinghausen, Germany. Thereafter, the activated sludge process developed worldwide, changing definitely wastewater treatment.

This International Seminar has the goal to cover the current status of the main aspects of the activated sludge process looking forward at developments in the future. The International Conference is articulated by eight invited speakers, four of them from International Universities, who will share their experience in wastewater treatment from research, technology, development and application perspectives. The organizers hope that this International Conference will positively contribute to a knowledge upgrade in the identification of new and innovative wastewater treatment technologies for solving up-today critical issues for a better environmental protection

 

 

In Inghilterrra, nel corso del 1914, Edward Ardern e William Lockett - due chimici che lavoravano presso l’impianto di Devyhulmes a Manchester - inventarono e coniarono per la prima volta il termine “fanghi attivi”. Tale termine indicava il materiale particellare che si formava nel corso dei loro esperimenti dove le acque reflue erano sottoposte ad aerazione. Il processo a fanghi attivi si diffuse rapidamente al di fuori dell’Inghilterra e il primo impianto a piena scala, nel Continente Europeo, fu realizzato nel 1926 in Germania ad Essen-Rellinghausen. Da allora, il processo a fanghi attivi si è diffuso in tutto il mondo rivelandosi come il trattamento delle acque reflue tecnicamente più vantaggioso.

Il Convegno Internazionale, ripercorrendo le principali tappe che hanno portato ad una esperienza nel campo dei sistemi a fanghi attivi di 101 anni, mira ad enucleare le migliori tecnologie innovative per la depurazione delle acque reflue. Il convegno coinvolgerà otto relatori, di cui quattro provenienti da Università straniere, che condivideranno le loro esperienze sui processi a fanghi attivi, in termini di ricerca, tecnologie, sviluppi ed applicazioni. Gli organizzatori auspicano che il convegno contribuirà ad incrementare il livello di conoscenza sui sistemi avanzati di trattamento fornendo risposte ad una crescente richiesta di innovazione e di maggiore sostenibilità ambientale.

 

Giorgio Mannina