Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

P026 - PEDIATRIA

RETE FORMATIVA - SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PEDIATRIA


UNITA' OPERATIVE DELLA RETE FORMATIVA DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN PEDIATRIA


Report clinico-assistenziale, obiettivi formativi, attività e principali linee di studio e ricerca

 ___________________________


U.O.C. Neonatologia con Terapia Intensiva Neonatale e Nido - AOUP “P. Giaccone”

Direttore: Prof. Giovanni Corsello

Dirigenti Medici e Sanitari: Vincenzo Antona, Cinzia Cajozzo, Caterina Campo, Eva Candela, Maurizio Carta, Maria Curto Pelle, Dario Domianello, Bruna Gabriele, Mario Giuffrè, Simona La Placa, Ettore Piro, Caterina Provenzano, Giuseppe Puccio, Vanda Sotera.

Report clinico-assitenziale

L’U.O.C. di Neonatologia con Terapia Intensiva Neonatale e Nido promuove la salute della donna e del bambino e fornisce, mediante i percorsi “Nascita-Gravidanza” a basso e/o ad alto rischio, un’adeguata assistenza neonatologica tanto al fisiologico adattamento alla vita extrauterina sino alla dimissione, quanto all’eventuale assistenza del neonato che necessita di manovre rianimatorie in sala parto. Esse infatti, si rendono indispensabili quando i fenomeni di adattamento respiratorio e circolatorio non risultano pienamente efficienti entro i primi minuti di vita in conseguenza di un alterato adattamento neonatale che può dipendere sia da patologie materne che feto-neonatali. A tutti i neonati, alla dimissione e quando necessario, vengono altresì offerti una presa in carico ed un follow-up multidisciplinare. Le principali classi di patologie che richiedono un ricovero in Terapia Intensiva Neonatale sono:

  • Prematurità
  • Basso peso alla nascita
  • Asfissia alla nascita
  • Patologia malformativa congenita
  • Infezione
  • Necessità di monitoraggio continuo e/o supporto delle funzioni vitali

Principali linee attuali di Studio e Ricerca:

-       Malattie genetiche e malformazioni fetali

-       Encefalopatie neonatali

-       Cardiopatie congenite

-       Nati da gravidanze multiple

-       Nati da gravidanza con procreazione assistita

-       Malattie infettive neonatali

Principali procedure di screening

-       Screening Metabolico allargato mediante Tandem Mass

-       Screening delle Cardiopatie Congenite mediante pulsossimetria

Ambulatori Specialistici

-       Genetica Medica

-       Infettivologia Neonatale

-       Multiculturale ed a rischio sociale

-       Neonato pretermine e a rischio

-       Neonatologia

-       Neonatologia cardiovascolare

-       Neurologia neonatale

-       Nutrizione clinica

Infine il personale medico dell’ U.O.C. di Neonatologia con Terapia Intensiva Neonatale e Nido partecipa al “Servizio di Trasporto per le Emergenze Neonatali” (STEN) ed opera al “Programma di Sorveglianza Microbiologica Ambientale”.

 Obiettivi formativi:

  • Applicazione delle procedure di assistenza alla nascita del neonato a termine di gravidanza
  • Valutazione dello stato di salute del neonato nei primi giorni di vita
  • Interpretazione dei principali esami di laboratorio/strumentali eseguiti durante la gravidanza
  • Interpretazione delle principali indagini ecografiche neonatali
  • Reperimento di accessi venosi centrali e periferici
  • Interpretazione e setting dei dispositivi di ventilazione invasiva e non invasiva
  • Impostazione di adeguati apporti nutrizionali per alimentazione enterale e parenterale
  • Gestione clinica delle principali patologie neonatali (prematurità, distress respiratorio, asfissia, ecc.)
  • Gestione delle terapie farmacologiche del neonato con particolare riferimento alle infusioni continue endovena
  • Inquadramento della patologia malformativa congenita del neonato ed orientamento diagnostico-strumentale e di laboratorio
  • Partecipazione a progetti di ricerca clinica in area neonatologica e/o genetica

 

U.O.C. Clinica Pediatrica - P.O. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore: Prof. Giovanni Corsello

Dirigenti Medici: Salvatore Accomando, Clotilde Alizzi, Francesca Cardella, Marina Caserta, Cinzia Castana, Giuliana Ferrante, Maria Cristina Maggio, Angela Mortillaro.

Rerport clinico-assistenziale

Nell’Unità Operativa di Clinica Pediatrica sono attivi 18 posti letto di ricovero ordinario e 6 posti di Day Hospital. Sono presenti spazi adeguati per l’attività ambulatoriale e di DH, con personale medico ed infermieristico dedicato. Le attività assistenziali della Unità Operativa sono plurispecialistiche e dedicate alla gestione dei pazienti in regime di ricovero ordinario, diurno ed ambulatoriale. I pazienti sono seguiti per il trattamento dell’esordio clinico del Diabete tipo 1 e 2 (chetoacidosi diabetica 50-60 casi/anno), per scompensi glico-metabolici ed endocrino-metabolici acuti (ipoclicemie e/o chetoacidosi), m. di Addison, malattie della tiroide, diabete insipido), terapia con microinfusori in monitoraggio Holter, iperinsulinismi congeniti, percorso diagnostico delle malattie metaboliche ereditarie (organicoacidurie, patologie ereditarie del metabolismo degli aminoacidi, malattie da accumulo) anche individuate attraverso lo screening neonatale allargato, per cui la Clinica Pediatrica è responsabile del relativo progetto regionale, per le iperglicemie transitorie, per malattie autoimmuni, per malattie ematologiche emorragiche e della coagulazione (emofilie, piastrinopenie, anemie emolitiche autoimmuni e non), per febbri periodiche e di natura oscura (FUO) ed altre malattie a patogenesi immunologica. Viene assicurata anche la gestione clinica assistenziale di soggetti con obesità e sindrome metabolica per cui è attivo un ambulatorio dedicato con un approccio multidisciplinare. Vengono attuati i trattamenti terapeutici più aggiornati ed in linea con i protocolli assistenziali validati da società scientifiche, quali quelli relativi all’uso dei farmaci biologici nelle patologie immunomediate di interesse reumatologico. Un aspetto di notevole rilevanza assistenziale è rappresentato dalla gestione dei pazienti con malattie congenite ed acquisite della coagulazione, dalle emofilie alle porpore, secondo i canoni assistenziali più adeguati alle attuali conoscenze e che prevedono l’uso di farmaci e componeneti biologici in grado di modificare in modo significativo la storia naturale dei pazienti. La gestione ed il follow-up di tutti questi pazienti viene gestita in DH ed in regime ambulatoriale ed include l’educazione terapeutica strutturata del paziente diabetico in età evolutiva (in terapia multi-iniettiva ed anche in terapia con microinfusore di insulina) e della sua famiglia sia singola che di gruppo, con valutazione periodica delle competenze acquisite e rinforzo educazionale, psicologico e nutrizionale in vista della autogestione. A tal proposito è attiva una linea telefonica H 24 per tutti i pazienti diabetici. Viene garantita la gestione ambulatoriale multidisciplinare dei pazienti con obesità grave, sia essenziale che genetica o endocrina. Completa l’offerta ambutoriale il follow-up clinico-laboratoristico, strumentale e terapeutico di:

-       iperinsulinismi congeniti o acquisiti e delle ipoglicemie fattizie,

-       patologie endocrine e delle basse stature,

-       malattie ematologiche non oncologiche,

-       patologie artro-reumatologiche,

-       patologie auto infiammatorie croniche e febbri ricorrenti,

-       patologie metaboliche ereditarie

-       patologie metaboliche rare individuate con lo screening metabolico allargato.

Intensa è peraltro in questo ambito la collaborazione con l’Associazione IRIS che raccoglie e coordina i genitori e le famiglie dei bambini con malattie metaboliche ereditarie.

Attività Pediatriche Specialistiche dell’UOC di Clinica Pediatrica:

-       Diabetologia Pediatrica, Obesità e Sindrome metabolica

-       Endocrinologia ed Adolescentologia Pediatrica

-       Malattie emorragiche e della coagulazione, in atto Centro di Riferimento Regionale

-       Malattie metaboliche ereditarie, in atto Centro di Riferimento Regionale

-       Reumatologia Pediatrica

-       Immunologia Clinica

Le attività ambulatoriali specialistiche garantiscono oltre ad un follow-up multidisciplinare, un contatto e una presa in carico iniziale dei pazienti inviati dai Pediatri di famiglia e del territorio.

Principali linee di Studio e Ricerca:

Nell’ambito della Clinica Pediatrica viene svolta attività di tutoraggio nei confronti dei Medici Specialisti in Formazione della Scuola di Specializzazione in Pediatria e degli Studenti della Facoltà di Medicina e Chirurgia che vengono seguiti anche nella elaborazione e nella stesura di Tesi di Laurea o Specializzazione. Ricca è l’attività di ricerca clinica e traslazionale nelle diverse aree specialistiche, anche in collaborazione con altri Centri Nazionali ed Internazionali. Integrata con l’attività assistenziale è l’attività di ricerca nelle diverse aree con notevole produttività scientifica nei diversi ambiti.

Prospettive

L’attività assistenziale della Clinica Pediatrica prevede un ulteriore e progressivo incremento delle attività collegate con le diverse aree specialistiche, ponendosi come punto di riferimento per il territorio della Sicilia Occidentale, attraverso un ulteriore rapporto di collegamento e collaborazione con le Unità Operative ospedaliere della provincia di Palermo e delle province limitrofe, nonché con la pediatria di famiglia secondo modelli integrati di rete assistenziale.

Obiettivi formativi:

 Pediatria generale

  • Eziologia e diagnostica delle affezioni respiratorie acute
  • Diagnosi e principi di trattamento della porpora di Haenoch-Schonlein
  • Management dell’orticaria acuta e cronica

Endocrinologia ed Adolescentologia

  • Valutazione auxologia ed età ossea
  • Identificazione diagnostica dell’anticipo puberale
  • Diagnostica ormonale del difetto dell’ormone GH
  • Identificazione clinica neonatale, diagnostica e follow-up dell’ipotiroidismo congenito

Reumatologia

  • Diagnostica e management della malattia di Kawasaki
  • Eziologia e diagnostica delle artriti
  • Inquadramento diagnostico e diagnosi differenziale delle principali febbri periodiche

 Immunologia Clinica

  • Anamnesi alimentare ed apporto calorico nutrizionale
  • Management della malattia celiaca, delle IBD e delle loro complicanze
  • Test di provocazione orale in doppio cieco per la diagnostica delle intolleranze alimentari ed in particolare dell’APLV

Malattie emorragiche e della coagulazione

  • Piastrinopenie: diagnostica e follow-up
  • Gestione del paziente emofilico
  • Diagnosi e trattamento delle anemie

Malattie Metaboliche Ereditarie

  • Raccolta accurata dell’anamnesi orientata a rilevare nella storia familiare e personale del paziente, segni e sintomi potenzialmente indicativi di malattia metabolica
  • Esame obiettivo del bambino con sospetta malattia metabolica: identificazione dei principali segni e sintomi di accumulo e da scompenso acuto metabolico
  • Conoscere gli esami di I livello nel sospetto di malattia metabolica
  • Conoscere gli esami utili negli scompensi acuti
  • Fondamenti dello screening metabolico allargato

Diabetologia

  • Anamnesi ed esame obiettivo del paziente diabetico e/o con sindrome metabolica
  • Corretta interpretazione dei principali esami di laboratorio e strumentali ed eventuale approfondimento diagnostico in caso di parametri laboratoristici alterati
  • Applicazione delle linee guida diagnostico e terapeutiche
  • Follow-up del bambino affetto da diabete e sindrome metabolica

 

U.O.C. III Pediatria per le Emergenze. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore: Dott.ssa Fortunata Fucà

  • Approccio al paziente con trauma cranico:

            - identificazione dei livelli di gravità

            - indicazioni all’esecuzione di esami diagnostici di laboratorio e/o strumentali

            - criteri di ricovero/dimissione

            - applicazione del protocollo in vigore c/o l’U.O.

  • Approccio al paziente con sincope:

            - ricerca anamnestica dei possibili fattori eziologici

            - identificazione degli esami di laboratorio e/o strumentali più adeguati al caso

            - criteri di ricovero/dimissione

            - applicazione del protocollo in vigore c/o l’U.O.

  • Approccio al paziente con dolore toracico:

            - distinzione tra dolore cardiogeno e non;

            - interpretazione dell’ECG di base;

            - criteri di ricovero/dimissione;

            - applicazione del protocollo in vigore c/o l’U.O

 

U.O.C. di Nefrologia Pediatrica. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore Dott. Silvio Maringhini

Approccio al paziente affetto da malattie renali

  • anamnesi ed esame obiettivo del paziente nefropatico
  • corretta interpretazione dei principali esami di  laboratorio (es.urine, urinocoltura, azotemia, creatinina sierica, proteinuria, creatininuria, calciuria ecc.) e strumentali (eco-reni e vie urinarie, cistografia, urografia, scintigrafia). Saper descrivere al microscopio ottico un sedimento urinario
  • inquadramento clinico e diagnostico delle principali patologie renali in età pediatrica: infezione delle vie urinarie, disturbi minzionali, glomerulonefriti, nefropatie tubulari ed interstiziali, nefrolitiasi, IRA ed IRC

Protocolli diagnostici, terapeutici e di prevenzione

  • applicazione dei protocolli diagnostici e terapeutici (linee guida nazionali ed internazionali) delle suddette patologie renali e delle vie urinarie
  • follow-up del bambino affetto da: IVU,  RVU, enuresi, ematuria, proteinuria, ipercalciuria
  • prevenzione delle nefropatie in età pediatrica e dell’ insufficienza renale ed ipertensione in età adulta

Aggiornamento scientifico in nefrologia pediatrica

  • Revisione di una casistica
  • Elaborazione di una ricerca clinica

 

U.O.C. I Pediatria ad indirizzo gastroenterologico. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore Dott. Giuseppe Iacono

  • Iter diagnostico della malattia celiaca
  • Indicazioni all’EGDS e alla Retto-Colonscopia
  • Approccio clinico alle MICI
  • Diagnosi differenziale dei dolori addominali ricorrenti

 

U.O.C. II Pediatria per la Fibrosi Cistica e le Patologie Respiratorie. Ospedale “G. Di Cristina”

Direttore Dott.ssa Mirella Collura 

  • Corretta valutazione del bambino con insufficienza respiratoria acuta, dall’esame clinico alla interpretazione dell’emogasanalisi
  • Approccio al bambino con broncopneumopatia cronica
  • Affianco allo specialista: corretta lettura e interpretazione dei dati spirometrici, del test di provocazione bronchiale, del test da sforzo
  • Acquisizione di nozioni di base riguardo la gestione ambulatoriale del paziente allergico
  • RAST, PRICK, PATCH…non test di screening ma test diagnostici. Quando è giusto usarli?
  • Conoscere l’eziologia, la clinica e la diagnosi della fibrosi cistica
  • Conoscere l’evoluzione e la prognosi della fibrosi cistica
  • Sapere sospettare e riconoscere un paziente affetto da fibrosi cistica
  • Sapere eseguire un attento esame obiettivo del torace, conoscenza degli esami strumentali più utili e loro significato
  • Acquisire una buona conoscenza su diagnosi e trattamento delle broncopneumopatie infiammatorie croniche

 

U.O.C. Malattie Infettive Pediatriche. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore Dott.ssa Piera Dones

  • Algoritmo diagnostico e terapeutico delle bronchioliti
  • Algoritmo diagnostico e terapeutico delle gastroenteriti
  • Acquisizione di elementi di epidemiologia, clinica, diagnosi e terapia della TBC
  • Follow-up delle infezioni materno-fetali
  • Gestione delle emergenze infettivologiche
 

U.O.C. Anestesia e Rianimazione Pediatrica. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore: Dott. Giancarlo Coffaro

  • Conoscenza dei criteri di accesso e dimissione della Rianimazione Pediatrica
  • Applicazioni delle linee guida PBLS
  • Reperimento di accessi venosi e arteriosi
  • Conoscenza dei criteri di applicazione della NIV

 

U.O.C. Cardiologia Pediatrica. Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”

Direttore: Dott. Calogero Comparato

  • Inquadramento diagnostico del bambino con cardiopatia
  • Interpretazione dell’ECG in età pediatrica
  • Elementi di base di Ecocardiografia
  • Elementi di diagnostica, terapia e follow-up delle Cardiopatie Congenite
  • Approccio Clinico al bambino con sincope, dolore toracico e ipertensione

 

U.O.C. Neonatologia e TIN. ARNAS Civico - Benfratelli - Di Cristina.

Direttore Dott. Salvino Marcello Vitaliti

  • Approccio diagnostico clinico e strumentale al neonato asfittico e in particolare con Encefalopatia Ipossico Ischemica. Conoscenza teorica e applicazione pratica dello score di Sarnat & Sarnat, conoscenza teorica e utilizzo del Cerebral Function Monitoring (CFM), conoscenza e utilizzo della Near Infrared Spectroscopy Cerebrale e Somatica (NIRS) e dell’indagine ecografica cerebrale
  • Basi teoriche e pratiche del trattamento ipotermico cerebrale del neonato con Encefalopatia Ipossico Ischemica
  • Basi teoriche e pratiche del trattamento con le più recenti tecniche di ventilazione non invasiva nel nato pretermine con insufficienza respiratoria
  • Basi teoriche e pratiche dell’analgesia farmacologica e non nel neonato sottoposto a procedure dolorose

  

 U.O.C. di Oncoematologia Pediatrica. ARNAS Civico - Benfratelli - Di Cristina.

Direttore Dott. Paolo D’Angelo

  • Algoritmo diagnostico delle linfoadenopatie in età pediatrica
  • Lettura ed interpretazione dell’esame emocromocitometrico
  • Appropriatezza dell’emotrasfusione in pediatria
  • Acquisizione di fondamenti di epidemiologia, clinica e diagnostica delle principali neoplasie infantili
  • Indicazioni all’esecuzione dell’aspirato midollare in età pediatrica
  • Inquadramento diagnostico delle principali immunodeficienze primitive
  • Indicazioni al trapianto di cellule staminali emopoietiche

 

U.O. di Pediatria e T.S.I.P. A.O. Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello.

Direttore: Dott. Nicola Cassata

  • Gestione del distress respiratorio nel lattante;
  • Acquisizione di principi di ventilazione non invasiva, ed uso corretto dell’ossigenoterapia;
  • Inquadramento diagnostico, clinico ed endoscopico e fondamenti di terapia delle malattie infiammatorie croniche intestinali;
  • Inquadramento clinico e genetico molecolare delle principali febbri periodiche;
  • Adeguato impiego della terapia reidratante parenterale;
  • Gestione del trauma cranico


U.O. di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale. A.O. Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello

Direttore: Dott. Giorgio Sulliotti

  • Approccio diagnostico e terapeutico all’ipertensione polmonare persistente con particolare riferimento all’impiego dell’ossido nitrico
  • Il corretto uso degli antibiotici e adozione di adeguate misure di prevenzione delle infezioni nosocomiali
  • Acquisizione di abilità tecniche nel posizionamento e rimozione di cateteri ombelicali e percutanei
  • Conoscenza degli apporti nutrizionali nel neonato a termine e pretermine

 

U.O. di Genetica Medica. A.O. Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello

Responsabile: Dott.ssa Maria Piccione

  • Riconoscimento di segni e sintomi suggestivi per patologie genetiche e cromosomiche
  • La gestione del paziente con Sindrome di Down
  • Conoscenza delle principali indagini di citogenetica convenzionale e molecolare
  • Consulenza genetica e comunicazione di diagnosi

  

Attività Tutoriale presso ambulatori dei Pediatri di Famiglia

L’attività formativa si svolge al III anno di corso, ripetibile su base opzionale al IV e al V anno.

Obiettivi formativi:

  • Acquisizione di capacità organizzative e amministrative utili per lo svolgimento dell’attività assistenziale
  • Conoscenza ed utilizzazione delle strategie di prevenzione primaria e secondaria
  • Saper gestire l’assistenza al bambino con patologia acuta e cronica
  • Corretta interpretazione dei principali esami di laboratorio
  • Impostare un iter diagnostico, programmare un ciclo terapeutico completo delle patologie più frequenti
  • Individuare i bambini a rischio sociale o con disturbi comportamentali
  • Acquisire le modalità di gestione di counselling con i genitori
  • Saper promuovere adeguatamente l’allattamento materno
  • Acquisire la capacità di programmare gli steps per il divezzamento