Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

FRANCESCO VITALE

EFFICACIA DI UN INTERVENTO FORMATIVO RIVOLTO AGLI OPERATORI SANITARI DELL'AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA (AOU) POLICLINICO "P. GIACCONE" DI PALERMO, PRELIMINARE ALL'INIZIO DELLA CAMPAGNA DI VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE STAGIONALE 2016/2017

  • Autori: Favaro, D.; Torrisi, C.; Restivo, V.; Valerio, G.; Lanza, G.; Maniglia, M.; Bono, S.; Caracci, F.; Mazzucco, W.; Casuccio, A.; Vitale, F.; Torregrossa, M.
  • Anno di pubblicazione: 2017
  • Tipologia: Proceedings (TIPOLOGIA NON ATTIVA)

Abstract

INTRODUZIONE: La vaccinazione antin uenzale rappresenta la misura preventiva più ef cace nel limitare la diffusione del virus in uenzale ed il Ministero della Salute raccomanda fortemente tale misura precauzionale a tutti gli operatori sanitari (OS). Gli OS sono ripetutamente esposti al virus, rappresentando una delle principali fonti di contagio per i pazienti e anticipando la malattia in uenzale rispetto alla popolazione generale. In numerosi studi, gli OS hanno riportato che la strategia preferita per implementare le coperture antin uenzali tra gli stessi, era l’organizzazione di corsi di formazione multidisciplinare sulla tematica. In questa ottica è stato svolto un intervento formativo sulla vaccinazione antin uenzale tra gli OS di alcuni reparti della AOU Policlinico di Palermo, veri candone l’ef cacia nel modi care le coperture e le scelte vaccinali degli OS MATERIALI E METODI: Gli interventi formativi sono stati condotti presso le U.O. con pazienti a maggiore rischio di contrarre la patologia in uenzale (oncologia, UTIN, etc..). E’ stato somministrato preliminarmente all’intervento un questionario ai partecipanti e per ciascuno di essi sono stati selezionati due controlli, tra gli OS afferenti allo stesso reparto che non avevano aderito all’incontro formativo. RISULTATI: Hanno partecipato 38 OS (30,4%) su 125 soggetti arruolati. La copertura vaccinale nella seguente stagione vaccinale antin uenzale è stata del 37,2% tra i casi e del 26,2% tra i controlli. Tra coloro che hanno partecipato all’intervento formativo è risultato signi cativamente superiore (p<0,05) la percezione del rischio di poter trasmettere l’in uenza ai propri pazienti (94% vs 78%). CONCLUSIONI: Il lavoro svolto ha evidenziato una maggiore aderenza alla vaccinazione tra i partecipanti all’intervento formativo e, nonostante fosse solo un intervento pilota, la proposta di un corso di formazione multidisciplinare ha consentito di modi care in parte le conoscenze e competenze degli OS coinvolti favorendo l’adesione vaccinale. Tuttavia, la copertura raggiunta rimane ben al di sotto di quanto necessario per ridurre la diffusione del virus in uenzale nel contesto ospedaliero, rendendo fondamentale integrare una politica di vaccinazione obbligatoria per tutti gli OS in contatto con pazienti fragili o a rischio di contrarre l’in uenza.

Allegati