Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

GIUSEPPE LOMBARDO

LOMBARDO GIUSEPPE

GIUSEPPE LOMBARDO

PROFESSORE ASSOCIATO (ING-IND/07)

Ingegneria

Orari di ricevimento

Martedì dalle 9:00 alle 13:00 presso M010

Accedi al portale studenti per prenotare il ricevimento

 

Contatti

+3909123896746

giuseppe.lombardo@unipa.it

Curriculum vitae

                                                                                                                                                                                                                                      

Il Prof. Giuseppe Lombardo si laurea in Ingegneria Aeronautica presso l'Università degli Studi di Palermo nel 1985, nello stesso anno si abilita all'esercizio dellaprofessione. Assunto nel 1986 presso Agusta (Cascina Costa, VA) alla Direzione Progetto Elicotteri Militari, è responsabile dell'installazione della turbina a gas a bordo dell'elicottero, della raccolta digitale e presentazione dei parametri del motore. Nel 1987 passa in Aeritalia (Torino, TO), oggi Alenia, e presso la DirezioneProgetto Velivoli da Combattimento fa parte dell'unità "Safety, Reliability and Maintenability Working Group" per l'EFA (European Fighter Aircraft) con la responsabilità del propulsore. Negli anni 1988 - 1990 é Tenente in Servizio Permanente Effettivo del Genio dell'Aeronautica Militare, ruolo ingegnere. Assume l'incarico di capo Ufficio Tecnico e successivamente di capo sezione controllo qualità della manutenzione. Svolge attività di ricerca finalizzata all'ottimizzazione dei processi di manutenzione del turbogetto GE J79. Dal 1990 ad oggi presta servizio presso l'Università degli Studi di Palermo. Nel 1991 partecipa ad uno stage di ricerca di sei mesi presso il Dipartimento di Meccanica ed Aeronautica dell'Università La Sapienza di Roma, specializzandosi sulle tecniche dell'anemometria laser doppler e dell'analisi spettrale dei segnali ottici. Nel periodo 1993-1995 frequenta diversi corsi inerenti la propulsione aeronautica e spaziale presso il von Karman Institute for Fluid Dynamics a Bruxelles. Nel 1997 ottiene un finanziamento dalla commissione FAPS (Facility for Aerothermodynamic and Propulsion Studies) dell'Unione Europea, per un programma diricerca su un sistema propulsivo plurimotore per satelliti. È così ammesso, con un cofinanziamento CNES, al programma comunitario Large-Scale Facilities e dirige,per un anno, una ricerca sperimentale su multi-thrusters operanti in tunnel a vuoto presso il laboratorio d'Aerothermique del CNRS a Parigi. Dal 1998 al 2000, presso l'IRISA (Institut pour la Recherche en Informatique et systèmes aleatoires) del CNRS e dell INSA di Rennes, fa parte di un gruppo di ricercasulla diagnostica di sistemi complessi dove si occupa di engine condition monitoring e di sistemi diagnostici imbarcati per propulsori aeronautici e spaziali, con laresponsabilità dell'integrazione dei modelli non lineari e non stazionari del propulsore con sistemi intelligenti. Da più di dieci anni tiene i corsi di Propulsione Aerospaziale e Propulsori Aerospaziali presso l'Università degli Studi di Palermo. L'attività di ricerca, negli ultimi cinque anni, si è articolata negli ambiti della formulazione e dello sviluppo di modelli per l'analisi non lineare delle instabilità di combustione negli endoreattori a propellente solido. Recentemente ha proposto e implementato nuovi metodi, originali e alternativi, per l'analisi non-lineare non-stazionaria del motore a razzo a propellente solido controllabile.

Bacheca