Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

PROGETTI LIFE11+

RESILFORMED

LIFE11+ ENV/IT/000215 “RESILFORMED” -RESILienza al cambiamento climatico nelle FOReste MEDiterranee

Progetto
Le condizioni climatiche delle regioni mediterranee, caratterizzate da frequenti annate siccitose, contribuiscono all'indebolimento degli ecosistemi forestali.   Come risultato le foreste riducono la loro resilienza e le loro capacità produttive, sono più soggette a fenomeni di degrado secondario quali gli attacchi parassitari. Inoltre i contesti economico-sociali possono acuire il degrado con la diffusione di uno scorretto uso della risorsa (tagli boschivi, pascolamento) e con la diffusione degli incendi boschivi.


Obiettivi
L'obiettivo generale del progetto è di preservare i sistemi forestali in ambiente mediterraneo dai rischi derivanti dai cambiamenti climatici, tramite processi di naturalizzazione, aumento di biodiversità e migliorata reattività, nei processi di recupero, in seguito ad eventi destabilizzanti.
L'obiettivo specifico del progetto è di implementare una politica forestale regionale in grado di aumentare la capacità di resilienza delle foreste siciliane, migliorandone l'efficienza ecosistemica e favorendo la salvaguardia della biodiversità. ResilForMed per incidere in modo significativo sulle politiche forestali regionali, punta molto alla formazione/informazione dei decisori, del personale tecnico, operativo del settore forestale e per questo promuove determinati messaggi:

  • La varietà delle forme di vita esistenti, costituisce il fondamento del nostro benessere sociale ed economico e sarà sempre di più una risorsa indispensabile nella battaglia contro i cambiamenti climatici. Comunque i nostri modelli di consumo e produzione stanno diminuendo la capacità degli ecosistemi di resistere ai cambiamenti climatici e di fornire quei servizi di cui abbiamo bisogno. Più che comprendiamo le dinamiche con cui i cambiamenti climatici impattano sulla biodiversità, più è chiaro che non possiamo affrontare i due aspetti in maniera separata. La loro interrelazione richiede a noi di affrontare i 2 problemi unitariamente.
  • le vecchie foreste naturali e semi naturali sono i sistemi forestali con maggiore valore in termini di stoccaggio di biodiversità (incluso la varietà genetica) e carbonio.
  • tutti gli elementi dei sistemi forestali concorrono a garantire una alta resilienza rispetto ai cambiamenti;
  • ogni sistema forestale necessita di soluzioni specifiche ma di facile realizzazione.

Queste azioni si concretizzano nelle azioni di progetto.
AZIONI PREPARATORIE
A1 Identificazione cartografica su scala regionale e di paesaggio, delle aree a maggior rischio a causa dei cambiamenti climatici
A2 Analisi del valore delle pratiche derivanti da tradizioni e consuetudini locali
A3 Analisi, valutazioni e quantificazione degli effetti netti dei cambiamenti climatici negli ambienti forestali siciliani
A4 Definire, attraverso indicatori, il ruolo di comunità e di ecosistemi nelle misure di adattamento ai cambiamenti climatici
AZIONI DI IMPLEMENTAZIONI
B1 Definizione dei modelli gestionali ottimali per il miglioramento o il consolidamento della resilienza degli ambienti forestali
B2 Implementazione delle principali tecniche selvicolturali a favore delle dinamiche evolutive degli ecosistemi forestali (rinaturalizzazione, accelerazione dei processi pre-forestali) (120 ettari di interventi)
B3 Implementazione di modelli di piani di indirizzo agro-forestali attraverso un tavolo partecipativo con le comunità locali
B4 redazione del nuovo Piano Forestale Regionale
MONITORAGGIO DEGLI IMPATTI DERIVANTI DALLE AZIONI DEL PROGETTO
C1 Monitoraggio interventi
AZIONI DI COMUNICAZIONE E DISSEMINAZIONE
D1 Realizzazione del manuale delle linee guida per la tutela della biodiversità e della resilienza forestale
D2 Formazione dei tecnici e degli operatori forestali
D3 Videoclip di progetto
D4 Sito web
D5  pannelli informativi
D6 Pubblicazione di progetto E Layman’s report
D7 Convegno finale di progetto e networking
GESTIONE DEL PROGETTO E MONITORAGGIO DEL PROGRESSO NELLA IMPLEMENTAZIONE
E1 Gestione generale del progetto
E2 Audit


Risultati attesi
Il progetto ResilForMed si propone di perseguire 5 risultati concreti:
1. Redazione di linee guida per la gestione forestale mediterranea efficace rispetto ai cambiamenti climatici
2. Attuazione di un programma forestale regionale siciliano che includa i risultati del progetto
3. Realizzazione di un set di aree dimostrative, rappresentative delle tipologie forestali mediterranee, per la dimostrazione delle buone pratiche di gestione forestale utile alla prevenzione dei danni da cambiamenti climatici
4. Formazione teorico/pratica del personale della Regione Siciliana
5. Informazione e sensibilizzazione dei cittadini

Partenariato
Le attività del progetto verranno realizzate tramite il coordinamento delle risorse umane afferenti ai seguenti partner di progetto: Regione Siciliana, Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, Dipartimento dello sviluppo rurale e territoriale; D.R.E.Am. Italia soc. coop. Agricolo-Forestale; Università degli Studi di Palermo, Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali; Regione Siciliana, Assessorato regionale del territorio e dell'ambiente, Comando del Corpo Forestale della Regione Siciliana.

Scarica la Brochure

 

 

partners