Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

icar01 Descrizione

ICAR01 - Idraulica - Descrizione

italiano inglese

icar01

 

Il Gruppo di Idraulica del DICAM promuove ricerca e svolge attività didattica negli ambiti della Meccanica dei Fluidi, della Idraulica urbana, della Idraulica fluviale, della Idraulica delle acque sotterranee, della Idraulica marittima. Tanto la ricerca quanto la didattica sono svolte nell'ottica di produrre risultati scientifici e nuovi ingegneri capaci di aumentare la qualità dei servizi idrici e la sicurezza dei cittadini nei centri urbani, di migliorare la gestione dei corpi idrici e quindi la salvaguardia dell'ambiente, di individuare e progettare nuovi sistemi di produzione di energia da correnti fluide.

Più in dettaglio, nella Meccanica dei Fluidi rientrano temi trattati quali, ad esempio, la modellazione del moto dei fluidi, la circolazione in corpi idrici quali i fiumi, i laghi e il mare, il trasporto e la diffusione di particelle nei corpi idrici e nell'atmosfera (come sabbie, metalli pesanti, inquinanti in generale o polveri), la modellazione della interazione fra correnti fluide e strutture, lo studio e lo sviluppo di nuovi dispositivi per produrre energia utilizzando l'importante fonte rinnovabile costituita dalle masse fluide in movimento (correnti in pressione o a pelo libero, vento, moto ondoso).

Nella Idraulica urbana (reti di acquedotto, reti di fognatura, reti del gas) rientrano temi trattati quali, ad esempio, la progettazione ottimale per ridurre i costi di costruzione e di gestione e la regolazione delle pressioni negli acquedotti per consentire una distribuzione idrica soddisfacente contenendo al tempo stesso le perdite idriche, la valutazione preventiva delle alluvioni prodotte da eventi meteorici di grande intensità e lo studio di soluzioni atte a contenerne il rischio, la progettazione ottimale delle reti distributrici del gas.

La Idraulica fluviale comprende temi trattati quali, ad esempio, la modellazione delle correnti a superficie libera, fenomeni di erosione e deposito localizzati ed estesi, la morfodinamica dei corsi d'acqua, la protezione del territorio dall'azione delle acque.

Nella Idraulica degli acquiferi sono trattati temi quali, ad esempio, lo sfruttamento sostenibile delle acque sotterranee, il trasporto di sostanze inquinanti, la miscelazione fra acque dolci e salate in acquiferi costieri.

Nell'ambito della Idraulica marittima si collocano temi studiati quali, ad esempio, la propagazione e il frangimento delle onde sotto costa, la risalita delle onde (run-up) sulle spiagge e sulle opere di difesa costiera, il rischio di alluvioni delle aree costiere causate da mareggiate.

In tutti gli ambiti, la ricerca è sviluppata coniugando approcci di tipo teorico, sperimentale (in laboratorio e in campo) e numerico. I risultati della ricerca ed i metodi utilizzati trovano in parte diffusione nella didattica, preparando così i futuri ingegneri al loro utilizzo nella attività professionale.