Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

2137 - SERVIZIO SOCIALE (SEDE PA)

Presentazione

Obiettivi Formativi

Obiettivi specifici: L'obiettivo del corso di laurea in Servizio Sociale è la formazione della figura professionale dell'Assistente sociale, riconosciuta, previo superamento dell'Esame di Stato per Assistenti sociali, nella sezione B dell'albo professionale degli Assistenti sociali. Il corso ha lo scopo di formare un operatore professionale capace di leggere criticamente, riflessivamente e autonomamente le dinamiche e i processi sociali che caratterizzano il territorio in cui opera, di predisporre adeguati interventi nei confronti delle problematiche sociali che di volta in volta si troverà ad affrontare, di svolgere la propria attività nell'ambito dei Servizi Sociali pubblici e privati, tenendo conto delle modalità operative del sistema organizzativo in cui si trova ad operare opera. Gli obiettivi formativi specifici per la figura professionale dell'Assistente sociale così caratterizzata sono i seguenti: - conoscenza delle discipline sociologiche, psicologiche e giuridiche e una sicura padronanza dei principi, dei metodi e delle tecniche propri del Servizio Sociale; - competenze teoriche e pratiche utili a riconoscere, individuare e trattare le situazioni di disagio e marginalità sociale; - capacità di lavoro in gruppo e in rete; - competenze e capacità di interazione con persone di diverse culture, nella prospettiva di relazioni sociali interculturali e multietniche; - conoscenze nella gestione dei conflitti e della comunicazione nell'interazione tra attori sociali; - competenze di base per la comunicazione e la gestione dell'informazione, anche con strumenti e metodi informatici e telematici. Per raggiungere gli obiettivi formativi il corso prevede un nucleo di insegnamenti di matrice sociologica con particolare riferimento alla sociologia generale e alla metodologia della ricerca sociale, alla sociologia dei processi culturali e comunicativi ed alla sociologia della devianza, oltre che alle fondamentali discipline del servizio sociale (Principi e fondamenti del Servizio Sociale, Metodi e tecniche del Servizio Sociale, Organizzazione del Servizio Sociale). Il percorso formativo prevede inoltre insegnamenti nell'ambito psicologico, ed insegnamenti volti a fornire conoscenze di base negli ambiti giuridico ed economico. All'interno del percorso formativo una importanza fondamentale è attribuita alle attività di tirocinio, le quali saranno differenziate di anno in anno attraverso le indicazioni dei tutor di tirocinio che indirizzano e guidano gli studenti e le loro attività nei vari servizi. La verifica degli obiettivi formativi si basa sulle prove di accertamento, intermedie e/o finali, scritte e/o orali, degli insegnamenti e delle attività integrative nei quali si articola il piano di studi, oltre naturalmente alla valutazione della prova finale.

Sbocchi Occupazionali

Profilo: Assistente sociale (laurea che consente l'abilitazione alla sezione B dell'Albo Nazionale) Funzioni: Assistente sociale Competenze: L'Assistente sociale deve: - possedere un'adeguata conoscenza e padronanza delle discipline di base, dei metodi e delle tecniche proprie del servizio sociale; - possedere conoscenze disciplinari e metodologiche adeguatamente utili alla programmazione ed alla realizzazione di interventi sociali integrati tra vari ambiti operativi; - agire in un'ottica interdisciplinare, di base in ambito sociologico, antropologico, etico-filosofico, giuridico-economico, medico, psicologico e storico, idonea a comprendere le caratteristiche delle società moderne e a collaborare alla costruzione di progetti di intervento individuale e sociale; - avere capacità di rilevazione e trattamento di situazioni di disagio sociale tanto di singoli quanto di famiglie, gruppi e comunità; - saper usare la comunicazione e la gestione dell'informazione, in particolare per quanto attiene ai diritti di cittadinanza e all'accompagnamento di soggetti in difficoltà; - saper interagire con le diverse culture, comprese quelle di genere e delle popolazioni immigrate, nella prospettiva di relazioni sociali multiculturali e multietniche; - essere in grado di attivare azioni preventive del disagio sociale, promozionali del benessere delle persone, delle famiglie, dei gruppi e delle comunità; azioni di pronto intervento sociale e di sostegno nell'accesso alle risorse e alle prestazioni; - saper usare metodi e tecniche della ricerca sociale; - saper operare con i gruppi e in gruppi di lavoro; - conoscere efficacemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea, oltre all'italiano; - perseguire l'acquisizione di elementi di esperienza con attività esterne attraverso tirocini presso enti ed amministrazioni pubbliche nazionali o internazionali, organizzazioni non governative e del terzo settore, imprese sociali in cui è presente il Servizio Sociale Professionale. Gli assistenti sociali potranno svolgere attività professionali in diversi ambiti, quali organizzazioni private nazionali e multinazionali; amministrazioni, enti, organizzazioni pubbliche nazionali, sovranazionali e internazionali; organizzazioni non governative, del terzo settore e imprese. Tali attività saranno svolte in diverse aree: di aiuto nei processi di inclusione sociale, preventivo-promozionali, organizzative, didattico-formative e di ricerca. Ai fini indicati il curriculum del corso di laurea attua la completezza della formazione sia di base sia caratterizzante assumendo discipline dai settori scientifico-disciplinari di cui in tabella ed attua la coerenza complessiva della formazione orientandone i contenuti in rapporto agli obiettivi della classe. Il curriculum del corso di laurea, oltre a rispettare i minimi indicati dalla tabella, deve anche prevedere almeno 18 CFU per Tirocinio e guida al tirocinio privilegiando la supervisione da parte di assistenti sociali. Sbocchi: La laurea in Servizio Sociale permette di accedere all'esame di Stato che abilita alla professione e permette l'iscrizione all'albo (Sezione B) degli Assistenti sociali. I laureati in Servizio Sociale possono perciò svolgere la propria attività in qualità di dipendenti o come libero professionisti. Essi possono operare presso strutture pubbliche o private, Aziende Sanitarie Locali, Prefetture, Ministeri come quelli della Giustizia, del Lavoro, della Salute, ecc. Possono inoltre operare presso Enti locali, centri di servizi alla persona e centri riabilitativi; nei servizi per i minori con problemi di giustizia e in quelli per gli adulti delle amministrazioni penitenziarie; nelle case di riposo, nelle case-famiglia e in quelle di accoglienza per le donne maltrattate. Possono infine prestare la propria opera di mediazione presso le diverse strutture che operano con gli immigrati, sia comunitari che extracomunitari, soprattutto in una regione come la Sicilia, terra d'accesso di migranti. Il nostro Corso presta particolare attenzione alla formazione specifica in tal senso, in vista di attività da svolgere presso centri di accoglienza e centri di trattenimento temporaneo. Gli assistenti sociali possono, infine, proseguire gli studi accedendo alla Laurea magistrale in Servizio sociale e politiche sociali.

Caratteristiche della Prova Finale

Per conseguire la laurea lo/la studente deve aver acquisito 180 crediti formativi compresi quelli relativi alla prova finale. La prova finale ha l'obiettivo di verificare il livello di maturità e la capacità critica del/della laureando/a, con riferimento agli apprendimenti e alle conoscenze acquisite, a completamento delle attività previste dall'ordinamento didattico. La prova finale consiste in una prova scritta o orale secondo modalità definite dal regolamento sulla prova finale del Corso di Laurea per ogni A.A., nel rispetto e in coerenza della tempistica, delle prescrizioni ministeriali e delle inerenti linee guida di Ateneo.