Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Comunicazione Istituzionale

Newsletter dell'Università degli studi di Palermo Direttore responsabile dr. Pino Grasso

News n.27 del 10 aprile 2017

AteneoNews nuovo

In questo numero:

                           

IN PRIMO PIANO

  • #NonCiFermaNessuno contagia anche l’Università degli Studi di Palermo

NOVITÀ UNIPA

  • “Graduation Day” per 700 laureati magistrali Unipa
  • Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi Premiata dalla “TecnoZinco”
  • Ricerca Unipa sul magazine internazionale di divulgazione scientifica Phys.org

BANDI – CONCORSI– OPPORTUNITA’

  • Bando per titoli e colloquio per la partecipazione al Programma “Doppio Titolo e PIS” A.A. 2017/2018
  • Programma di stage Corte costituzionale – Università 2017/2018
  • “Premio di Laurea Artemio Franchi”
  • Premio Horizon 2020 - Il Giorno della Nascita
  • Premio di Laurea Tullia Romagnoli Carettoni
  • Premio Lions club Francesco Martelli

CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI

  • Pizza e Scienza o Dinamica e Pizza?
  • Al Policlinico S. Messa pasquale
  • Aspettando la Pasqua al Museo Pasqualino
  • Al campus di viale delle Scienze la Messa di Pasqua con l’Arcivescovo
  • Iniziative Cral “Pasqua 2017”
  • Apre al pubblico il monastero di Santa Caterina: “Una gemma sconosciuta incastonata nel cuore di Palermo”

ECO DELLA STAMPA

  • Attentato simulato alla mensa universitaria

_______________________________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. #NonCiFermaNessuno contagia anche l’Università degli Studi di Palermo

Non ci ferma nessuno Luca Abete 2017La carovana dell’entusiasmo ha fatto tappa all’Università degli studi di Palermo per il quinto appuntamento della terza edizione del tour motivazionale di Luca Abete #NonCiFermaNessuno.

Un’aula colma di giovani ha accolto l’inviato di “Striscia la Notizia” Luca Abete, il quale ha stabilito un contatto diretto e senza filtri con i ragazzi e ha saputo trovare l’empatia giusta con tutti loro.

Tanti i sorrisi, tante le emozioni e tante le riflessioni che hanno caratterizzato questo incontro. Luca Abete, in veste di animatore del progetto #NonCiFermaNessuno, ha esortato i ragazzi ad uscire dalla propria area di confort. “Dovete sperimentare e sperimentarvi – ha detto - e cancellate dal vostro vocabolario l’espressione “sono negato”. E’ questa la chiave per il successo”.

Emozionante e pieno di significato il momento in cui Luca ha parlato ai giovani presenti degli ostacoli che si possono trovare nel percorso di vita. “Non esiste – ha proseguito - chi ha problemi e chi non ne ha. Esiste chi ha i problemi e non li affronta, subendoli e chi, invece, sfrutta le difficoltà come momenti di crescita per migliorarsi e impegnarsi ancora di più”.

Ad accogliere l’inviato di Striscia il prof. Paolo Inglese, delegato al potenziamento dei servizi agli studenti ed alle politiche relative al diritto allo studio.

“L’Università di Palermo – afferma Inglese - è estremamente contenta di ospitare questa manifestazione e Luca Abete in particolare. Motivare i ragazzi è essenziale e lo è ancora di più al Sud Italia dove motivazioni di tutti i tipi e in alcuni casi non certamente produttive esistono e dove la coerenza tra il settore produttivo e lo studio a volte non si vede. Che si venga qui e si parli del riciclo dei beni alimentari, della carta e dei rifiuti e si parli del perché si studia e degli obiettivo che si vogliono raggiungere è estremante importante”.

Presenti, inoltre, Emanuela Maisano ed Alessandro Sansone, voci di R101, media partner del tour, che hanno raccontato la loro esperienza e il loro percorso fatto di ostacoli e soddisfazioni.

Come di consueto hanno accompagnato il progetto i partner dell’iniziativa con video e attività a tema. Dal mondo green il contributo del COMIECO, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, che ha illustrato ai giovani partecipanti la cultura del riciclo di carta e cartone, e di DICHEPLASTICA6 progetto orientato a promuovere i ricicli virtuosi degli imballaggi di plastica e bioplastica realizzato da Conai, Corepla, Assobioplastiche e Cic.

Luca Abete, in veste di animatore del progetto #NonCiFermaNessuno, ha esortato i ragazzi ad uscire dalla propria area di confort. Emozionante e pieno di significato il momento in cui Luca ha parlato ai giovani presenti degli ostacoli che si possono trovare nel percorso di vita e quello finale in cui è stato immortalato con l’ormai immancabile selfie.

L’iniziativa promossa da Stabilo ha portato a raccogliere le mailer card dei ragazzi che hanno scelto di aderire alla community di #NonCiFermaNessuno e hanno lasciato un loro pensiero sul tour, tra cui: “Nella vita capiterà di cadere ed è soltanto così che avremo la forza di rialzarci senza mollare mai”

A rendere ancora più piacevole l’evento, le Miss di Miss Mondo Italia, gemellato a questa terza edizione del tour #NonCiFermaNessuno. La carovana dell’entusiasmo gode infine dell’accoglienza di Best Western.

Continua infine l’iniziativa di donazione di riso al Banco Alimentare grazie a Penny Market: la community ha superato i 6 mila chilogrammi di riso donati. Prosegue anche l’attività di comunicazione non convenzionale; infatti, cavalcando l’onda dei social network, al termine dell’incontro è stato realizzato il “Mannequin challenge” insieme a tutti i presenti in aula immobili e fermi nelle posizioni più stravaganti fino a liberare un grande urlo finale.

Guarda il video: https://youtu.be/MtxkuRjtpPY

 

NOVITÀ UNIPA

1. “Graduation Day” per 700 laureati magistrali Unipa

“In virtù dei poteri conferiGraduation day 2017timi della legge proclamo tutti voi laureati magistrali dell’Università di Palermo”. Alle parole del rettore Fabrizio Micari è esplosa la festa per 700 laureati magistrali UniPa della sessione di marzo, svoltasi in uno scenario da favola: sotto le cupole rosse della Chiesa di San Cataldo e le meraviglie della Martorana, in piazza Bellini, dove un lungo serpentone colorato di laureati che indossavano il tocco è giunto in corteo partito da Giurisprudenza, prima sede storica dell’Università dopo avere percorso il centro storico attraversando via Maqueda, corso Vittorio Emanuele, via Roma e la Discesa dei Giudici. Una cerimonia che ha visto la partecipazione di tantissimi giovani laureati che hanno raggiunto l’agognato traguardo.

"I nostri laureati hanno una preparazione migliore rispetto a tutte le altre università italiane – ha detto con orgoglio il rettore Fabrizio Micari - è questo un momento di grande gioia per i nostri ragazzi che sono felici di vivere questo momento e sentono forte l’appartenenza all’Università”.

In tanti adesso sperano di trovare lavoro a Palermo, qualcuno sa già che dovrà partire, qualcun altro ha deciso di investire sulla propria terra. Negli occhi dei genitori c'è la speranza che gli sforzi dei propri figli possano realizzarsi.

 

2. Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi Premiata dalla “TecnoZinco”

Premio Marisa FerranteSempre più bravi i laureati Unipa. Alla tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria dei Sistemi Edilizi elaborata da Marisa Ferrante, attribuito un premio da parte della ditta TecnoZinco di Carini (PA). “L’Ing. Ferrante – afferma la prof. Lidia La Mendola, coordinatore del Corso di Laurea - ha svolto una tesi sulla durabilità dell'acciaio zincato a caldo, sotto la guida dei professori Monica Santamaria e Nunzio Scibilia e con la collaborazione della ditta “TecnoZinco”, effettuando una sperimentazione che ha dato luogo a risultati che la Commissione di Laurea ha ritenuto meritevoli di menzione”.

Il riconoscimento è stato attribuito in occasione di un Convegno sulle strutture in acciaio, tenutosi presso l’Aula Capitò della Scuola Politecnica lo scorso 30 marzo 2017, nel corso del quale sono state tenute le seguenti relazioni: “Aspetti innovativi delle strutture in acciaio” - prof. Nunzio Scibilia, “L'uso dell'acciaio nel ripristino delle strutture” - prof. Giuseppe Campione, “Zincatura a caldo nelle strutture in acciaio” - Ing. Alberto Di Cristofalo – TecnoZinco, “Sintesi della tesi di laurea: Durabilità dell'acciaio zincato a caldo” - Ing. Marisa Ferrante, “Sistemi di protezione di materiali metallici nell'edilizia” - prof. Monica Santamaria.

 

3. Ricerca Unipa sul magazine internazionale di divulgazione scientifica Phys.org

Lo Franco Rosario ricercxaIn un nuovo studio, fisici dell’Università di Palermo hanno sviluppato un metodo per stabilire l’entanglement reale tra particelle identiche, un argomento finora dibattuto nella comunità scientifica. I risultati forniscono una comprensione più profonda delle correlazioni che si possono creare tra le particelle elementari e hanno implicazioni nelle moderne tecnologie quantistiche. La ricerca, pubblicata sulla rivista Scientific Reports del Nature Publishing Group, è stata sviluppata da Stefania Sciara, Rosario Lo Franco del Dipartimento di Energia, Ingegneria dell’Informazione e Modelli Matematici (DEIM), e Giuseppe Compagno del Dipartimento di Fisica e Chimica (DiFC). S. Sciara si è laureata in fisica presso il DiFC con il Prof. Compagno ed è attualmente in Canada come studentessa di dottorato internazionale, in co-tutela tra il DEIM e l’INRS di Varennes (Montreal, Canada) presso il gruppo di fotonica del Prof. Roberto Morandotti.

In Natura le particelle elementari sono di diversi tipi e tutte quelle di ogni tipo (elettroni, fotoni, quark e così via) sono identiche. Sotto opportune condizioni di limitazione dell’energia coinvolta anche aggregati dello stesso tipo particelle (protoni, neutroni, atomi, ecc.) si comportano come particelle elementari identiche. L’identità delle particelle dà luogo nel mondo quantistico ad una proprietà assente nel mondo classico, cioè alla loro indistinguibilità, con la conseguenza che è privo di significato riferirsi o associare qualunque risultato fisico ad una particella specifica. L’indistinguibilità o meno delle componenti di un sistema fisico è essenziale per determinare le proprietà di correlazioni quantistiche (come l’entanglement) per scopi di Quantum Information e nella teoria della misura. È quindi cruciale disporre di metodi affidabili per caratterizzare le proprietà generali di sistemi quantistici costituiti da particelle identiche.

Idealmente, un modo conveniente per risolvere il dibattito sarebbe indagare l'entanglement tra particelle identiche utilizzando un metodo matematico chiamato “decomposizione di Schmidt”, impiegato già alle origini della teoria quantistica da Schrödinger ed utilizzato nel caso di particelle distinguibili. Tuttavia, finora non si era riusciti ad applicare direttamente questo metodo a sistemi di particelle indistinguibili ed i tentativi in tal senso sono rimasti controversi. Il risultato principale del nuovo studio è che i fisici del nostro Ateneo sono riusciti a risolvere il problema. “La chiave per ottenere questo risultato è stata l’adozione di un approccio non-standard, che abbiamo introdotto e che è stato pubblicato su Scientific Reports lo scorso anno, per descrivere sistemi di particelle identiche”, dice Compagno. I fisici si aspettano che il loro metodo fornisca un nuovo tipo di risorsa quantistica per le prossime applicazioni tecnologiche. “Nel caso in cui le funzioni d’onda delle particelle si sovrappongano, l’entanglement dovuto unicamente all’indistinguibilità e determinato tramite la decomposizione di Schmidt può essere utilizzato operativamente in protocolli di elaborazione quantistica dell’informazione, come il teletrasporto”, dice Lo Franco.

Questo studio è stato presentato da Stefania Sciara alla conferenza “Photonics North 2016, Québec City (Canada)”, grazie al quale ha vinto il premio “Best Student Presentation” (nella foto in alto la consegna del premio). La ricerca è già stata pubblicizzata dal magazine internazionale di divulgazione scientifica Phys.org (https://phys.org/news/2017-03-physicists-controversy-identical-particle-entanglement.html), dove è risultata “best story” per l’interesse generato. Il lavoro è già nel primo quartile di visibilità online tra gli articoli della stessa età tracciati da Altmetric Score in tutti i giornali scientifici. L’impatto scientifico dell’approccio non-standard alle particelle identiche sviluppato da Lo Franco e Compagno, in cui si colloca il nuovo studio, è inoltre testimoniato dal fatto che esso è stato recente argomento della tesi di laurea magistrale di N. Mabrouk, Università di Trieste (2017), relatori Proff. F. Benatti e R. Floreanini.

Pubblicazione originale consultabile in open access: S. Sciara, R. Lo Franco and G. Compagno, Universality of Schmidt decomposition and particle identity, Sci. Rep. 7, 44675 (2017). DOI: 10.1038/srep44675.

 

BANDI – CONCORSI – OPPORTUNITA’ 

1. Bando per titoli e colloquio per la partecipazione al Programma “Doppio Titolo e PIS” A.A. 2017/2018

Laurea doppio titolo 2015Unipa ha emesso il Bando, per titoli e colloquio, per la partecipazione degli studenti al Programma “Doppio Titolo e PIS”, in conformità a quanto stabilito dagli accordi didattici internazionali stipulati tra l’Università degli Studi di Palermo e un Ateneo straniero, per l’A.A. 2017/2018.

Possono partecipare al bando gli studenti iscritti ad uno dei Corsi di studio che abbia un accordo didattico internazionale nell’ambito del programma “Doppio titolo e PIS” o laureandi/laureati dei corsi di studio di primo ciclo che intendano iscriversi a uno dei suddetti Corsi.

Le domande di candidatura dovranno essere presentate tramite: consegna a mano o posta raccomandata all’Ufficio Protocollo di Ateneo (piano terra – Palazzo Abatelli – Piazza Marina, 61) entro le ore 12 del 26 aprile 2017, data di scadenza del seguente Bando, pena l’esclusione dalla procedura selettiva. Non fa fede il timbro postale e la data di spedizione, ma solo quella di ricezione apposta dal Protocollo, oppure a mezzo posta certificata a: pec@cert.unipa.it e per conoscenza a: programmi.internazionali@unipa.it

Gli orari di ricevimento dell'Ufficio Protocollo sono i seguenti: dal lunedì al giovedì dalle ore 9 alle 13 e dalle 15 alle 16.30 e il venerdì dalle ore 9 alle 13.

Le buste dovranno essere indirizzate secondo la seguente dicitura: Domanda di ammissione al bando, per titoli e colloquio, per la partecipazione al Programma “Doppio titolo e PIS” relativo al Corso di studio in “(nome del Corso coinvolto)” tra l’Università degli Studi di Palermo e l’Università “(nome dell’Ateneo partner)” di (indicare il paese).

L’avviso è stato pubblicato all’albo ufficiale) e sul link:

www.unipa.it/amministrazione/area1/set08/uob05bis/bandi-programmi-internazionali/doppio-titolo/

 

2. Programma di stage Corte costituzionale – Università 2017/2018

La Corte costituzionale intende offrire a quattro laureati di vecchio e nuovo ordinamento la possibilità di effettuare un periodo di formazione denominato “Programma di stage Corte costituzionale – Università” presso gli Uffici dei Giudici costituzionali e/o presso il Servizio Studi della Corte.

Il programma – che si articola in una sessione della durata di 10 mesi, dal 18 settembre 2017 al 18 luglio 2018 - ha come obiettivo l’acquisizione di una conoscenza diretta e concreta dell’attività della Corte, anche al fine di agevolare le scelte professionali dei laureati che intendano approfondire le tematiche proprie del diritto costituzionale e della giustizia costituzionale.

Agli stagisti, non residenti nel comune di Roma, è corrisposto un rimborso spese di viaggio e di alloggio, nel limite massimo di 300 euro mensili, previa esibizione dei relativi titoli.

Le modalità di effettuazione dello stage dovranno essere concordate con l’Amministrazione della Corte in modo tale da assicurarne il proficuo svolgimento.

Possono partecipare al programma i candidati in possesso dei seguenti requisiti: conseguimento del diploma di laurea in giurisprudenza, o altre lauree equipollenti, con votazione minima di 105/110; adeguata conoscenza di lingue straniere nell’ambito delle principali aree europee; iscrizione, o possesso del relativo titolo di conseguimento, ad un dottorato di ricerca, ad una scuola di specializzazione o ad un master riguardanti le tematiche sopra richiamate, ovvero l’essere beneficiario di una borsa di studio o possesso di altri titoli equivalenti comunque rilasciati dalle Università. Età massima 30 anni.

I candidati in possesso dei requisiti richiesti dal bando dovranno presentare attraverso l’ufficio competente dell’ Università o Istituzione presso la quale hanno conseguito il titolo di studio o che ancora frequentano (master, dottorato di ricerca, scuola di specializzazione) la loro candidatura, completa di modulo di domanda debitamente compilato e sottoscritto; curriculum; certificato degli esami con la votazione dei singoli esami sostenuti e con la votazione finale di laurea conseguita; certificati attestanti i titoli professionali e scientifici posseduti, con particolare riguardo a quelli concernenti le tematiche proprie del diritto costituzionale e della giustizia costituzionale.

La domanda va inviata entro il 15 maggio 2017 al seguente indirizzo di posta certificata: servizio.agp@cortecostituzionale.mailcert.it

 

3. “Premio di Laurea Artemio Franchi”

La Fondazione Artemio Franchi, in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze, e con il patrocinio e la partecipazione della Lega Italiana Calcio Professionistico, bandisce la XII edizione del “Premio di Laurea Artemio Franchi”.

I premi saranno assegnati agli autori di una tesi di laurea su argomenti di natura giuridica, economica, sociale e di medicina sportiva, inerenti le società sportive e l’attività sportiva in genere con particolare riferimento alle problematiche del settore del calcio.

Al primo classificato sarà assegnato un premio di 5.000 euro, al secondo classificato sarà assegnato un premio di 4000 euro, mentre un premio di 3.000 euro sarà assegnato al terzo classificato.

Possono partecipare al bando gli studenti che abbiano conseguito la laurea magistrale o equipollente secondo il vecchio ordinamento, presso le Università Italiane dopo l’1° Gennaio 2013. Un riconoscimento speciale sarà assegnato ad una tesi di laurea triennale o ha elaborati presentati al termine di un master o corsi di specializzazioni universitari che hanno come argomento l’attività sportiva femminile con attinenza al mondo del calcio, realizzati dopo il 1° gennaio 2013. Il termine per la presentazione delle domande scade il 31 luglio 2017.

Info: http://fondazioneartemiofranchi.org/it/xii-bando-di-laurea-iscrizione.html.

 

4. Premio Horizon 2020 - Il Giorno della Nascita

Ridurre nel mondo, la morte di donne e bambini durante il parto e di altre gravi malattie dovute alle sue complicanze, queste l’obiettivo del “Premio Horizon 2020 – Birth Day prize”.

Secondo l'Unicef, 5,9 milioni di bambini ogni anno muoiono prima del loro quinto compleanno, di cui 2,65 milioni sono bambini appena nati, il 99% delle morti materne avviene nei paesi in via di sviluppo, la maggior parte di questi morti sono prevedibili e curabili.

Scopo del Premio è quello di individuare e portare sul mercato soluzioni innovative per prevenire i decessi e le complicanze durante la gravidanza e il parto.

La soluzione che i vincitori del Premio dovranno presentare dovrà essere sicura e scalabile.

Saranno assegnati fino a 3 premi in denaro, che supporteranno gli innovatori nella realizzazione e nello sviluppo dell’idea.

La Commissione Europea per questo Premio ha stabilito la somma di 1 milione di euro nell’ambito del Programma Europeo per la Ricerca e l’Innovazione Horizon 2020, la Fondazione Bill & Melinda Gates Foundation garantisce un finanziamento di un altro milione di euro, mentre la società Merck Sharp & Dohme attraverso il MSD for Mothers programme ha finanziato l’iniziativa con una somma di 500.000 euro.

Il termine per la presentazione delle domande scade il 6 settembre 2017.

Info: http://ec.europa.eu/research/horizonprize/index.cfm?prize=birthday

 

5. Premio di Laurea Tullia Romagnoli Carettoni

Destinato ai laureandi e laureati che frequentano o abbiano frequentato i corsi di laurea magistrale, il Premio di Laurea Tullia Romagnoli viene bandito dall’Unione Femminile Nazionale.

I candidati dovranno ricostruire, con il materiale del Fondo Carettoni (conservato presso l’Unione Femminile Nazionale) e quello reperibile attraverso la molteplicità delle fonti (atti parlamentari, articoli di stampa, interventi, testimonianze, ecc.), la presenza attiva ed il ruolo della prof.ssa sen. Tullia Romagnoli Carettoni, nell’affermazione e nella difesa di diritti fondamentali per la democrazia in un tempo di importanti mutamenti politici e culturali nazionali e internazionali.

In considerazione della complessità del lavoro svolto da Tullia Romagnoli Carettoni nella sua lunga vita, i o le concorrenti al concorso sono liberi di elaborare la loro tesi di laurea magistrale anche su singoli aspetti della sua attività (per es. le questioni femminili, la battaglia per l’aborto, l’istituzione del divorzio, la politica estera, i beni culturali, l’Unesco, ecc.). 

Il vincitore sarà premiato con una somma di 2.000 euro. Il termine per la presentazione della domanda scade il 31 maggio 2017.

Info: www.unionefemminile.it (link is external); E-mail: segreteria@unionefemminile.it

 

6. Premio Lions club Francesco Martelli

Il Lions Club Teramo, in occasione del 100° anniversario della fondazione del Lions International, bandisce, in collaborazione con il periodico scientifico “Rivista di polizia” il 20° Premio Francesco Martelli, in memoria del P.D.G. Francesco Martelli, giurista e Lion di altissime doti morali e umane.

Il premio si articola in due sezioni. La prima sezione prevede un premio di 1.000 euro per uno studio, meritevole di pubblicazione su “Rivista di polizia” avente a tema: “Ludopatia: problemi di prevenzione e di imputabilità di reati”. Per la seconda sezione viene messo in palio un ulteriore premio di 500 euro destinato all’autore della migliore tesi di laurea discussa da studenti della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Teramo entro il 10 maggio 2017.

Premio Francesco Martelli 2016/2017 dovrà essere inserita in altra busta bianca e inviata per raccomandata e dovrà pervenire al Lions Club Teramo – Premio Francesco Martelli presso Hotel Abruzzi, Corso Mazzini 18 – 64100 – Teramo, entro il 10 maggio 2017.

http://www.lionsclubteramo.it

 

CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI

1. Pizza e Scienza o Dinamica e Pizza?

Pirrotta AntoninaProfessori e studenti due mondi a sé stanti? Certamente no. La professoressa Antonina Pirrotta, ordinario di “Scienza delle Costruzioni”, con l’aiuto dei suoi validi collaboratori Alberto Di Matteo, Salvatore Di Lorenzo e Giuseppe Battaglia, hanno organizzato un evento tra la didattica e la convivialità, per i suoi allievi dei corsi di Scienza delle Costruzioni e Dinamica delle Strutture.

La manifestazione, sponsorizzata dal Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Aerospaziale, dei Materiali, diretto dal prof. Goffredo La Loggia, si terrà mercoledì 12 aprile 2017, presso le aule F220 e F230, Edificio 8 Ingegneria, dalle ore 18.30 alle 22.

Sarà una serata tra la dinamica e la statica delle costruzioni, ma con una pizza a contorno. L’evento favorirà l’integrazione tra studenti triennali e magistrali, fornendo la possibilità di confronto e scambio di idee riguardo dubbi e scelte future. Tra esercizi e chiarimenti si agevolerà la comprensione degli argomenti trattati, con una pizza da condividere tra docenti e studenti.  

 

2. Al Policlinico S. Messa pasquale

Il cappellano del Policlinico don Antonio Devoto e il cappellano universitario p. Riccardo Garzari, stamani, lunedì 10 aprile 2017, concelebreranno una santa Messa in preparazione alla Santa Pasqua per l’Azienda Ospedaliera e la Scuola di Medicina e Infermieristica. La celebrazione avrà luogo alle ore 11.30, nell’Aula Ascoli del Policlinico “Paolo Giaccone”.

 

3. Aspettando la Pasqua al Museo Pasqualino

Inaugurazione della video-mostra “I paesi delle rigattiate. Danze e corse rituali per la Domenica di Pasqua in Sicilia”, a cura di Rosario Perricone, mercoledì 12 aprile 2017, alle ore 15 presso la sede del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino.

Prosegue intanto l'appuntamento settimanale con la seconda edizione del Museo racconta, che darà la possibilità, ogni martedì e venerdì, di ripercorrere la storia del Museo ed esplorare il variegato mondo del teatro di animazione attraverso le opere in esposizione.

 

4. Al campus di viale delle Scienze la Messa di Pasqua con l’Arcivescovo

Martedì 11 aprile 2017, alle ore 10, l’arcivescovo di Palermo, don Corrado Lorefice, in vista della Pasqua, celebrerà la Santa Messa per gli universitari. La celebrazione, si svolgerà presso l'Aula Magna "V. Li Donni" dell’ex Facoltà di Economia. L'iniziativa è stata organizzata dalla Cappellania Universitaria diretta da p. Riccardo Garzari.

 

5. Iniziative Cral “Pasqua 2017”

Anche quest’anno il Cral dell’Università organizzata ina serie di iniziative per la Pasqua 2017.

Innanzitutto il dono pasquale che sarà consegnato ai Soci che prestano servizio nelle Strutture Universitarie secondo il seguente calendario:

Presso il Complesso dello Steri a piazza Marina, 61, lunedì 10 e martedì 11 aprile 2017 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 17.30.

I Soci che prestano servizio presso l’Azienda Ospedaliera Policlinico possono ritirare il dono in via Andrea Chiaramonte n. 39 – piano terra – mercoledì 12 e giovedì 13 aprile 2017 dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 17.30. Tutti potranno ritirare il dono pasquale venerdì 14 aprile 2017 dalle ore 9 alle ore 13 in via A. Chiaramonte n. 39. Sono ammesse deleghe.

Giorno 6 aprile 2017 alle ore 16, presso la Multisala “Al Politeama” di via Emerico Amari n. 160, sarà proiettato in prima visione un film d’animazione per i figli dei dipendenti. Giorno 13 Aprile 2017 alle ore 20, presso la Multisala “Al Politeama” di via Emerico Amari n. 160, sarà proiettato in prima visione assoluta per tutti i dipendenti dell’Ateneo il film: “Fast and Furious 8”. Per prenotare inviare E-mail all’indirizzo: cralpa@unipa.it. E’ previsto un ticket di prenotazione pari ad €. 1,50 a persona. Si possono prenotare fino a un massimo di 4 biglietti fino ad esaurimento posti.

Info: Domenico Barravecchia, Carlo Bonanno, Domenico Marsala, Gerlando Perez, Giovanni Porcelli, Ignazio Morello e Cinzia Rizzo.

 

6. Apre al pubblico il monastero di Santa Caterina: “Una gemma sconosciuta incastonata nel cuore di Palermo”

Da sabato scorso, palermitani e turisti potranno visitare, per la prima volta nella sua lunga storia, il Monastero domenicano di clausura di Santa Caterina in piazza Bellini. Il convento e la sua celebratissima chiesa costituiscono uno dei complessi monumentali più importanti della città. L’edificio è inutilizzato da qualche anno, dopo che le ultime anziane monache, un tempo famose per gli straordinari dolci prodotti, hanno dovuto lasciarlo non potendone più garantire la gravosa conduzione. Proprio i dolci, infatti, hanno una parte piccola, ma significativa parte nell’ampio progetto di recupero e di riuso del bene, che passa attraverso il pieno rispetto della sua storia e delle sue tradizioni.

In accordo con la Sovrintendenza e i responsabili del Fondo edifici di culto del Ministero degli Interni, la Curia arcivescovile di Palermo, cui è affidata la gestione del bene, ha deciso di rendere accessibile ai visitatori una significativa parte del vasto complesso conventuale, autentico palinsesto di storia e di architettura.

“Restituire alla società tutta un così alto patrimonio di cultura e di spiritualità, parte fondamentale della storia di questa nostra città di Palermo - dice l’Arcivescovo Don Corrado Lorefice - oltre che un dovere è per la Chiesa una grande gioia. Il nuovo corso che intendiamo dare al servizio dei Beni Culturali dell’Arcidiocesi è scoprire e trasmettere i contenuti teologici e spirituali del patrimonio d’arte ereditato dai nostri padri. L’apertura di un chiostro di un convento di stretta clausura papale è un avvenimento eccezionale e un primo passo del progetto che intende ricreare sinergia tra la società civile, artisti e la Chiesa, riprendendo, altresì, il dialogo tra la chiesa di Palermo e l’arte contemporanea avviato dal cardinale Pappalardo”.

Don Giuseppe Bucaro ha tracciato le tre linee fondamentali di un programma volto a preservare, ma al tempo stesso a rivitalizzare il Monastero, che tornerà ad ospitare una comunità monastica, sarà sede di un museo etnoantropologico delle monache domenicane di clausura e ospiterà un centro di teologia della bellezza. Quest’ultimo è un progetto cui don Bucaro, in piena sintonia con l’arcivescovo, tiene particolarmente: studiare e attualizzare i contenuti teologici dei nostri monumenti religiosi, con l’obiettivo di diffonderne i significati ai visitatori e realizzare, altresì, momenti di preghiera e contemplazione tramite il bello che ci è stato tramandato. Sono già stati avviati contatti con la Soprintendenza, la Facoltà Teologica, l’Università, il Conservatorio e l’Accademia di Belle arti di Palermo.

La nuova piantumazione del Chiostro è curata dal professor Francesco Maria Raimondo, già direttore dell’Orto botanico di Palermo, per conto dell’amministrazione comunale. “Il chiostro è un gioiello - dice Raimondo - che merita un recupero storico anche del verde e quindi le essenze che sono state inserite rispecchiano questo obiettivo”.

Sabato 8 e Domenica 9 il Monastero di Santa Caterina sarà dalle ore 10 alle ore 19. Mentre da lunedì 10 e fino al 25 aprile, con esclusione del 14 Venerdì Santo, sarà aperto dalle ore 10 alle ore 15. Non sarà un’apertura sommaria. Si entrerà a piccoli gruppi e si chiederà un contributo di 3 €. I fondi raccolti saranno destinati al restauro del portale medievale d’ingresso della sala capitolare del convento.

Giovedì Santo, 13 aprile, alle ore 18 sarà celebrata la S. Messa della Cena del Signore. Dopo la celebrazione la Chiesa sarà aperta tutta la sera e la mattina del Venerdì Santo per la visita all’altare della Reposizione (i famosi sepolcri che verranno addobbati secondo lo stile delle Suore).

L’idea è di rendere il bene sempre fruibile ma per la sua corretta conservazione, dopo il 25 aprile, i successivi giorni di apertura saranno decisi in accordo con la Soprintendenza.

 

ECO DELLA STAMPA

1. Attentato simulato alla mensa universitaria

Rassegna stampaMomenti di tensione ieri sera alla mensa “Santi Romano” dell’università. Mentre centinaia di studenti stavano cenando, un ragazzo, senza documenti, è entrato e ha iniziato a gridare e minacciare i presenti.

Uno scherzo, con ogni probabilità, ma che ha fatto immediatamente scattare l’allarme in tutti quelli che erano presenti. Molti dei presenti sono scappati fuori e hanno chiamato la vigilanza presente in viale delle Scienze e la polizia, con sei volanti che si sono precipitate nel grande palazzo dove si trova la mensa.

Il ragazzo, senza documenti, è stato fermato ed interrogato sino a tarda sera.

La paura è durata solo qualche minuto, ma che, racconta chi era presente, è sembrato interminabile. «E’ entrato e ha iniziato a gridare delle frasi assurde, tipo “Chi è ebreo esca, chi è musulmano esce, chi è cristiano esca, chi vuole salvarsi la vita esca. Restino solo i satanisti. Chi è satanista e vuole morire rimanga qui», racconta Carmelo, uno studente presente in mensa quando è scattato l’allarme.

«All’inizio non avevamo ben capito, ci è voluto qualche secondo per realizzare quello che stava accadendo, ma poi ci siamo veramente spaventati, anche perché viviamo in un momento storico particolare e sappiamo che cose del genere succedono in tutto il mondo, soprattutto nelle università americane», conclude.

Il ragazzo, che non sarebbe italiano e sarebbe residente al «Goliardo», un’altra struttura che ospita studenti universitari, è stato fermato dalla polizia e dalla vigilanza ed è stato poi portato in questura per essere interrogato. Sul posto, oltre alla volanti, sono arrivati anche gli artificieri.

I locali della mensa sono stati evacuati, in modo tale da poter permettere agli agenti tutti i controlli del caso.

Nessun episodio di terrorismo, dunque, ma solo un gesto che un ragazzo dovrà chiarire alle autorità competenti.