Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

Comunicazione Istituzionale

Newsletter dell'Università degli studi di Palermo Direttore responsabile dr. Pino Grasso

News n.20 del 16 marzo 2015

AteneoNews nuovo 

In questo numero:

 

IN PRIMO PIANO

  • Sono due i candidati all’ufficio di Rettore per il sessennio 2015/2021

NOVITÀ UNIPA

  • Ricerca Unipa sulla rivista internazionale “Scientific Report" del Nature Publishing Group
  • Due milioni di euro per borse di studio universitarie alla firma di Alberto Firenze

BANDI – CONCORSI– OPPORTUNITA’

  • Collaborazioni a tempo parziale” A.A. 2014/2015
  • Master annuale di I livello in “Management e Qualità della Filiera Agro-Alimentare”
  • Premi di laurea destinata a laureati triennali delle Università italiane
  • Premio di laurea per laureati in discipline economiche di tutte le Università italiane
  • Premio di Laurea “Massimo Paolini”

INCONTRI, CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI

  • Sei manichini uguali a pazienti in carne e ossa per addestrare gli studenti di Medicina
  • All’Accademia delle Scienze Mediche minisimposio “Updates in Pathobiology”
  • Ipotesi interpretative e interventi tecnico scientifici sul dipinto de l'Annunciata
  • Museo internazionale delle marionette di Antonio Pasqualino
  • Cral Università: Pasqua 2015
  • "La Sicilia con le carte in regola: cittadinanza attiva e democrazia 2.0"

ECO DELLA STAMPA

  • Lotta alla disoccupazione giovanile: dalle Fondazioni d’Impresa 45 milioni a sostegno di progetti nel periodo 2011/2014

_________________________________________________________________________

IN PRIMO PIANO

1. Sono due i candidati all’Ufficio di Rettore per il sessennio 2015/2021

Ferro e MicariIl prossimo 31 ottobre scade il mandato del Rettore dell’Università di Palermo prof. Roberto Lagalla che ha ricoperto l’alta carica per sette anni, dal 1 novembre 2008.

All’Ufficio di Rettore per il sessennio 2015/2021 si sono candidati fino ad ora due docenti: il prof. Vito Ferro, già pro rettore vicario e il prof. Fabrizio Micari, già presidente della Scuola Politecnica. Entrambi, dimostrando grande sensibilità Istituzionale, si sono dimessi dai lori rispettivi uffici.

Il Rettore verrà eletto tra i Professori ordinari a tempo pieno con almeno sei anni di servizio prima del collocamento a riposo e sarà in carica per un unico mandato di sei anni, non rinnovabile.

Votano i Professori e i ricercatori di ruolo e a tempo determinato; i rappresentanti degli studenti nel Senato Accademico, nel Consiglio di Amministrazione, nel Consiglio degli studenti; i rappresentanti nei Consigli di corso di studio e nei Consigli di Struttura di raccordo il cui voto è computato nella misura del 20 per cento di tutto il personale docente in servizio alla data delle elezioni; i rappresentanti del personale tecnico amministrativo nel Consiglio di Amministrazione e in Senato Accademico con voto diretto e una rappresentanza del personale tecnico amministrativo computata nella misura del 15 per cento.

Il Rettore viene eletto a maggioranza degli aventi diritto nelle prime due votazioni. In caso di mancata elezione si procederà con il sistema del ballottaggio tra i due candidati che nella seconda votazione hanno conseguito il maggior numero di voti. In questo caso viene eletto chi ottiene la maggioranza dei voti e, a parità di voti, il più anziano nel ruolo e, in caso di ulteriore parità, il più anziano di età.

La data delle votazioni sarà stabilita dal decano dell’Università prof. Francesco Maria Raimondo. Ma vediamo di conoscere da vicino i due candidati, in questa intervista speculare che vi proponiamo.

Guarda il video: https://youtu.be/nhJPQ3ScoSQ

 

NOVITÀ UNIPA

1. Ricerca Unipa sulla rivista internazionale “Scientific Report" del Nature Publishing Group

Lo Franco RosarioPubblicata sulla rivista internazionale “Scientific Report" del Nature Publishing Group una ricerca che coinvolge il prof. Rosario Lo Franco del Dipartimento di Fisica e Chimica dell'Università di Palermo, svolta in collaborazione con fisici teorici e sperimentali delle Università di Catania, Insubria e un importante gruppo di ottica quantistica di Roma La Sapienza.

L'entanglement quantistico può essere rigenerato usando esclusivamente operazioni locali, come mostrato da un gruppo di ricerca composto da fisici teorici e sperimentali. La teoria è stata sviluppata da Antonio D’Arrigo, Elisabetta Paladino e Giuseppe Falci dell’Università di Catania, Giuliano Benenti dell’Università degli Studi dell’Insubria di Como e Rosario Lo Franco delle Università di Palermo, Nottingham e São Paulo. Gli esperimenti sono stati realizzati nel gruppo di ottica quantistica dell'Università di Roma La Sapienza, da Adeline Orieux, Giacomo Ferranti, Fabio Sciarrino e Paolo Mataloni. L'interesse dello studio, pubblicato sulla rivista Scientific Reports del Nature Publishing Group, è sia di carattere fondamentale che applicativo.

La meccanica quantistica offre oggi promettenti e innovative applicazioni nel campo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione basate su una peculiare caratteristica nota come “entanglement”. L’entanglement è una proprietà dei sistemi quantistici costituiti da più parti microscopiche. Esso dà luogo a correlazioni tra le diverse parti che sono “più forti” di quanto immaginabile sulla base della nostra esperienza “classica” del comportamento degli oggetti macroscopici, e pertanto irriproducibili da essi. L'entanglement è una risorsa essenziale per la realizzazione di computer e di sistemi di comunicazione quantistici. Un computer quantistico richiede per il suo funzionamento un hardware formato da parti microscopiche, i quantum bit o qubit, le cui proprietà sono regolate dalle leggi della meccanica quantistica. Grazie all’entanglement, un processore potrebbe elaborare pacchetti di informazione esponenzialmente grandi nello stesso processo (in parallelo), abbattendo per esempio tempi e costi di progettazione di nuovi farmaci e, in generale, ottenendo prestazioni di calcolo irraggiungibili dai computer basati sull'attuale paradigma di calcolo “classico”. L’entanglement consente anche trasmissioni di informazione quantistica, per esempio lo stato di un atomo o di un fotone, a distanza (teletrasporto quantistico), comunicazione tra due parti di una chiave segreta con standard di sicurezza garantiti dai principi della meccanica quantistica (crittografia quantistica), accurati schemi di posizionamento e timing. L'ostacolo più importante alla realizzazione di computer e reti quantistiche è l'effetto di disturbo che l’ambiente circostante esercita sul sistema. Esso provoca un rapido deterioramento delle nuove proprietà quantistiche e di conseguenza, in linea di principio, l'entanglement tra qubit in una rete quantistica è destinato a scomparire al trascorrere del tempo. È tuttavia possibile recuperarlo?

La ricerca risponde positivamente a questa domanda, mostrando come specifiche operazioni locali applicate su uno dei qubit del sistema possano ripristinare completamente, a richiesta, l’entanglement inizialmente presente tra i qubit della rete. I ricercatori hanno provato questo fenomeno in dispositivi ottici, con un esperimento “closed-loop” dove il controllo locale sul sistema dipende da informazione ottenuta sull'ambiente, e con un esperimento “open-loop” dove il controllo locale è operato senza acquisire alcuna informazione sull’ambiente. Quest'ultimo caso è di grande rilevanza pratica, visto che in genere può essere complicato acquisire informazione sull’ambiente.

Questi risultati sembrano contraddire il principio ben noto nella teoria dell’informazione quantistica che l’entanglement non può essere generato o ricreato tramite operazioni locali e comunicazione classica. Tuttavia recuperare l'entanglement per mezzo di controllo locale è possibile quando l’ambiente genera effetti di memoria (cosiddetti non-Markoviani) sulla dinamica del sistema quantistico, come spiegato nel presente lavoro.

Dal punto di vista fondamentale, l’entanglement rigenerato può essere interpretato come la manifestazione di correlazioni quantistiche “nascoste” nel sistema durante l’evoluzione e riportate alla luce grazie al controllo locale. La ricerca, oltre a dimostrare sperimentalmente un nuovo fenomeno fisico collegato alla non-Markovianità di sistemi quantistici aperti, suggerisce l'applicazione di nuove tecniche di controllo quantistico ad architetture informatiche distribuite.

Info: http://www.nature.com/srep/2015/150225/srep08575/full/srep08575.html

 

2. Due milioni di euro per borse di studio universitarie alla firma di Alberto Firenze

Il presidente dell’Ersu Palermo, Alberto Firenze, ha firmato, in queste ore, mandati di pagamento in favore degli studenti universitari per un importo complessivo di quasi due milioni di euro. Si tratta di 1.168 borse di studio rese disponibili e relative al completamento dell’anno accademico 2012/2013: è stato così raggiunto il traguardo di erogare la borsa di studio a tutti gli studenti universitari risultati idonei in quell’anno.

Ma, a fronte di pagamenti possibili per 1.985.052 euro, si sono potuti portare in banca 979 mandati per 1.675.494 euro: infatti, 189 studenti non hanno ancora fornito all’Ersu l’IBAN per l’accredito delle somme (ammontanti a un totale di 309.558 euro) come previsto dalle leggi.

“Grazie alle sinergie attivate con l’assessorato regionale al Bilancio e con l’assessorato regionale all’Istruzione – dichiara Alberto Firenze, presidente Ersu Palermo – oggi abbiamo raggiunto il risultato di completare il pagamento di tutti gli studenti universitari idonei dell’anno accademico 2012/2013 (circa ottomila persone); questo traguardo rappresenta, in questa fase di difficoltà, un segnale importante per tutti gli studenti universitari e le loro famiglie, a maggior ragione in quanto meritevoli e bisognosi. Perciò esprimo soddisfazione, nell’auspicio che per gli anni accademici 2013/2014 e 2014/2015 - con l’arrivo auspicabile di nuove risorse -ci si possa avvicinare quanto più possibile alla copertura di tutti gli idonei. Al contempo esprimo viva soddisfazione per l’insediamento del C. di A. che restituirà il senso della partecipazione democratica alla vita dell’ente per il diritto allo studio da parte di tutte le componenti previste dalla legge”.

 

BANDI – CONCORSI – OPPORTUNITA’

1. Collaborazioni a tempo parziale” A.A. 2014/2015

Welcome week 2015Sono 140 i posti disponibili per incarichi di collaborazione a tempo parziale per l’A.A. 2014/2015. Il bando è riservato agli studenti dell'Università degli Studi di Palermo che potranno svolgere 150 ore di attività di collaborazione connesse ai servizi delle Scuole e delle strutture amministrative dell’Ateneo, con esclusione di quelli inerenti alle attività di docenza, allo svolgimento degli esami, nonché all’assunzione di responsabilità amministrative.

Il contingente degli studenti selezionati sarà così ripartito: il 60 per cento alle Scuole e il 40 per cento tra gli uffici dell’Amministrazione centrale in funzione delle necessità che verranno esplicitate dai rispettivi responsabili.

I Presidenti delle Scuole provvederanno a distribuire gli studenti loro assegnati tenendo conto delle esigenze delle strutture afferenti (Biblioteche, Dipartimenti etc.) secondo le modalità che riterranno più opportune per il loro potenziamento.

Possono presentare istanza di partecipazione alla presente selezione gli studenti dell’Università degli Studi di Palermo in regola con il pagamento delle tasse universitarie; iscritti nell’A.A. 2014/2015 dal 2° anno e non oltre il 1° anno fuori corso ad un corso di studio di seguito indicato: laurea, laurea magistrale, laurea magistrale a ciclo unico; rientrare entro la terza fascia di reddito stabilita per le iscrizioni; avere acquisito alla data del 31 dicembre 2014 i seguenti CFU: 30 CFU se iscritti al 2° anno, 60 CFU se al 3° anno, 90 CFU se iscritti al 1° fuori corso di una laurea triennale; 30 CFU se iscritti al 2° anno, 60 CFU se al 1° fuori corso di una laurea magistrale; 30 CFU se iscritti al 2° anno, 60 CFU se al 3° anno, 90 CFU se al 4° anno, 120 CFU se al 5° anno, 150 se al 6° anno e/o al 1° f.c. di una laurea Magistrale a ciclo unico.

Non possono partecipare gli studenti che abbiano conseguito la laurea nell’A.A. 2013/2014, o che abbiano contemporaneamente instaurato con terzi rapporti di lavoro subordinato o autonomo, o che usufruiscano di borse di studio di qualsiasi provenienza, o che prestino servizio civile, o che abbiano ottenuto la ricognizione della qualità di studente part-time.

I candidati dovranno compilare la domanda di partecipazione alla selezione utilizzando esclusivamente l’applicativo online disponibile all’indirizzo web https://concorsi.unipa.it.

La domanda prodotta dal sistema informatico, dovrà essere stampata, firmata, scansionata e trasmessa insieme agli allegati previsti dal presente avviso, pena esclusione, entro le ore 24 del 1 aprile 2015, tramite posta elettronica certificata (PEC) inviando, da un indirizzo di PEC personale, una e-mail all’indirizzo pec@cert.unipa.it avente per oggetto: “Selezione collaborazione a tempo parziale codice domanda n. …”. *Il codice domanda immesso nell’oggetto nella PEC, dovrà essere quello riportato nella domanda generata dal sistema informatico.

 

2. Master annuale di I livello in “Management e Qualità della Filiera Agro-Alimentare”

Rimarranno aperte sino al 25 marzo le iscrizioni al Master annuale di I livello in “Management e Qualità della Filiera Agro-Alimentare” svolto in collaborazione tra il Dipartimento Scienze Agrarie e Forestali dell’Università degli studi di Palermo, il Dipartimento di Economia Aziendale dell’Università degli studi di Verona e la School of Business dell’Università di Nicosia a Cipro, per il quale è previsto tra i tre Atenei il rilascio del titolo congiunto, coordinato dalla prof.ssa Maria Crescimanno.

L’Obiettivo del Master è quello di formare figure manageriali in un settore economico quale quello Agro-alimentare che viene ritenuto trainante per l’economia regionale e nazionale per la forte identità riconosciuta in tutto il mondo del made in Sicily e del made in Italy. Le competenze acquisite durante il Master spaziano dal management nelle imprese che operano in tutta la filiera dell’AA, dalla produzione alla trasformazione e distribuzione del prodotto , alla certificazione della qualità, alla gestione della comunicazione e del marketing, alla gestione di marchi e brevetti, alla programmazione e controllo dei processi di logistica.

Il progetto formativo è articolato in lezioni frontali (è prevista anche la modalità in e-learning) in italiano (solo 30 ore saranno in inglese), formazione on the job, seminari. Lo stage è previsto presso imprese che operano sia nella Regione Veneto che in Sicilia e tra queste si annoverano Verona mercato, Tenuta Rapitalà, Cantina di Soave, Arancia Rossa di Sicilia, Bauli, Viticultori associati di Canicattì, Corte Giara, Olio Barbera, Redoro, Nino Castiglione, Italmiko, Grom, Dara Guccione.

E’ possibile avere riconosciuti 30 CfU per l’iscrizione al secondo anno di una laurea magistrale dell’Ateneo (LM69 ed LM 77). Anche i laureandi della sessione di marzo AA 2013/2014 possono iscriversi. L’attività partirà a metà aprile ed il costo del Master è di 2.500 euro rateizzabili e grazie alla stipula di una Convenzione tra l’Ateneo e Unicredit è possibile accedere a finanziamenti a tasso zero.

Il bando è scaricabile da ufficiomaster@unipa.it

 

3. Premi di laurea destinata a laureati triennali delle Università italiane

Un premio di laurea di 2.800 euro promosso alla memoria del Prof. Fernando Vianello destinato a laureati in discipline economiche di tutte le Università italiane, che abbiano svolto una tesi di Laurea Magistrale, di contenuto sia teorico che empirico, nell’ambito dell’Economia Politica, della Politica Economia o della Storia del Pensiero Economico.

 

4. Premio di laurea per laureati in discipline economiche di tutte le Università italiane Premio di laurea di 1.000 euro promosso alla memoria di Francesca Molfino da destinare ad un laureato/a delle facoltà di Medicina, Psicologia, Sociologia, Lettere, Statistica, Filosofia, Pedagogia, Scienze Politiche, di un Università italiana che abbia presentato la miglior tesi di laurea sull’argomento della violenza contro le donne.

Info: Fondazione Roma Sapienza http://www.fondazionesapienza.uniroma1.it/ Tel. 06/49690362 - Fax: 06/49690361.

 

5. Premio di Laurea “Massimo Paolini”

Confimi Impresa Umbria (Associazione Piccole e Medie Imprese dell’Umbria) in collaborazione con il Corriere dell’Umbria istituiscono il premio di laurea annuale dedicato al prof. Massimo Paolini, già ordinario di ”Economia e Gestione delle Imprese ed Economia e Management dell’Innovazione” presso la Facoltà di Economia dell’Università di Perugia.

Il premio verrà assegnato ad una tesi di laurea magistrale che abbia come oggetto: “Problematiche e possibilità di sviluppo delle piccole e medie imprese”.

L’importo del premio è pari a 1.000 euro. Possono concorrere all’assegnazione del premio i laureati di Università italiane che abbiano discusso le relative tesi non prima dell’anno 2015. Le domande di partecipazione, redatte in carta semplice e indirizzate al Presidente dell’Associazione Piccole e Medie Imprese dell’Umbria, Ing. Mauro Orsini (Via della Scuola 118, 06135 Perugia) dovranno pervenire entro e non oltre il 31 ottobre 2015.

I premi saranno consegnati dal Presidente dell’Associazione Piccole e Medie Imprese dell’Umbria, Mauro Orsini, in occasione del convegno che si terrà in memoria del prof. Paoli giovedì 10 dicembre 2015.

 

CONFERENZE, CONVEGNI, SPETTACOLI

1. Sei manichini uguali a pazienti in carne e ossa per addestrare gli studenti di Medicina

Policlinico repartiSei manichini-simulatori che offrono l’opportunità di un’esperienza unica con un effetto del tutto simile a quello che si percepisce accanto a un paziente in carne e ossa. I manichini, destinati all’addestramento degli studenti di Medicina, sono riprodotti con grande fedeltà anatomica, dotati di articolazioni realistiche, mandibola mobile, siti per iniezioni intramuscolari e sottocutanee, braccio e mano per addestramento avanzato su tecniche di iniezione e prelievo venoso, intramuscolare e sottocute. La sala di addestramento pre-clinico con i manichini sarà inaugurata oggi, lunedì 16 marzo 2015 alle 15, al Policninico - Sezione di Anatomia umana Dipartimento Bionec (ingresso da via del Vespro, cancello a fianco del dipartimento di Igiene).

Saranno presenti tra gli altri il rettore Roberto Lagalla e il direttore del dipartimento Bionec, Giovanni Zummo.

 

2. All’Accademia delle Scienze Mediche minisimposio “Updates in Pathobiology”

In occasione degli esami finali del Dottorato di Ricerca in Medicina Molecolare XXV Ciclo, coordinato dal prof. Calogero Caruso, martedì 17 marzo 2015, alle ore 11 presso l’Accademia delle Scienze Mediche del Policlinico “Paolo Giaccone” si terrà il minisimposio “Updates in Pathobiology”. Partecipano i professori Alberto Orfao (Universidad de Salamanca), Rai Ajit K Srivastava (Drexel University, Philadelphia), Raffaella Muraro (Università G. D’Annunzio di Chieti-Pescara) e Antimo Migliaccio (II Università di Napoli) con le seguenti relazioni: “The achievements of the EuroFlow Consortium in the diagnosis, classification and monitoring of leukemia and lymphoma” (Orfao); “Environment induced Epigenetic Changes Lead to Life-Style Diseases”( Srivastava); Zinc finger 216: a potential regulator of ERGR activity”(Muraro); "Targeting rapid actions of sex steroids for therapy of hormone-dependent cancers"(Migliaccio).

 

3. Ipotesi interpretative e interventi tecnico scientifici sul dipinto de l'Annunciata

Dopo una serie di trasferte nei musei più prestigiosi del mondo (Metropolitan New York, Scuderie del Quirinale Roma, Museo Diocesano Milano) il quadro torna in patria a Palermo e nel 2012, è lo studioso e restauratore Giovanni Taormina che approfondisce l'analisi sulla prestigiosa opera l'Annunciata, riuscendo a coinvolgere un'equipe di radiologi, restauratori, chirurghi estetici, cine operatori, insomma tutti trattamenti riservati ad una star senza tempo.

Il risultato tanto atteso sarà presentato e introdotto il prossimo 18 marzo alle ore 17, nella sala Polifonica A. Sordi della Presidenza del Consiglio dei Ministri Palazzo Chigi, da un video esplicativo sulle varie fasi che hanno accompagnato il travagliato studio condotto e interpretato dal curatore stesso Giovanni Taormina.

I Suoi studi infatti hanno ricevuto un' attestazione speciale, quella della Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero dei Beni Culturali MIBACT che concedendo il loro alto patrocinio, un privilegio ed un riconoscimento di alto valore, hanno ripagato gli sforzi fin qui compiuti dallo studioso.

Alla giornata di studio parteciperanno Mauro Lucco, e il gruppo scientifico composto da Renato Tomasino del laboratorio Universitario Multimediale di Palermo, Franco Fazzio dell' ISCR di Roma e Giuseppe Salerno, il radiologo.

Il tema principale che animerà l'affascinante dibattito sul misterioso dipinto del 400 è la “grammatica dei gesti”. Secondo Taormina, in linea con le teorie di Mauro Lucco, sarà proprio questa nuova frontiera comunicativa a ribaltare i canoni interpretativi del Rinascimento e del dipinto stesso che cela ma comunica al contempo.

Nuove e sensazionali scoperte saranno le argomentazioni che animeranno la platea di storici , critici, ed estimatori dell'arte.

Info: http://www.academia.edu/10768025/Studi_sullannunciata

 

4. Museo internazionale delle marionette di Antonio Pasqualino

Nel mese di Marzo saranno numerose le iniziative di studio e gli spettacoli teatrali che si terranno presso il Museo internazionale delle marionette di Antonio Pasqualino (Piazzetta Antonio Pasqualino, 5).

Lunedì 9 Marzo alle ore 17 si è tenuto il prima incontro del ciclo di seminari “Etnografie del contemporaneo - Street Food. Mani troppo unte per fotografare” di Luca Pollicino; partendo dall'analisi delle ragioni per cui lo street food è saltato alla ribalta negli ultimi anni, sono stati analizzati gli eventuali rischi che si corrono nel trasformare un tratto culturale, quale quello del cibo di strada, in fenomeno di massa e le strategie da mettere in campo per preservare i tratti essenziali di questa espressione culturale.

Giovedì 12 e venerdì 13 Marzo si terrà la III edizione del Convegno internazionale di studi “Alimentazione, produzioni tradizionali e cultura dei territorio”. Il convegno si propone di approfondire la riflessione sulle forme di produzione tradizionali e sulle strategie di valorizzazione delle stesse operate a livello locale ai fini dello sviluppo di pratiche di turismo sostenibile; di indagare sulle modalità di organizzazione del territorio e dell'immaginario storicamente connesse alle pratiche alimentari e produttive ai fini di un accrescimento di attrattività dei territori; di individuare le esperienze e le relative forme di promozione della dieta mediterranea in Sicilia e, più in generale, in tutta l’area euro-mediterranea.

Venerdì 13 Marzo alle ore 17.30 saranno proposte una serie di performance dal titolo “Si cunta e si ricunta” con Enzo Mancuso. Gli spettacoli di narrazione si ispirano alle fiabe raccolte da Giuseppe Pitrè, e si rivolgono a un pubblico di adulti e bambini.

Sabato 14, 21, 28 Marzo alle ore 17.30 sarà messa in scena l’opera dei pupi “Berta e Milone” di e con Enzo Mancuso; lo spettacolo narra uno dei molteplici episodi della Storia dei paladini di Francia di Giusto Lo Dico.

Domenica 15 e 29 Marzo alle ore 18.30 ci sarà lo spettacolo per bambini “Cirino e Coretta” con Gabriella Beninati: Un affascinante viaggio verso la musica al fianco dei due piccoli protagonisti, Cirino e Coretta, che, alla ricerca del Sole Suonatore e della Luna Cantante, si avventurano in un mondo a loro ignoto, passando di città in città e di paese in paese. Lo spettacolo verrà riproposto domenica 12 e 19 Aprile.

 

5. Cral Università: Pasqua 2015

Anche quest’anno, in occasione della Santa Pasqua il Cral dell’Università di Palermo organizza una serie di iniziative a favore dei soci e dei familiari.

Questo il programma degli eventi:

I Soci che prestano servizio nelle Strutture Universitarie possono ritirare il dono presso il Complesso dello Steri - piazza Marina, 61 nei giorni: 16 (lunedì), 17 (martedì) Marzo 2015 dalle ore 9.30 alle ore 13 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

I Soci che prestano servizio presso l’Azienda Ospedaliera Policlinico possono ritirare il dono in via Andrea Chiaramonte n. 39 – piano terra - nei giorni: 19 (giovedì) e 20 (venerdì) Marzo 2015 dalle ore 9.30 alle ore 13 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30.

Giorno di recupero: 23 (lunedì) Marzo 2015 dalle ore 9.30 alle ore 13 in via A Chiaramonte n. 39. Sono ammesse deleghe.

Giorno 1 aprile 2015 alle ore 21, presso il “Teatro Zappalà” di via Autonomia Siciliana, andrà in scena per tutti gli utenti dell’Ateneo lo spettacolo: “Tale e quale a me” di Per potere partecipare collegarsi al sito www.cralunipa.it, cliccare sull’evento e seguire la procedura per la scelta del posto, per il versamento del contributo di 5,50 euro a persona e per la stampa degli inviti. Si possono prenotare max 4 posti a persona ed il sistema riconosce solo i domini @unipa.it e @policlinico.pa.it

Per informazioni, oltre a chiamare il sottoscritto, potete rivolgervi ai colleghi: Bonanno Carlo, Marsala Domenico, Perez Gerlando; Porcelli Giovanni; Morello Ignazio e Rizzo Cinzia.

 

6. "La Sicilia con le carte in regola: cittadinanza attiva e democrazia 2.0"

La Libera Università della Politica (LUP), fondata da padre Ennio Pintacuda, realizza un ciclo di seminari dal titolo: "La Sicilia con le carte in regola: cittadinanza attiva e democrazia 2.0”.

L’obiettivo è di suscitare la creazione di uno spirito civico e favorire una partecipazione attiva e consapevole alla vita democratica del nostro territorio, nel solco delle iniziative della LUP.

Il tema del primo incontro, che si terrà martedì 17 marzo alle ore 17.30, a palazzo Branciforte (via Bara all'Olivella, 2 Palermo), ha per tema: "I cittadini protagonisti del controllo della spesa pubblica" ed è riferito al rapporto tra open data (in particolare la banca dati SIOPE) e spending review.

L’evento, prosecuzione dello Stage di Filaga 2014, è aperto ai corsisti che hanno frequentato lo Stage di Filaga 2014/2015, nonché a tutti quelli delle edizioni precedenti, ai giornalisti della carta stampata e delle televisioni e a coloro che vorranno partecipare. La partecipazione costituisce titolo preferenziale per l’iscrizione al prossimo Stage di Filaga 2015/2016.

Dopo i saluti di Michelangelo Salamone, Presidente della LUP, il programma prevede l’introduzione di Giacomo Greco, vice presidente della LUP. Relatore: Luciano Lavecchia, componente della Divisione Analisi e Ricerca Economica Territoriale della sede di Palermo della Banca d’Italia. Al termine interventi guidati e dibattito pubblico.

Info: http://www.lup.it/

 

ECO DELLA STAMPA

1. Lotta alla disoccupazione giovanile: dalle Fondazioni d’Impresa 45 milioni a sostegno di progetti nel periodo 2011/2014

Rassegna stampaNella lotta alla disoccupazione giovanile, anche le Fondazioni d'Impresa hanno fatto la loro parte. È quanto emerso dai risultati dell'indagine "Fondazioni d'Impresa per i giovani. Come far crescere il vivaio", effettuata dall'Istituto per la Ricerca Sociale in collaborazione con otto Fondazioni (Fondazione Bracco, Fondazione italiana Accenture, Fondazione Adecco per le pari opportunità, Fondazione DeAgostini, Enel Cuore Onlus, Fondazione Vodafone Italia, UniCredit Foundation e Umanamente - Fondazione Allianz) e sotto il patrocinio di Assifero. I primi risultati della ricerca sono stati presentati da Manuela Samek Lodovici (IRS) l'11 febbraio 2015 a Roma, alla presenza di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, e Maurizio Sacconi, presidente della XI Commissione permanente del Senato su Lavoro e Previdenza sociale.

Per il periodo 2011-2014 sono stati analizzati 172 progetti capaci di rispondere e contrastare il fenomeno della disoccupazione giovanile, di 48 Fondazioni d'Impresa. Questi progetti sono stati finanziati per una somma totale pari a circa 45 milioni di euro, in costante crescita dal 2012, che rappresentano il 30% degli interventi totali per progetti a favore dell'occupazione giovanile. Gli interventi sostenuti sono stati molto variegati e complementari: dall'istruzione tecnica al sostegno economico con borse di studio, dall'inclusione scolastica all'educazione civica, dalle attività artistiche e sportive alla formazione professionale fino ai tirocini aziendali e all'incubazione d'impresa e start-up. Sono 40 mila i giovani che hanno beneficato degli interventi censiti dalla ricerca, in particolare gli studenti. Molti partner di questi progetti sono state associazioni o cooperative del terzo settore, enti pubblici e imprese private, mentre appare ancora distante il collegamento tra Fondazioni d'Impresa e le università.

Tra i punti di forza dei progetti spiccano: approccio multidimensionale, ricaduta sociale ed economica sul territorio di riferimento, metodologie formative innovative e autonomia finanziaria. Ancora troppe le criticità: poca visibilità e comunicazione, difficoltà nel coinvolgimento delle altre imprese e nel networking, rigidità burocratica, carenza di monitoraggio e valutazione degli interventi proposti.

L'indagine sarà presentata integralmente il 20 maggio 2015 presso il Padiglione Italia all'Expo 2015 di Milano, in occasione dell'assemblea generale dell'European Foundation Centre.

(www.rivistauniversitas.it)