Salta al contenuto principale
Passa alla visualizzazione normale.

RICERCA/Finanziato dal Ministero dell’Ambiente il progetto ”Impetus”

3-feb-2010

Grazie alla ricerca svolta dal Dipartimento di Ricerca Energetica e Ambientale dell’Università di Palermo, diretto da Angelo Milone e di cui è responsabile scientifico Vincenzo Franzitta, il Ministero dell’Ambiente, finanzierà il progetto di ricerca denominato “Idrogeno marino per energie terrestri utilizzabili e sostenibili”. Il progetto grazie alle sue qualità innovative e progettuali, ha superato centri di ricerca come il Politecnico di Torino, la Sapienza di Roma o l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare per citarne alcuni. “Il progetto di ricerca realizzato insieme al Consorzio Universitario della Provincia di Trapani e alla Società Generale Energie Sostenibili Srl – spiega Milone – ha lo scopo di sviluppare, produrre, immagazzinare e distribuire idrogeno, dall’energia prodotta dal moto ondoso, che servirà in seguito ad alimentare gli autobus della città di Trapani”.
Con un finanziamento di 239.250 euro, pari alla metà del costo totale del progetto, sarà costruito un impianto sperimentale, costituito da un generatore elettrico idoneo a sfruttare il moto ondoso e da un sistema capace di produrre idrogeno. La centrale di produzione sarà realizzata a Trapani, presso la Torre di Ligny, area individuata da uno studio propedeutico, svolto dall'Università di Palermo e ritenuto ideale per le caratteristiche delle correnti marine e delle perturbazioni della superficie delle acque.
“La realizzazione di questo progetto – conclude il responsabile del progetto - metterà in evidenza, come il moto delle onde marine può essere utilizzato per la produzione di energia, riducendo l’impatto ambientale e con la possibilità di realizzarlo in tutti i paesi che si affacciano sulle sponde del mare Mediterraneo, comprese le isole”.